Scritto: Venerdì, 27 Gennaio 2017 10:45 Ultima modifica: Venerdì, 27 Gennaio 2017 10:54

Una nuova stima per la Costante di Hubble


Grazie ai dati del Telescopio Spaziale Hubble e di altri osservatori terrestri, è stata ricavata una nuova stima della Costante di Hubble, il valore che indica il tasso di espansione dell'Universo. Il dato ottenuto, non troppo in linea con i precedenti, potrebbe, secondo gli astronomi che hanno condotto lo studio, suggerire "nuova fisica" oltre il modello standard della cosmologia.

Rate this item
(0 votes)
Una nuova stima per la Costante di Hubble Crediti: NASA, ESA, Suyu (Max Planck Institute for Astrophysics), Auger (University of Cambridge)

La Costante di Hubble permette agli astronomi di misurare la dimensione e l'età dell'Universo, oltre a misurare la distanza che ci separa dagli oggetti più remoti che riusciamo a vedere.

"La Costante di Hubble è fondamentale per l'astronomia moderna in quanto può aiutare a confermare o smentire se la nostra immagine dell'Universo, composto da energia oscura, materia oscura e normale", ha detto Sherry Suyu a capo della ricerca.
L'energia oscura è una forza misteriosa che costituisce circa tre quarti dell'Universo e guida l'espansione cosmica. La materia oscura costituisce circa un quarto dell'Universo ed esercita una forza di attrazione gravitazionale sulla materia “normale” e la luce.

Il gruppo ha osservato tre galassie massicce che agiscono come "lenti gravitazionali", piegando la luce proveniente da oggetti lontani chiamati quasar. Dato che la massa non è distribuita uniformemente attraverso le galassie, alcune zone piegano o rallentano la luce più di altre.  Così, la luce del quasar arriva in tempi leggermente diversi a seconda del percorso che ha seguito nella lente. Analizzare queste differenze ha permesso agli scienziati di arrivare al nuovo risultato.

La nuova stima è 71,9 ± 2,7 chilometri al secondo per megaparsec ed è  precisa al 3,8 per cento.

I documenti sono stati pubblicati sulla rivista Monthly Notices of the Royal:
1. "H0LiCOW I. H0 Lenses in COSMOGRAIL's Wellspring: Program Overview", by Suyu et al. 
2. "H0LiCOW II. Spectroscopic survey and galaxy-group identification of the strong gravitational lens system HE 0435?1223", by Sluse et al. 
3. "H0LiCOW III. Quantifying the effect of mass along the line of sight to the gravitational lens HE 0435?1223 through weighted galaxy counts", by Rusu et al. 
4. "H0LiCOW IV. Lens mass model of HE 0435?1223 and blind measurement of its time-delay distance for cosmology", by Wong et al. 
5. "H0LiCOW V. New COSMOGRAIL time delays of HE 0435-1223: H0 to 3.8% precision from strong lensing in a flat ΛCDM model", by Bonvin et al. 

Altre informazioni su questo articolo

Read 1515 times Ultima modifica Venerdì, 27 Gennaio 2017 10:54
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 7 Aprile

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 8 Aprile sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 4 Aprile [Last update: 04/04/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 7/4/20 - Sol 484] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS