Scritto: Giovedì, 06 Agosto 2015 05:44 Ultima modifica: Giovedì, 06 Agosto 2015 17:34

Un transito EPIC!


Il satellite DSCOVR, lanciato l'1 febbraio 2015, continua a regalarci incredibile viste del nostro pianeta. Dopo la foto spettacolare del 6 luglio ed il selfie da 1.5 milioni di chilometri in cui c'è anche l'Italia, la fotocamera Earth Polychromatic Imaging Camera (EPIC) ha catturato il transito della Luna mentre la Terra ruota completamente illuminata dal Sole.

Rate this item
(0 votes)
Questa immagine è stata ripresa dalla fotocamera EPIC del satellite DSCOVR il 16 luglio 2015. Questa immagine è stata ripresa dalla fotocamera EPIC del satellite DSCOVR il 16 luglio 2015. Credits: NASA/NOAA - Processing: Elisabetta Bonora & marco Faccin / aliveuniverse.today

L'immagine in apertura è una nostra elaborazione (pubblicata in formato originale sul nostro album di Flickr) di un fotogramma della sequenza di 20 scatti ripresa il 16 luglio tra le 19:50 e le 20:45 UTC, in cui ci siamo presi qualche licenza poetica per migliorare l'allineamento dei filtri, eliminare le sbordature colore dovute al movimento ed appagare l'occhio!

Le foto in "colori naturali" ottenute dalla fotocamera EPIC, infatti, sono realizzate generalmente combinando insieme  tre esposizioni in bianco e nero, scattate in rapida successione. In questo caso i tre filtri rosso, verde e blu sono stati ripresi a distanza di 30 secondi l'uno dall'altro producendo un visibile scostamento, soprattutto sul lato destro della Luna, nell'immagine originale disponibile qui.
Normalmente EPIC può utilizzare una gamma di 10 filtri a banda stretta, dall'infrarosso all'ultravioletto, per produrre le osservazioni scientifiche dell'ozono, della vegetazione, delle nuvole e dell'aerosol in atmosfera.

Nell'animazione completa: la Luna passa sopra l'Oceano Pacifico, vicino all'America del Nord (il Polo Nord si trova nell'angolo in alto a sinistra nelle immagini, in accordo con l'inclinazione orbitale della Terra dal punto di vista del satellite).

DSCOVR - transito

Credits: NASA/NOAA

Quella che ora sembra routine, è in realtà una veduta privilegiata del nostro satellite che, essendo in rotazione sincrona con la Terra, ci mostra sempre la stessa faccia. D'altra parte le prime immagini dell'emisfero nascosto della Luna sono relativamente recenti: risalgono al 1959 e furono restituite dal veicolo spaziale sovietico Luna 3.

Deep Impact 2008A maggio 2008, la sonda della NASA Deep Impact catturò una sequenza analoga (a sinistra, un frame), da una distanza di 50 milioni di chilometri.

Nell'immagine EPIC, il Mare Moscoviense, in alto a sinistra, e il cratere Tsiolkovskiy, in basso a sinistra, sono le caratteristiche più evidenti.

"E' sorprendente quanto la Terra sia più brillante della Luna", ha detto Adam Szabo del Goddard Space Flight Center della NASA.

EPIC inizierà la regolare attività scientifica il prossimo mese e circa due volte l'anno, quando la sua orbita attraverserà il piano orbitale della Luna, potrà catturare il nostro satellite in transito davanti alla Terra.

Altre informazioni su questo articolo

Read 3978 times Ultima modifica Giovedì, 06 Agosto 2015 17:34
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 25 Febbraio) Hot!

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 26 Febbraio [Last update: 02/26/2020

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 26 Febbraio [Last update: 02/26/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 25/2/20 - Sol 443] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 17/2/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 14 Febbraio [updated on Feb,14]

HOT NEWS