Scritto: Giovedì, 20 Luglio 2017 04:48 Ultima modifica: Giovedì, 20 Luglio 2017 15:10

2014 MU69: campagna osservativa con un'altra occultazione


La squadra di telescopi argenti schierata dal team della NASA New Horizons ha avuto nuovamente successo ed alle 12:50 ora locale del 17 luglio è riuscita ad osservare il piccolo oggetto della fascia di Kuiper 2014 MU69 mentre transitava davanti ad una stella. L'evento noto come occultazione fornirà nuove importanti informazioni agli scienziati prima dell'incontro con la sonda nel 2019.

Rate this item
(0 votes)
Lo scienziato della missione New Horizons Alex Parker pronto a seguire 2014 MU69 durante l'occultazione stellare del 3 giugno 2017. Lo scienziato della missione New Horizons Alex Parker pronto a seguire 2014 MU69 durante l'occultazione stellare del 3 giugno 2017. Crediti: Kai Getrost

La fugace ombra di 2014 MU69 "è stata inchiodata" con maestria e grande soddisfazione, come ha commentato entusiasta Amanda Zangari, co-ricercatrice New Horizons presso il Southwest Research Institute (SwRI).

2014 Mu69 durante l'occultazione del 17 luglio 2017

La  sequnza mostra come il piccolo oggetto 2014 MU69 ha brevemente bloccato la luce di una stella senza nome, al centro delle riprese.
I fotogrammi sono stati scattati ogni 200 millisecondi.
Crediti: NASA/JHUAPL/SwRI

"E' stata l'occultazione più storica vista dalla Terra", ha commentato Jim Green direttore del programma di scienze planetarie della NASA.
"La pianificazione di questo complesso dispiegamento astronomico è iniziata solo pochi mesi fa e sebbene le probabilità sembravano scoraggianti, come trovare un ago in un pagliaio, la squadra ce l'ha fatta con l'aiuto di istituzioni come CONAE (Argentina's National Commission on Space Activities) e tutta la buona volontà del popolo argentino", ha dichiarato Adriana Ocampo, direttrice del programma New Horizons.

Questa è stata la terza di tre occultazione seguite finora a sostegno della missione.
Il 3 giugno le squadre in Argentina e Sudafrica hanno osservato con successo il passaggio di 2014 MU69 con una dozzina di telescopi fissi e 22 telescopi portatili; il 10 luglio, per studiare l'ambiente circostante, è stato utilizzato l'aeromobile stratosferico SOFIA (Stratospheric Observatory for Infrared Astronomy), posizionato al centro dell'ombra creata dall'occultazione mentre era in volo sull'Oceano Pacifico.

SOFIA durante l'occultazione di 2014 MU69
We were in the right place at the right time

[Eravamo al posto giusto nel momento giusto]

mi hanno risposto su Twitter (amche se ovviamente questo non significa che ci siano dati utili!), cioè nell'esatto punto predetto dal telescopio spaziale Hubble e dalla sonda europea Gaia.

Questi dati aiuteranno la squadra New Horizons a definire meglio le caratteristiche dell'oggetto e a scoprire eventuali pericoli per la sonda (come la presenza di detriti o altri piccoli corpi) prima dell'incontro.

New Horizons percorso al 20 luglio 2017

New Horizons si trova ora a 37,98 Unità Astronomiche (UA) dalla Terra e a 4;42 UA da 2014 MU69.

Altre informazioni su questo articolo

Read 1734 times Ultima modifica Giovedì, 20 Luglio 2017 15:10
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:21 ottobre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 21/10/20 ore 00:22). HOT! ...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/10 - Sol 674] - Meteor...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 17 Ottobre [updated on Oct,17]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 17 ottobre [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 17 ottobre [Last updat...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista