Scritto: Sabato, 01 Giugno 2013 07:31 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

Il flyby dell'asteroide binario 1998 QE2


Quando avevamo annunciato il suo transito, qualche giorno fa, l'asteroide 1998 QE2 si presentava come un'ottima opportunità di osservazione astronomica e di studio, tuttavia, la sorpresa doveva ancora arrivare.

Grazie ad una sequenza di immagini radar ottenute, nell'arco di due ore, con la Deep Space Network antenna (70 metri) di Goldstone (California), il 29 maggio scorso, gli scienziati hanno scoperto che 1998 QE2 è in realtà un sistema binario.

Rate this item
(0 votes)

1998 QE2 e la sua luna

Credit: NASA/JPL-Caltech/GSSR

Quando avevamo annunciato il suo transito, qualche giorno fa, l'asteroide 1998 QE2 si presentava come un'ottima opportunità di osservazione astronomica e di studio, tuttavia, la sorpresa doveva ancora arrivare.

Grazie ad una sequenza di immagini radar ottenute, nell'arco di due ore, con la Deep Space Network antenna (70 metri) di Goldstone (California), il 29 maggio scorso, gli scienziati hanno scoperto che 1998 QE2 è in realtà un sistema binario.
Nel momento delle osservazioni, l'asteroide si trovava a 6 milioni di chilometri, ossia a 15,6 distanze lunari.

1998 QE2 animation

Credit: NASA/JPL-Caltech/GSSR

Nella popolazione di asteroidi vicino alla Terra, circa il 16% di quelli grandi 200 metri o più sono in realtà sistemi binari o tripli.
Nel caso di 1998 QE2, le immagini radar hanno suggerito un corpo principale di circa 2,7 chilometri di diametro con un periodo di rotazione inferiore alle 4 ore. La superficie sembra presentare molte concavità.
Intorno ad esso, ruota un satellite di circa 600 metri di diametro.

E' stato individuato il 19 agosto 1998, dal Massachusetts Institute of Technology con il programma Lincoln Near Earth Asteroid Research (LINEAR), a Socorro, New Mexico.

Il suo massimo avvicinamento con il nostro pianeta si è verificato questa notte, alle 22:59 ora italiana, quando 1998 QE2 è passato a 5,8 milioni di chilometri, ossia a circa 15 volte la distanza Terra - Luna. Tornerà a farci visita ogni 15 anni ma questo sarà il suo flyby più vicino per i prossimi 2 secoli.

La risoluzione di questa prima ripresa è di circa 75 metri per pixel ed altre osservazioni, sia con la Deep Space Network antenna che con l'Osservatorio di Arecibo a Porto Rico, sono previste tra il 30 maggio e il 9 giugno.

Altre riprese sono state effettuate dal team dell'Osservatorio di Remanzacco (Italia) guidato da Ernesto Guido e dalla squadra del Virtual Telescope Project di Gianluca Masi.

1998 QE2 Remanzacco 31 maggio 2013

Credit: NASA/JPL-Caltech/GSSR Credit and copyright: Ernesto Guido and Nick Howes, Remanzacco Observatory

1998 QE2 Remanzacco animation

Credit: E. Guido & N. Howes

1998 QE2 VST

 Credit and copyright: Gianluca Masi, Ceccano, Italy; Virtual Telescope Project

Letto: 1880 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista