Domenica 17 Dicembre 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Giove: sale a 69 il numero dei satelliti

Le orbite dei 69 satelliti di Giove conosciuti
Le orbite dei 69 satelliti di Giove conosciuti Crediti: Scott Sheppard - processing: M. Di Lorenzo

La ricerca del Nono Pianeta (o Pianeta X) ha dato i suoi frutti ma non ai confini del Sistema Solare: l'astronomo Scott Sheppard, da sempre impegnato nello studio di super-Terre oltre l'orbita di Plutone, ha annunciato la scoperta di S/2016 J 1 e S/2017 J 1.

"Stavamo conducendo il nostro sondaggio alla ricerca di oggetti molto distanti nel Sistema Solare esterno, che include la ricerca del Pianeta X", ha dichiarato Sheppard, "e Giove è capitato nell'area che stavano osservando nel 2016 e nel 2017".

Con magnitudini prossime a 24, le due nuove lune devono avere diametri di 1 o 2 chilometri al massimo.

S2016 J1 - Crediti: Scott SheppardS/2016 J 1 è stata scoperta l'8 marzo 2016 con il riflettore Magellan-Baade di 6,5 metri dell''Osservatorio Las Campanas, in Cile.
Orbita con moto retrogrado ad una distanza approssimativa di 20,6 milioni di chilometri da Giove, inclinata di 140 gradi e con un'eccentricità di 0,14.
Impiega 1,65 anni per compiere un'intera rivoluzione attorno al pianeta.

S2017 J1 - Crediti: Scott SheppardS/2017 J 1 è stata scoperta da Sheppard ed il collega Trujillo il 23 marzo 2017 con il riflettore Victor Blanco di 4 metri dell'Osservatorio di Cerro Tololo, in Cile.
Orbita con moto retrogrado ad una distanza approssimativa di 23,5 milioni di chilometri da Giove, inclinata di 149 gradi e con un'eccentricità di 0,40.
Impiega 2,01 anni per compiere un'intera rivoluzione attorno al pianeta.

Le orbite di entrambe sono state ulteriormente confermate con il telescopio Subaru sul Mauna Kea.

Questi, probabilmente, sono corpi nati altrove nel Sistema Solare esterno e successivamente catturati dalla gravità di Giove. Almeno 11 delle lune irregolari hanno orbite di cui sappiamo così poco tanto da essere considerati dalla NASA stessa "satelliti perduti".

Riflettendoci, la fascia di satelliti retrogradi (in rosso nell'immagine di apertura) può essere definita un "anello diffuso esterno"; del resto non ha molto senso chiamare "luna" un oggetto di pochi chilometri che orbita insieme a dozzine di altri nella stessa regione, esattamente come non ha senso chiamare "pianeta" un corpo che fa parte della fascia principale degli asteroidi o di Kuiper. Ma di questo problema parlerà presto il collega M.Di Lorenzo in un articolo dedicato!

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
In cerca di una nuova occupazione, negli ultimi anni mi sono occupata di digital advertising, web e video analytics.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

Immagine del giorno

Log: Missioni e Detriti

Dallo spazio attorno alla Terra

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre.

Sole

Attività solare - Crediti NASA/ESA/SOHO

STEREO Ahead - Crediti NASA

SOHO LASCO C2 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

 

 

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.