Scritto: Mercoledì, 12 Agosto 2020 09:12 Ultima modifica: Mercoledì, 12 Agosto 2020 13:16

Arecibo seriamente danneggiato!


La parabola del celebre radiotelescopio di Porto Rico è parzialmente collassata a causa della rottura di un cavo d'acciaio di sostegno

Rate this item
(1 Vote)
Arecibo seriamente danneggiato! Credits: University of Central Florida

 La notizia risale a lunedi ma solo nelle ultime ore le immagini stanno circolando. Uno dei cavi ausiliari che, partendo dai tre piloni sul bordo, contribuiscono a sostenere la piattaforma metallica nel fuoco della parabola ha ceduto; cadendo, ha poi causato uno squarcio ampio 30 metri sul delicato riflettore di 305 metri di diametro, costituito da tasselli di alluminio bucherellato che riflettono le onde radio. L'immagine che riportiamo qui sopra è eloquente nella sua drammaticità.

 Ovviamente, le osservazioni sono state interrotte fino a quando non sarà possibile effettuare le riparazioni. L'evento si è verificato alle 6:45 di mattina in Italia (sul posto era notte fonda) e il cavo da tre pollici, cadendo da oltre cento metri d'altezza, ha danneggiato anche 6-8 pannelli nella "cupola gregoriana" sospesa nel fuoco del riflettore, attorcigliandosi attorno alla piattaforma utilizzata per accedere alla cupola stessa.

081120 arecibo2

Immagine ripresa prima del disastro, si vedono chiaramente i cavi di sostegno come pure la cupola sospesa nel fuoco gregoriano. - Credits:UCF, National Science Foundation

 Non è ancora chiaro cosa abbia causato la rottura del cavo. "Abbiamo un team di esperti che sta valutando la situazione" riferisce Francisco Cordova, direttore dell'osservatorio. "Il nostro obiettivo è assicurare la sicurezza del nostro personale, proteggere le strutture e le attrezzature e ripristinare le operazioni complete il più presto possibile, in modo che possa continuare ad assistere gli scienziati di tutto il mondo."

 Lo sfortunato radiotelescopio ha dovuto fronteggiare parecchie calamità naturali nei suoi 50 anni di vita. L'ultima volta, come si ricorderà, è successo 3 anni fa, quando con l'uragano tropicale Maria investì in pieno l'osservatorio facendo precipitare in quel caso una lunga e pesante antenna, fissata sempre nel fuoco del riflettore. In quella occasione, ci volle circa un anno e 14 milioni di dollari per ripararlo; in questo caso il danno sembra anche peggiore...

 

Riferimenti: https://astronomynow.com/2020/08/11/arecibo-radio-telescope-damaged-by-cable-break/

Altre informazioni su questo articolo

Read 758 times Ultima modifica Mercoledì, 12 Agosto 2020 13:16
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

 Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/9 - Sol 645] - Meteoro...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista