Scritto: Mercoledì, 16 Febbraio 2022 05:08 Ultima modifica: Mercoledì, 16 Febbraio 2022 06:06

Psyche potrebbe non essere un gigante di ferro


L'asteroide 16 Psyche, che gli astronomi ritenevano fosse una palla di ferro, potrebbe nascondere una componente rocciosa.

Rate this item
(3 votes)
Psyche potrebbe non essere un gigante di ferro
Crediti: NASA/JPL-Caltech/ASU

Questo oggetto, che la NASA sta visiterà con una navicella spaziale nel 2026, è uno degli asteroidi più grandi della Fascia Principale situata tra le orbite di Marte e Giove e è il più grande asteroide di tipo M. Come tale, finora si pensava fosse costituto principalmente da ferro e nichel, come il nucleo metallico di un pianeta primordiale. Alcuni erano addirittura convinti che potesse contenere così tanti metalli da fantasticare sul suo potenziale valore economico, fornendo anche stime da capogiro e ipotizzando che un pezzo di ferro delle sue dimensioni possa valere circa 10.000 quadrilioni di dollari, più dell’intera economia mondiale.

Ma le osservazioni da Terra hanno inviato segnali contrastanti e sollevato alcuni dubbi. Ora, secondo un nuovo studio guidato dalle Università Brown e Purdue, l'asteroide potrebbe essere "meno heavy metal e più hard rock".

Un gomitolo di metallo

In effetti, la superficie di Psyche riflette come se fosse un metallo e ciò aveva portato gli scienziati a credere che potesse trattarsi del nucleo ferroso di un protopianeta, spogliato di mantello e crosta. Tuttavia, le misurazioni della massa e della densità raccontano una storia diversa. Il modo in cui la sua gravità trascina i corpi vicini suggerisce che l'asteroide è molto meno denso di quanto dovrebbe essere un gigantesco pezzo di ferro. Quindi, se Psyche è davvero tutto metallico, dovrebbe anche essere anche altamente poroso, un po' come una gigantesca palla di lana d'acciaio dove le parti piene eguaglino quasi i vuoti.

La simulazione

"Quello che volevamo fare con questo studio era vedere se fosse possibile per un corpo di ferro delle dimensioni di Psyche mantenere quella porosità vicina al 50%", ha affermato nel comunicato Fiona Nichols-Fleming, Ph.D. alla Brown e autore principale del nuovo documento. E "abbiamo scoperto che è molto improbabile".

Il team ha creato un modello al computer, basato sulle proprietà termiche note del ferro metallico, per stimare come si sarebbe evoluta nel tempo la porosità di un grande corpo ferroso.

La simulazione ha mostrato che per mantenere un'alta porosità, la temperatura interna di Psyche si sararebbe dovuta raffreddare al di sotto dei 525 gradi Celsius poco dopo la sua formazione.  A temperature superiori, il ferro sarebbe stato così malleabile che la gravità stessa dell'oggetto lo avrebbe fatto collassare chiudendo tutti i pori all'interno della massa. Ma, sulla base di quello che sappiamo sul primo Sistema Solare, è estremamente improbabile che un corpo delle dimensioni di Psyche , con un diametro di circa 225 chilometri, possa essersi raffreddato così rapidamente, dicono i ricercatori.

Inoltre, qualsiasi evento che potrebbe aver aggiunto porosità a Psyche dopo la formazione, come un'enorme collisione, avrebbe probabilmente anche riscaldato l'asteroide al di sopra dei 525 gradi Celsius. Quindi è improbabile che qualsiasi porosità introdotta di recente possa essere durate fino ad oggi.

Questi indizi, dice il team, suggeriscono che Psyche non è un corpo interamente di ferro. Più probabilmente, ospita una componente rocciosa nascosta che ne riduce la densità.

Il ferro è solo un vestito

Ma se Psyche ha una componente rocciosa, perché la sua superficie sembra così metallica vista dalla Terra
Secondo i ricercatori potrebbe dipendere dal ferrovulcanismo. È possibile, affermano, che l'asteroide sia in realtà un corpo differenziato con un mantello roccioso e un nucleo di ferro ma la diffusa attività ferrovulcanica abbia portato in superficie grandi quantità del nucleo, rivestendo Psyche  di ferro sopra lo strato roccioso. 

In ogni caso, ben presto gli scienziati potranno svelare il mistero. La NASA lancerà quest'anno una navicella spaziale che incontrerà l'asteroide tra quattro anni.
"La missione è eccitante perché Psiche è una cosa così bizzarra e misteriosa", ha detto Nichols-Fleming. "Quindi tutto ciò che la missione troverà saranno nuovi dati davvero importanti per la nostra conoscenza del Sistema Solare".

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 279 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 16 Febbraio 2022 06:06

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 28 giugno 2022

StatisticaMENTE

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 28 giugno. Reboost! ...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 21 giugno. Statistiche sul...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora