Scritto: Martedì, 14 Ottobre 2014 05:44 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

La Terra e Marte visti dalla Luna dalla sonda LRO


Adoro questi scatti a sorpresa. Ormai siamo abituati a vedere così tante foto spaziali che forse a volte ci sfugge quanto è emozionante un'immagine che riprende un angolo del Sistema Solare da un punto di vista diverso dal nostro, ed ancora più emozionante è se in quell'angolo c'è anche la Terra (e soprattutto l'Italia!).

Questa bellissima foto ricordo della Terra e di Marte è stata ripresa in un sol colpo dalla Narrow Angle Camera (NAC) della sonda della NASA Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) il 24 maggio 2014.

Rate this item
(0 votes)

Terra e Marte by LRO

Credit: NASA/GSFC/Arizona State University

Adoro questi scatti a sorpresa. Ormai siamo abituati a vedere così tante foto spaziali che forse a volte ci sfugge quanto è emozionante un'immagine che riprende un angolo del Sistema Solare da un punto di vista diverso dal nostro, ed ancora più emozionante è se in quell'angolo c'è anche la Terra (e soprattutto l'Italia!).

Questa bellissima foto ricordo della Terra e di Marte è stata ripresa in un sol colpo dalla Narrow Angle Camera (NAC) della sonda della NASA Lunar Reconnaissance Orbiter (LRO) il 24 maggio 2014.

Lo scatto ha richiesto molta pianificazione e il team ha dovuto fare pratica con Marte nei giorni precedenti per affinare le impostazioni della fotocamera.

Marte by LRO

Credit: NASA/GSFC/Arizona State University

Queste due immagini, ad esempio, erano state acquisite un paio di settimane prima, a quattro ore di distanza l'una dall'altra. A sinistra, si è tentata una ripresa di Syrtis Major (la macchia scura sulla destra del disco); a destra, una vista di Acidalia Planitia (la macchia scura in alto a sinistra). Ma Marte, che quel giorno era a circa 100 milioni di chilometri da LRO, occupa solo 10 pixel in questi scatti.

Visto dalla Narrow Angle Camera della sonda, il Pianeta Rosso può variare da meno di 2 pixel, quando si trova alla massima distanza (400 milioni di chilometri), a 14 pixel quando si trova nel punto più vicino (55 milioni di chilometri).

Ogni immagine NAC è formata da righe di 5.064 pixel che si formano una dopo l'altra, grazie ad un sensore CCD che funziona allo stesso modo di uno scanner piano per computer. Ogni foto così acquisita è leggermente compressa lungo l'asse verticale a causa di una leggera sovrapposizione delle righe, necessaria per assicurare che non ci siano "vuoti" nelle foto. Questo si traduce in una risoluzione orizzontale e verticale leggermente diversa che può essere uniformata ricampionando l'immagine.

Se la sonda non si muovesse, le righe di pixel riprenderebbero sempre la stessa area più volte: così, è grazie al movimento della navicella, combinato con il tempo di esposizione della fotocamera, che si ottiene la composizione finale.

Terra e Marte by LRO

Credit: NASA/GSFC/Arizona State University

Quando questa foto è stata acquisita, la Terra era a 376.687 chilometri di distanza da LRO, mentre Marte, che occupa circa 12 pixel in questa foto NAC ed è stato maggiormente contrastato per una migliore visibilità, era 300 volte più distante, a circa 112.5 milioni di chilometri.

Letto: 3103 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista