Scritto: Lunedì, 29 Gennaio 2018 12:28 Ultima modifica: Lunedì, 29 Gennaio 2018 19:16

2016 CO246, un altro "compagno della Terra"


Questo piccolo asteroide NEO (diametro tra 20 e 40 metri) tra meno di 1 mese ci passerà accanto, continuando a danzare nelle nostre vicinanze con lo stesso periodo di rivoluzione della Terra.

Rate this item
(0 votes)
Traiettorie geocentriche nel passato e nel futuro, da parte di 2016 CO246. L'unità di misura è l'unità astronomica, la Terra è indicata dal cerchio verde mentre il Sole è nella direzione indicata dalla freccia gialla. Il puntino rosso indica la posizione attuale, quelli viola e azzurro le posizioni iniziale e finale. Traiettorie geocentriche nel passato e nel futuro, da parte di 2016 CO246. L'unità di misura è l'unità astronomica, la Terra è indicata dal cerchio verde mentre il Sole è nella direzione indicata dalla freccia gialla. Il puntino rosso indica la posizione attuale, quelli viola e azzurro le posizioni iniziale e finale. Autore: M. Di Lorenzo - data source: NASA/JPL/SSD

 Un anno e mezzo fa avevamo raccontato di 2016 HO3, il miglior rappresentante di una particolare categoria di NEO che possono essere considerati "quasi satelliti" del nostro pianeta perchè, anche se in realtà orbitano attorno al Sole e non sono gravitazionalmente legati alla Terra, la loro traiettoria li porta a disegnare una vera e propria danza attorno al nostro pianeta, non troppo diversa dall'orbita lunare anche se molto più ampia.

 Anche 206 CO246, scoperto nello stesso anno, appartiene a quella categoria, sebbene la sua traiettoria vista da Terra assomigli di più a una specie di "ferro di cavallo" con il nostro pianeta al centro dei due corni. E' proprio questa traiettoria che ha portato l'oggetto ad avvicinarsi molto alla Terra un anno fa e più o meno la stessa cosa farà anche quest'anno, il 22 Febebraio, quando giungerà a soli 5,85 milioni di km dalla Terra (poco più di 15 distanze lunari) e poi ricomincerà progressivamente ad allontanarsi, per tornare a visitarci da vicino tra più di un secolo.

 In effetti, guardando l'immagine d'apertura che è stata realizzata dal sottoscritto partendo dalle effemeridi fornite dal sito JPL, l'asteroide varia continuamente la sua orbita ma il periodo è, in media, sempre 1 anno. La sua eccentricità (attualmente 0.125) e l'inclinazione rispetto all'eclittica (6,4°) lo hanno portato ad avvicinarsi progressivamente a noi seguendo una specie di traiettoria elicoidale; tra il 2017 e il 2018 è arrivato ad avvicinarsi parecchio, in futuro si allontanerà progressivamente, seguendo uno schema già realizzato all'inizio del ventesimo secolo e che si ripeterà nel 2132/33, con una periodicità di circa 116 anni, come mostrato nella figura sottostante.

2016 CO246

Andamento della distanza minima di CO246 dalla Terra in ogni anno, si noti la scala verticale logaritmica / Autore: M. Di Lorenzo - data source: NASA/JPL/SSD

 Anche se può sembrare un paradosso, è proprio l'attrazione gravitazionale terrestre a far indietreggiare l'asteroide perchè il lieve aumento di velocità ne modifica l'orbita (si tenga presente che la traiettoria geocentrica è quella in un sistema di riferimento rotante e quindi non inerziale, in cui entrano in gioco forze fittizie come quella centrifuga e quella di Coriolis!).

 Per ora, l'asteroide dista 14 milioni di km ed è ancora piuttosto debole (magnitudine apparente stimata di 22,2), perciò non è stato ancora avvistato; nelle prossime settimane dovrebbe arrivare a toccare la magnitudine 20,6 e verrà sicuramente "riscoperto". Di seguito è mostrata la sua posizione e la sua orbita rispetto alla Terra al momento del massimo avvicinamento.

2016 CO246 orbit

Credit: astro.vanbuitenen.nl

 

Riferimenti:
http://astro.vanbuitenen.nl/neo/2016%20CO246

https://www.britastro.org/node/7345

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1834 volta/e Ultima modifica Lunedì, 29 Gennaio 2018 19:16
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 12 Gennaio [Last ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 gennaio [Last update...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista