Scritto: Sabato, 20 Luglio 2019 05:51 Ultima modifica: Sabato, 20 Luglio 2019 08:27

Addio, Tiangong-2!


Il secondo "Palazzo Celeste" ha effettuato ieri un rientro controllato sull'Oceano Pacifico. Quale sarà il prossimo passo della Cina?

Rate this item
(1 Vote)
Rappresentazione artistica della Tiangong-2 in orbita Rappresentazione artistica della Tiangong-2 in orbita Credits: CNSA/Repubblica.it

 Tanto per rubare l'attenzione del mondo, rivolta tra ieri e oggi alle celebrazioni per il cinquantenario del primo sbarco lunare e, per quanto ci riguarda, anche all'imminente partenza di Luca Parmitano verso la ISS, l'agenzia spaziale cinese ha deciso di effettuare il preannunciato de-orbit della sua stazione spaziale. In effetti, intorno alle 15 di ieri (ora italiana), la stazione è stata fatta rientrare sull'Oceano Pacifico; il de-orbit è stato preceduto da un de-boost che ne aveva abbassato la quota di 101 km alcune ore prima (da 381,9 km a circa 280,5 km di altezza media), come documentato dai dati NORAD estratti questa notte tramite la pagina di "richiesta speciale dati" su Celestrak e rappresentati di seguito (gli andamenti storici completi sono visionabili nel Mission Log, ancora disponibile per qualche giorno a destra nella Home Page).

Tg2 resume

Tabella riassuntiva dei parametri orbitali di Tiangong-2 nell'ultima settimana (in basso a destra), nelle ultime 6 settimane (in basso a sinistra) e nei 9 mesi precedenti (in alto) - Data source: NORAD/Celestrak/T.S.Kelso - Processing: M. Di Lorenzo

 L'operazione era stata preannunciata qualche mese fa ed è avvenuta in due fasi, con la stazione ancora perfettamente funzionante; evidentemente si voleva garantire un rientro sicuro e preciso in atmosfera, evitando di ripetere la semi-figuraccia della Tiangong-1, che ad Aprile dell'anno scorso fece un rientro incontrollato tenendo il mondo con il fiato sospeso per poi cadere, fortunatamente, nel Pacifico sud-orientale. Stavolta, CNSA aveva dichiarato in anticipo che eventuali porzioni non distrutte nel rientro in atmosfera sarebbero precipitate nel Sud Pacifico a est della Nuova Zelanda, a una longitudine compresa tra i 160° e i 90° ovest e a una latitudine tra i 30° e i 45° sud. Si tratta del cosiddetto "Point Nemo", utilizzato da decenni come discarica spaziale dalle varie agenzie, in quanto è la regione meno abitata del pianeta, a migliaia di chilometri da isole e terraferma in tutte le direzioni.

Tg2 JasonLee Reuters

Modello in scala reale della Tiangong-2 - Credits: Jason Lee / Reuters

 Ricordiamo che Tiangong-2, lanciata nel settembre 2016 dal deserto dei Gobi, era lunga circa 10 metri (un decimo della ISS) e larga 3m; un mese dopo il lancio, ha ospitato la più lunga missione di due taikonauti (così si chiamano gli astronauti cinesi), che vi hanno abitato e lavorato per 30 giorni, dopo essersi agganciati al "Palazzo Celeste" con la navicella spaziale Shenzhou-11. Era stata pensata per durare due anni ma ha superato le aspettative, rimanendo operativa, anche se disabitata, per quasi 3 anni.

1538386090 screenshot 2018 09 28 11.13.16 800x533

Rappresentazione artistica di come dovrebbe apparire Tiangong-3 in configurazione completa. - Credits: CNSA

 A questo punto, la potenza spaziale cinese può dedicarsi completamente alla realizzazione della prossima stazione abitata, decisamente più grande e ambiziosa, Tiangong-3. Il lancio del modulo centrale, già rinviato svariate volte, dovrebbe avvenire l'anno prossimo; ne riparleremo sicuramente!

 

Riferimenti:

https://www.repubblica.it/scienze/2019/07/19/news/precipitata_sul_pacifico_la_stazione_spaziale_cinese_tiangong-2-231583214/

https://www.focus.it/scienza/spazio/tiangong-2-il-rientro-in-atmosfera-del-palazzo-celeste

Altre informazioni su questo articolo

Read 324 times Ultima modifica Sabato, 20 Luglio 2019 08:27
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre (ore 22.30)

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 7 Dicembre)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 7/12 [Last update: Dec,07]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 30/11/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 7/12 [Last update: Dic,07].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 7/12 - Sol 365]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 13/8/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 6 Dicembre [updated on Dec,06]

HOT NEWS