Scritto: Giovedì, 08 Giugno 2017 09:23 Ultima modifica: Giovedì, 08 Giugno 2017 16:50

Giove: sale a 69 il numero dei satelliti


La ricerca del Nono Pianeta (o Pianeta X) ha dato i suoi frutti ma non ai confini del Sistema Solare: l'astronomo Scott Sheppard, da sempre impegnato nello studio di super-Terre oltre l'orbita di Plutone, ha annunciato la scoperta di S/2016 J 1 e S/2017 J 1.

Rate this item
(0 votes)
Le orbite dei 69 satelliti di Giove conosciuti Le orbite dei 69 satelliti di Giove conosciuti Crediti: Scott Sheppard - processing: M. Di Lorenzo

"Stavamo conducendo il nostro sondaggio alla ricerca di oggetti molto distanti nel Sistema Solare esterno, che include la ricerca del Pianeta X", ha dichiarato Sheppard, "e Giove è capitato nell'area che stavano osservando nel 2016 e nel 2017".

Con magnitudini prossime a 24, le due nuove lune devono avere diametri di 1 o 2 chilometri al massimo.

S2016 J1 - Crediti: Scott SheppardS/2016 J 1 è stata scoperta l'8 marzo 2016 con il riflettore Magellan-Baade di 6,5 metri dell''Osservatorio Las Campanas, in Cile.
Orbita con moto retrogrado ad una distanza approssimativa di 20,6 milioni di chilometri da Giove, inclinata di 140 gradi e con un'eccentricità di 0,14.
Impiega 1,65 anni per compiere un'intera rivoluzione attorno al pianeta.

S2017 J1 - Crediti: Scott SheppardS/2017 J 1 è stata scoperta da Sheppard ed il collega Trujillo il 23 marzo 2017 con il riflettore Victor Blanco di 4 metri dell'Osservatorio di Cerro Tololo, in Cile.
Orbita con moto retrogrado ad una distanza approssimativa di 23,5 milioni di chilometri da Giove, inclinata di 149 gradi e con un'eccentricità di 0,40.
Impiega 2,01 anni per compiere un'intera rivoluzione attorno al pianeta.

Le orbite di entrambe sono state ulteriormente confermate con il telescopio Subaru sul Mauna Kea.

Questi, probabilmente, sono corpi nati altrove nel Sistema Solare esterno e successivamente catturati dalla gravità di Giove. Almeno 11 delle lune irregolari hanno orbite di cui sappiamo così poco tanto da essere considerati dalla NASA stessa "satelliti perduti".

Riflettendoci, la fascia di satelliti retrogradi (in rosso nell'immagine di apertura) può essere definita un "anello diffuso esterno"; del resto non ha molto senso chiamare "luna" un oggetto di pochi chilometri che orbita insieme a dozzine di altri nella stessa regione, esattamente come non ha senso chiamare "pianeta" un corpo che fa parte della fascia principale degli asteroidi o di Kuiper. Ma di questo problema parlerà presto il collega M.Di Lorenzo in un articolo dedicato!

Altre informazioni su questo articolo

Read 5109 times Ultima modifica Giovedì, 08 Giugno 2017 16:50
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Inte...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 4 Luglio [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 30 Giugno [updated on Jun...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 29/6/20 - Sol 564] Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista