Scritto: Mercoledì, 12 Giugno 2013 05:32 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

Lone Signal: alla ricerca del primo contatto con E.T.


Anche se gli scienziati hanno ascoltato l'Universo per anni alla ricerca di altre forme di vita, ben poco è stato fatto per inviare nostri segnali mirati nel cosmo.
Chiamati METI (Messaging to Extraterrestrial Intelligence) o Active SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence), in realtà finora, sono stati solo brevi lampi di informazioni.

Il dr. Jacob Haqq-Misra è il leader di un team di scienziati ed imprenditori che sta per lanciare una nuova iniziativa "Lone Signal" (letteralmente Segnale Solitario) che invierà il primo treno continuo di messaggi nello spazio, a partire da questo mese.

Rate this item
(0 votes)

Jamesburg Earth Station radio dish

Anche se gli scienziati hanno ascoltato l'Universo per anni alla ricerca di altre forme di vita, ben poco è stato fatto per inviare nostri segnali mirati nel cosmo.
Chiamati METI (Messaging to Extraterrestrial Intelligence) o Active SETI (Search for Extraterrestrial Intelligence), in realtà, finora, sono stati solo brevi lampi di informazioni.

Il dr. Jacob Haqq-Misra è il leader di un team di scienziati ed imprenditori che sta per lanciare una nuova iniziativa "Lone Signal" (letteralmente Segnale Solitario) che invierà il primo treno continuo di messaggi nello spazio, a partire da questo mese.

I segnali saranno appositamente dedicati al sistema Gliese 526, identificato come un sistema solare potenzialmente abitabile.

Il pubblico potrà partecipare.
"Fin dall'inizio volevamo che fosse un esperimento in cui chiunque sulla Terra potesse partecipare", ha detto Haqq-Misra ieri, 11 giugno, nel corso di una conferenza stampa annunciando il progetto.

"Il nostro obiettivo scientifico è scoprire essere senzienti al di fuori del nostro Sistema Solare", spiega il co-fondatore di Lone Star, Pierre Fabre. "Ma una parte importante di questo progetto è convincere le persone a guardare oltre se stessi e le loro differenze e pensare a cosa direbbero di una civiltà diversa".

Per Lone Signal verrà riutilizzata una stazione presso il Jamesburg Earth Station di Carmel, California, dell'epoca delle missioni Apollo.

Il progetto prevede lìinvio di due segnali: un'onda continua (CW), un lento saluto binario che fornisce informazioni sulla Terra e sul nostro Sistema Solare, basato su un sistema di codifica creato da astrofisico e scienziato planetario Michael W. Busch; mentre il secondo segnale, che incorpora il primo, sarà un messaggio dai popoli della Terra.

Dal momento in cui il sistema Gliese 526 si trova a 17,6 anni luce da noi, i messaggi verranno trasmessi alle coordinate in cui si troverà la stella tra 17,6 anni da oggi.

Se si vuole essere parte del progetto, ci si può iscrivere al sito Lone Signal e attendere il 18 giugno quando l'iniziativa prenderà il via.
Il primo messaggio testuale sarà gratuito, i successivi o messaggi più complessi, come l'invio di immagini, chiederanno un piccolo contributo che servirà per finanziare il progetto.
Registrandosi, il sito offrirà una serie di plus come la possibilità di tracciare il proprio messaggio inviato da Terra e condividere in rete.
Il team ha specificato che ogni messaggio verrà inviato singolarmente e non sarà raggruppato con altri.

Mentre alcuni scienziati ritengono che l'invio di informazioni nello spazio possa rappresentare un pericolo ed attirare le attenzioni indesiderate di potenziali civiltà extraterrestri aggressive, Haqq-Misra pensa che i benefici superino i potenziali rischi.

Letto: 2003 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 22 gennaio [updated on Jan,22]...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista