Scritto: Martedì, 01 Dicembre 2020 14:28 Ultima modifica: Venerdì, 04 Dicembre 2020 09:57

Arecibo è collassato!


L'immagine diffusa 2 ore fa testimonia la "decapitazione" dei tre piloni e la caduta della piattaforma sospesa, con nuvole di polvere sollevate dall'impatto sicuramente violentissimo. Aggiornamento del 4 Dicembre

Rate this item
(1 Vote)
Arecibo è collassato! Credits: Deborah Martorell - Processing: Marco Di Lorenzo

 Su queste pagine avevamo seguito l'evoluzione sempre più drammatica della situazione nel più celebre radiotelescopio al mondo, uno strumento storico in funzione da oltre mezzo secolo. Uno e tre mesi fa, infatti, si erano verificati i distacchi inattesi e preoccupanti di due dei cavi d'acciaio che ne sostengono i ricevitori sul piano focale; era solo l'inizio della fine e la situazione era divenuta talmente seria da portare, una dozzina di giorni fa, alla grave decisione di smantellare definitivamente l'osservatorio.

Arequiem3

 Quella decisione si è rivelata purtroppo opportuna: come si temeva, alla fine i cavi superstiti dello stesso pilone coinvolto nei precedenti distacchi, sottoposti a carico eccessivo, hanno ceduto anche loro e a quel punto nulla ha potuto fermare la catastrofe preannunciata. Come si intuisce dalla dettagliata ripresa aerea qui sopra, il primo a cedere è stato proprio il sistema di cavi già messo a dura prova (pilone in basso); a quel punto, come in una gigantesca altalena, l'enorme piattaforma focale sospesa a un centinaio di metri d'altezza e pesante 900 tonnellate è si è allontanata in direzione opposta andando a schiantarsi contro la collina parzialmente scavata. Nel frattempo, il grande binario su cui erano installati i ricevitori si è staccato dalla piattaforma focale, probabilmente trattenuto dal geoide sporgente che ha contattato il riflettore deformandolo a partire dal centro, ed è poi piombato sul riflettore stesso, facendo danni estesi. Intanto, anche gli altri due sistemi di cavi cedevano e, in particolare, in alto a sinistra si vede chiaramente il fascio di cavi sparpagliati intorno al punto in cui è caduta anche la sommità del pilone di cemento "decapitato"!

 Il 3 dicembre sono stati diffusi dal sito nsf due filmati impressionanti dell'evento, uno ripreso dal suolo in una insenatura a fianco della parete su cui si è schiantata la piattaforma, l'altro dal lato opposto da un drone che, proprio al momento della rottura dei cavi del pilone n.4 (quella che ha innescato il collasso) volava vicinissimo ad esso. Le due sequenze confermano in pieno la dinamica ipotizzata qui sopra, tranne per il fatto che il binario con i ricevitori si è staccato dalla piattaforma spontaneamente, prima di toccare terra.

 Per fortuna, l'area era stata circoscritta dopo il collasso del secondo cavo il 6 novembre, quindi nessuno dovrebbe essere stato coinvolto nella caduta, ma è un giorno comunque triste per la radioastronomia...

Arequiem2

Un'altra vista dopo il crollo

https://twitter.com/adamonzon/status/1333742939005218816?s=20

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 181 volta/e Ultima modifica Venerdì, 04 Dicembre 2020 09:57

Guarda il video

Courtesy of the Arecibo Observatory, a U.S. National Science Foundation facility
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « Cianogeno sulla Borisov Borisov alla minima distanza! »

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 25 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista