Scritto: Lunedì, 10 Giugno 2013 05:59 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:12

SMOS, un satellite contro le inondazioni


Proprio in un momento in cui l'Europa centrale è in lotta contro le inondazioni, i meteorologi sperano che il satellite dell'ESA SMOS possa aiutare a prevedere eventi di questo tipo in futuro.

Come suggerisce il nome, Soil Moisture and Ocean Salinity, SMOS monitora la quantità di acqua trattenuta negli strati superiori del terreno e la salinità superficiale dell'acqua dei mari.

Rate this item
(0 votes)

SMOS - 31 maggio 2 giugno

Credit: CESBIO/ESA

Proprio in un momento in cui l'Europa centrale è in lotta contro le inondazioni, i meteorologi sperano che il satellite dell'ESA SMOS possa aiutare a prevedere eventi di questo tipo in futuro.

Come suggerisce il nome, Soil Moisture and Ocean Salinity, SMOS monitora la quantità di acqua trattenuta negli strati superiori del terreno e la salinità superficiale dell'acqua dei mari.
Queste informazioni possono aiutare gli scienziati a comprendere meglio il ciclo dell'acqua e lo scambio tra oceani, atmosfera e terra.

La massiccia inondazione che ha colpito l'Europa centrale è stata la conseguenza di una primavera piovosa e di piogge massicce.

SMOS, grazie ad un nuovo sensore a microonde, riesce a ricavare le informazioni sull'umidità del suolo e prima delle piogge torrenziali in Germania, aveva rilevato livelli record, i più alti mai osservati.

L'animazione in apertura mostra in azzurro i terreni molto umidi e in giallo quelli più asciutti: il terreno era già completamente saturo e quindi, piogge significative non potevano penetrare nel suolo ed essere assorbite.

In sostanza, i ​​dati di questo satellite possono essere utilizzati per analizzare la saturazione del suolo ed, ora, numerosi centri meteorologici stanno valutando la possibilità di utilizzare SMOS per migliorare le previsioni anche di eventi eccezionali e catastrofici come le inondazioni.

Read 2039 times Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:12
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 novembre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 26 novembre [updated on Nov,26]...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/11 - Sol 710] - Meteor...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 23 Novembre [Last upda...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 23 Novembre [Last upda...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista