Scritto: Sabato, 30 Novembre 2013 07:50 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

KOI-351: un Sistema Solare molto simile al nostro


Un team di astronomi europei ha scoperto un nuovo sistema planetario molto simile al nostro, formato da sette pianeti.
Le informazioni erano nascoste tra la grande mole di dati trasmessi dal telescopio della NASA Kepler, grazie al quale abbiamo già rilevato oltre 3.500 pianeti candidati.

Rate this item
(0 votes)

Sistema Solare KOI351 comparation

Credit: DLR (CC-BY 3.0)

Un team di astronomi europei ha scoperto un nuovo sistema planetario molto simile al nostro, formato da sette pianeti.
Le informazioni erano nascoste tra la grande mole di dati trasmessi dal telescopio della NASA Kepler, grazie al quale abbiamo già rilevato oltre 3.500 pianeti candidati.

KOI-351 è "il primo sistema con un significativo numero di pianeti che mostra una chiara gerarchia, come il Sistema Solare, con pianti interni piccoli, probabilmente rocciosi e giganti gassosi all'esterno", scrive il Dott. Juan Cabrera, dell'Istituto di Ricerca Planetaria presso il Centro Aerospaziale Tedesco, al sito Universe Today.

Tre dei sette pianeti sono stati rilevati all'inizio di quest'anno ed orbitano con periodi rispettivamente di 59, 210 e 331 giorni, similmente a Mercurio, Venere e alla Terra (88, 255 e 365)
Ma i periodi orbitali di questi pianeti variano di ben 25,7 ore, la più alta variazione nel periodo orbitale rilevata finora in un pianeta extrasolare.

Nei sistemi planetari in cui i corpi sono abbastanza vicini, l'attrazione gravitazionale dei più grandi può causare l'accelerazione o la decelerazione di un altro pianeta lungo la sua orbita. Questi "rimorchiatori" hanno effetto sulle variazioni dei periodi orbitali e possono anche svelare, con analisi di modelli matematici, la presenza di pianeti più piccoli. Così, Cabrera e il suo team hanno dedotto gli altri quattro pianeti di KOI-351.

Ma questi nuovi pianeti sono molto vicini alla loro stella madre, più di quanto Mercurio lo è al Sole, con periodi orbitali di 7, 9, 92 e 125 giorni.

KOI-351 sembra essere un "sistema compatto", con il periodo orbitale del pianeta più esterno inferiore a quello della Terra. Ma nonostante questo, è anche il sistema planetario più simile al nostro, in termini di architettura.

Il documento è stato accettato per la pubblicazione dalla rivista Astrophysical Journal ed è disponibile per il download qui.

Mentre ad oggi rimane da analizzare ancora quasi un anno di dati rilevati da Kepler, il telescopio spaziale, la cui missione era stata dichiarata conclusa l'estate scorsa, potrebbe continuare la caccia di pianeti extrasolari.
Gli scienziati dell'Ames Research Center hanno recentemente sottoposto alla NASA la nuova missione K2 che verrà valutata entro la prossima primavera.

Read 4645 times Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 25 Febbraio) Hot!

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 26 Febbraio [Last update: 02/26/2020

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 26 Febbraio [Last update: 02/26/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 25/2/20 - Sol 443] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 17/2/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 14 Febbraio [updated on Feb,14]

HOT NEWS