La Terra è costantemente bombardata da detriti spaziali naturali: frammenti di comete ed asteroidi, i cosiddetti meteoroidi. La maggior parte brucia in atmosfera ma alcuni, più grandi, possono essere potenzialmente pericolosi.
La frequenza con cui avvengono tali eventi sul nostro pianeta non ben nota per l'impossibilità di rilevarli prontamente e di tenere monitorata costantemente l'intera volta celeste. Tuttavia, sorvegliare la Luna è più facile ed è un buon modo per comprendere quanto spesso gli impatti si verificano e la loro reale minaccia.
L'atmosfera del nostro satellite, infatti, è trascurabile, con una massa totale inferiore a 10 tonnellate e, come tale, lascia passare anche gli oggetti più piccoli che viaggiano a velocità elevate. Questi riescono a raggiungere la superficie, impattando e generando un lampo di luce che, se abbastanza potente, può essere visto dalla Terra. Successivamente, gli scienziati possono utilizzare i dati sulla luminosità del flash per stimare le dimensioni e la massa dell'oggetto che lo ha causato.

Il progetto NELIOTA (Near-Earth object Lunar Impacts and Optical TrAnsients), finanziato dall'ESA e dal National Observatory of Athens presso il Kryoneri Observatory in Grecia, cerca i lampi dove sono più facili da osservare, ossia nella porzione del disco lunare che rimane all'ombra della Terra. Utilizza un telescopio da 1,2 metri ed un sistema a doppia fotocamera che divide la luce del flash in due colori. Questo aiuta gli scienziati a stimare un'altra importante caratteristica dell'impatto, la temperatura.

100-esimo flash lunare

A sinistra, il 100-esimo flash lunare ripreso dal progetto NELIOTA; a destra, lo stesso evento ripreso dal Sharjah Lunar Impact Observator.
Crediti: ESA/NOA, +Sharjah Lunar Impact Observatory, UAE

Il centesimo rilevamento di NELIOTA, avvenuto il 1 marzo 2020 alle 16:54:24.09 UT, non solo ha segnato una pietra miliare ma è stato anche il primo confermato (in simultanea) da un altro osservatorio, il Sharjah Lunar Impact Observatory (SLIO) della Sharjah Academy for Astronomy, Space Sciences & Technology negli Emirati Arabi

100-esimo impatto lunare

Crediti:ESA

Recentemente, il team NELIOTA ha partecipato alla campagna di osservazione di BepiColombo, riprendendo la sonda durante il suo swing-by attorno alla Terra (video in allegato).