Scritto: Martedì, 22 Giugno 2021 05:11 Ultima modifica: Martedì, 22 Giugno 2021 08:18

Terra: i grandi eventi geologici catastrofici si verificano ogni 27,5 milioni di anni


Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Geoscience Frontiers, ha affinato le analisi precedenti scoprendo il ritmo esatto al quale avvengono i grandi sconvolgimenti geologici sul nostro pianeta.

Rate this item
(2 votes)
La Terra fotografata nel solstizio d'estare 2021 dell'emisfero nord dal satellite DSCOVR. La Terra fotografata nel solstizio d'estare 2021 dell'emisfero nord dal satellite DSCOVR. Crediti: NASA/DSCOVR EPIC / Processing: Elisabetta Bonora

Ogni 27,5 milioni di anni circa, il cuore della Terra "batte", dicono gli scienziati.

Durante questo impulso, i grandi eventi geologici, come l'attività vulcanica, le estinzioni di massa, la riorganizzazioni delle placche e l'innalzamento del livello del mare, si raggruppano. E il volto del nostro pianeta cambi inesorabilmente.

"Molti geologi credono che gli eventi geologici siano casuali nel tempo", ha detto Michael Rampino, geologo della New York University e autore principale dello studio. "Ma la nostra ricerca fornisce prove statistiche per un ciclo comune, suggerendo che questi eventi geologici sono correlati e non casuali".

 

Il numero esatto

I geologi hanno studiato a lungo un potenziale ciclo negli eventi geologici. Negli anni '20 e '30, gli scienziati dell'epoca avevano suggerito un ciclo di 30 milioni di anni, mentre negli anni '80 e '90 i ricercatori hanno utilizzato gli eventi geologici meglio datati dell'epoca per fornire una stima tra i 26,2 ed i 30,6 milioni di anni. Questi lavori erano fortemente ostacolati dai limiti nella datazione degli eventi stessi.
Tuttavia, queste tecniche sono migliorate notevolmente negli ultimi anni ed hanno permesso una revisione più precisa della scala temporale geologica. Quindi, utilizzando gli ultimi dati disponibili, Rampino e colleghi hanno aggiornato la registrazione degli 89 eventi geologici più importanti degli ultimi 260 milioni di anni, conducendo nuove analisi. Sono state considerate le estinzioni marine e terrestri, le grandi eruzioni vulcaniche chiamate flood-basalt (letteralmente "basalto da inondazioni", ovvero inondazioni di basalto), i grandi eventi anossici oceanici, le fluttuazioni del livello del mare ed i cambiamenti o la riorganizzazione nelle placche tettoniche della Terra.

terra ciclo eventi catastroficiI ricercatori della New York University hanno scoperto che gli eventi geologici globali sono generalmente raggruppati in 10 diversi momenti nel corso di 260 milioni di anni, raggruppati in picchi o impulsi di circa 27,5 milioni di anni l'uno dall'altro. Come si può vedere dal grafico, alcuni momenti sono stati particolarmente difficili con ben 8 eventi raggruppati in un lasso di tempo ristretto, formando il catastrofico "impulso".
Crediti: Rampino et al., Geoscience Frontiers

Ma il numero esatto di anni è difficile da determinare con certezza. Ad esempio, va sottolineato che alcuni degli eventi presi in esame dagli autori sono conseguenze di altri, il che significa che alcuni degli 89 eventi sono correlati e questo potrebbe influire sulla stima. Uno studio del 2018, altrettanto valido, aveva calcolato una ricorrenza di circa 26 milioni di anni, esaminando il ciclo del carbonio della Terra e la tettonica delle placche.

 

La scoperta

Il team ha scoperto che questi eventi geologici globali sono raggruppati in 10 diversi momenti nel corso dei 260 milioni di anni, raggruppati in picchi o impulsi che si verificano ogni 27,5 milioni di anni circa l'uno dall'altro.

Il gruppo più recente di eventi geologici risale a circa 7 milioni di anni fa, il che suggerisce che il prossimo impulso di maggiore attività geologica avverrà tra circa 20 milioni di anni (per ora possiamo stare tranquilli!).

 

Le cause

I ricercatori ipotizzano che questi impulsi possano verificarsi in funzione dei cicli di attività all'interno della Terra, processi geofisici legati alla dinamica della tettonica delle placche e del clima. Tuttavia, anche l'orbita del nostro pianeta nello spazio potrebbe essere rilevante.

"Questi impulsi ciclici della tettonica e del cambiamento climatico possono essere il risultato di processi geofisici legati alla dinamica della tettonica delle placche e dei pennacchi del mantello, o potrebbero in alternativa essere scanditi da cicli astronomici associati ai moti della Terra nel Sistema Solare e nella Galassia", scrive il team.

"Qualunque sia l'origine di questi episodi ciclici, i nostri risultati supportano la tesi di una documentazione geologica in gran parte periodica, coordinata e a intermittenza catastrofica, che si discosta dalle opinioni di molti geologi", ha spiegato Rampino.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 266 volta/e Ultima modifica Martedì, 22 Giugno 2021 08:18

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 3 agosto [updated on 08/03...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 2/8 - Sol 948] - Meteorol...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 31 luglio [Last update:&nbs...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista