Scritto: Giovedì, 21 Marzo 2013 05:56 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

Asteroidi intorno alla Terra: 2013 ET by NASA Deep Space Network


Un'altra roccia spaziale è stata fotografata il 10 marzo scorso dal Deep Space Network della NASA a Goldstone, California, quando l'asteroide si trovava a 2,9 distanze lunari (1,1 milioni di chilometri).

Attraverso gli echi di ritorno sulla grande antenna radar di 70 metri di diametro, gli astronomi hanno ricostruito 18 immagini di 2013 ET, questo il nome assegnato all'oggetto, di circa 40 metri di diametro.

Rate this item
(0 votes)

2013 ET asteroide

Credit: NASA/JPL-Caltech/GSSR 

Un'altra roccia spaziale è stata fotografata il 10 marzo scorso dal Deep Space Network della NASA a Goldstone, California, quando l'asteroide si trovava a 2,9 distanze lunari (1,1 milioni di chilometri).

Attraverso gli echi di ritorno sulla grande antenna radar di 70 metri di diametro, gli astronomi hanno ricostruito 18 immagini di 2013 ET, questo il nome assegnato all'oggetto, di circa 40 metri di diametro.

Gli scatti sono avvenuti nell'arco di 1,3 ore.
In questo periodo di tempo l'asteroide ha effettuato solo una parte della sua rotazione, suggerendo che ne compie una completa in qualche ora.

Le osservazioni radar sono state condotte da Marina Brozovic e Lance Benner del NASA Jet Propulsion Laboratory, Pasadena, California.

Il piccolo asteroide è stato individuato solo qualche giorno prima del suo passaggio più ravvicinato alla Terra, a poco più di 1 milione di chilometri. Una distanza di tutta sicurezza se si pensa che l'ormai famoso 2012 DA14, il 15 febbraio 2013, ha effettuato il suo flyby sul nostro pianeta raggiungendo la distanza minima di 28.163 chilometri.
Solo un paio di giorni prima della scoperta di 2013 ET, un'altra piccola roccia spaziale, 2013 EC, individuata dal Mt. Lemmon Observatory in Arizona, era passata poco all'interno dell'orbita della Luna, raggiungendo il suo massimo avvicinamento alle 7:35 UTC del 4 marzo scorso.

2013 ET orbita

Source: ssd.jpl.nasa.gov

La tecnica radar è estremamente efficace per studiare la dimensione di un asteroide, la forma, lo stato di rotazione, le caratteristiche superficiali e le rugosità e, per migliorare il calcolo delle orbite successive, verificando se costituirà un potenziale pericolo per il nostro pianeta in futuro. Informazioni, queste, spesso impossibili da risolvere con i telescopi ottici.

Per convezione le immagini radar appaiono "illuminate" dall'alto, questo è il punto dell'oggetto più vicino all'antenna.
La larghezza dell'asteroide dipende dal suo tasso di rotazione e dalla prospettiva dell'antenna.

Letto: 2517 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista