Scritto: Mercoledì, 19 Aprile 2017 19:42 Ultima modifica: Giovedì, 27 Aprile 2017 09:01

Sorpresa: l'asteroide 2014 JO25 è un clone di Chury!


Mentre l'asteroide stava passando alla minima distanza dalla Terra, la NASA pubblicava le prime immagini radar riprese ieri; la forma a due lobi ricorda moltissimo quella del nucleo della cometa Churymov-Gerasimenko, su scala ridotta.

Rate this item
(0 votes)
Sequenza di immagini di 2014 JO25 ripresa da Goldstone su un arco di tempo di circa 2,5 ore. La scala è di 7,5 metri per pixel Sequenza di immagini di 2014 JO25 ripresa da Goldstone su un arco di tempo di circa 2,5 ore. La scala è di 7,5 metri per pixel Credits: NASA/JPL-Caltech/GSSR - Processing: M.Di Lorenzo (DILO)

Aggiornamento del 27 Aprile: il nostro collaboratore e astrofilo Luca Fornaciari ha ripreso l'asteroide durante il massimo avvicinamento: https://www.youtube.com/watch?v=AaMsm0Qg3yU

 Aggiornamento del 21 Aprile: l'immagine di comparazione tra 2014 JO25 e 67P Churymov-Gerasimenko (più sotto) è stata migliorata sensibilmente.

 Aggiornamento del 20 Aprile mattina: in nottata è arrivata la notizia di un possibile satellite di 2014 JO25, identificato otticamente; si è in attesa di una conferma anche tramite ulteriori osservzioni radar. 

 Le immagini radar di 2014 JO25 (di cui abbiamo parlato abbiamo parlato ieri) sono state ottenute nelle prime ore del mattino di ieri (primo pomeriggio in Italia) con l'antenna da 70 metri di Goldstone in California, che fa parte della rete Deep Space Network usata dalla NASA per comunicare con le sonde spaziali. In quel momento mancavano ancora 24 ore al massimo avvicinamento e l'asteroide distava oltre 3 milioni di km da noi, mentre oggi alle 14:24 ha raggiunto 1,75806 milioni di km dal centro della Terra.
 Le immagini rivelano una forma di arachide che ruota ogni cinque ore circa. "L'asteroide ha una struttura binaria a contatto - due lobi collegati da un collo", ha dichiarato Shantanu Naidu, uno scienziato del JPL che ha condotto le osservazioni a Goldstone. "Le immagini mostrano sfaccettature piatte, concavità e topografia angolare". Il più grande dei due lobi dell'asteroide è largo circa 620 metri ed entrambi i lobi hanno una forma che ricorda in modo impressionante quelli della Churimov-Gerasimenko, fotografata da Rosetta; tuttavia, il collo è un pò più corto e, complessivamente, l'asteroide è 5 volte più piccolo.

comparazione2

Comparazione tra il nucleo di Chury (a sinistra) e 2014 JO25 - Credit: ESA/Rosetta/NAVCAM (CC BY-SA IGO 3.0) - NASA/JPL-Caltech/GSSR - Processing: M.Di Lorenzo (DILO)

 Osservazioni radar dell'asteroide sono state condotte anche presso l'Osservatorio di Arecibo a Porto Rico e osservazioni supplementari, programmate sia a Goldstone che Arecibo il 19, 20 e 21 Aprile, dovrebbero fornire una risoluzione ancora più elevata.

 

Fonte:
- https://www.nasa.gov/feature/jpl/nasa-radar-spots-relatively-large-asteroid-prior-to-flyby

Letto: 1889 volta/e Ultima modifica Giovedì, 27 Aprile 2017 09:01
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « Incontro con 2014 JO25 2014 JO25: nuova animazione »

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 18 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 17/1/21 - Sol 760] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista