Scritto: Giovedì, 15 Ottobre 2020 20:40 Ultima modifica: Sabato, 17 Ottobre 2020 06:26

Spazzatura spaziale: tra poche ore potrebbe avverarsi la sindrome di Kessler


Tra poche ore due grandi detriti spaziali rischiano di scontrarsi. Quest'anno è la seconda volta in cui rischiamo la sindrome di Kessler.

Rate this item
(1 Vote)
Un frame tratta da un'animazione di LeoLabs che riproduce il passaggio ravvicinato dei due detriti. Un frame tratta da un'animazione di LeoLabs che riproduce il passaggio ravvicinato dei due detriti. © LeoLabs via Twitter

Secondo l'avviso emesso dalla compagnia di monitoraggio LeoLabs, alle 00:56 UTC del 16 ottobre (02:56 ora italiana) un vecchio stadio di razzo cinese ed un satellite militare russo dismesso, dovrebbero passare a 25 metri +/- 18 metri l'uno dall'altro, secondo le ultime previsioni. L'incontro ravvicinato e potenzialmente molto pericoloso avrà luogo sopra l'Oceano Atlantico meridionale, appena al largo della costa dell'Antartide, a 991 chilometri di quota. L'ultima previsione è leggermente meno allarmistica rispetto al primo rilevamento che dava un passaggio a 12 metri circa ed una probabilità di collisione maggiore del 10% (davvero alta!). 

I due detriti spaziali hanno una massa complessiva di 2.800 chilogrammi e viaggiano in direzioni opposte con una velocità relativa di 14,7 chilometri al secondo.
Lo stadio cinese fa parte di un razzo Long March 4B lanciato il 10 maggio 1999 mentre il satellite è Parus (o Kosmos 2004) lanciato il 22 febbraio 1989.

LeoLabs ha programmato un'attività di monitoraggio per verificare la presenza o meno di detriti dopo l'incontro. E fino a quel momento dovremo tutti tenere le dita incrociare: un evento di questo tipo potrebbe tradursi in un aumento significativo (dal 10 al 20%) di detriti nella bassa orbita terrestre (LEO) e questi a loro volta potrebbero innescare collisioni a catena, dando il via a quella che viene chiamata sindrome di Kessler (per un approfondimento, segnalo il mio articolo su #oggiscienza).

Solo pochi giorni fa, il rapporto annuale dell'ESA sulla spazzatura spaziale poneva l'accento sulle misure adottate per contrastare il problema, ancora insufficienti.

Stay tuned!

 

Aggiornamento 16 ottobre 2020 ore 04:50

LeoLabs ha riportato che, 10 minuti dopo l'ipotetico contatto, il satellite russo è passato davanti un loro radar che ha rilevato un solo oggetto (come si sperava!). Sembra quindi che non ci sia stata alcuna collisione anche se saranno necessari ulteriori monitoraggi nei prossimi giorni.

Aggiornamento 17 ottobre 2020

In base alle ultime rilevazioni, i due oggetti sono passati ad 8,43 metri l'uno dall'altro…. si sono letteralmente sfiorati!

%MCEPASTEBIN%

Altre informazioni su questo articolo

Read 108 times Ultima modifica Sabato, 17 Ottobre 2020 06:26
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 ottobre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/10 - Sol 679] - Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 21/10/20 ore 00:22). HOT! ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 17 Ottobre [updated on Oct,17]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista