Scritto: Giovedì, 10 Gennaio 2013 06:22 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

L'asteroide Apophis più grande del previsto by Herschel


Grazie al Herschel Space Observatory dell'Agenzia Spaziale Europea, lo scorso weekend, gli astronomi sono riusciti a catturare nuove osservazioni dell'asteroide Apophis mentre si avvicina alla Terra: i dati mostrano che la roccia spaziale potrebbe essere più grande di quanto stimato e meno riflettente.

Rate this item
(0 votes)

Herschel - Apophis

Credit: ESA/Herschel/PACS/MACH-11/MPE/ESAC

Grazie al Herschel Space Observatory dell'Agenzia Spaziale Europea, lo scorso weekend, gli astronomi sono riusciti a catturare nuove osservazioni dell'asteroide Apophis mentre si avvicina alla Terra: i dati mostrano che la roccia spaziale potrebbe essere più grande di quanto stimato e meno riflettente.

Scoperto nel 2004, Apophis appartiene alla famiglia degli asteroidi Atem, caratterizzati da un'orbita con semiasse maggiore inferiore ad un'unità astronomica.

Ad Apophis era stata inizialmente assegnata una possibilità di impatto con la Terra nel 2029 pari al 2,7 % ma successive osservazioni hanno escluso un qualsiasi pericolo per il nostro pianeta.
L'asteroide dovrebbe effettuare comunque un sorvolo molto ravvicinato ma innocuo il 13 aprile 2029, passando a non meno di 29.450 chilometri dalla superficie terrestre.

Un altro approccio al nostro pianeta si verificherà poi nel 2036.

Grazie ai nuovi dati raccolti, si prevede di perfezionare la definizione dell'orbita fino ad escludere un possibile impatto anche per il secondo passaggio.

Durante il fine settimana, l'osservatorio spaziale ha raccolto dati per circa due ore, fino all'incontro più ravvicinato di ieri 9 gennaio, quando l'asteroide si trovava a meno di un decimo della distanza Terra - Sole (circa 14.500 milioni di chilometri).

Herschel ha fornito osservazioni termiche a diverse lunghezze d'onda che, insieme alle immagini ottiche, hanno contribuito a perfezionare le stime sulle caratteristiche dell'asteroide.

Con i dati precedenti era stato valutato un diametro medio di 270 metri mentre le recenti osservazioni portano il diametro a 325 metri.

Analizzando il calore emesso da Apophis, Herschel ha fornito anche una nuova stima dell'albedo dell'asteroide portando il valore della sua riflessione, da 0,33 a 0,23. Questo dato indica che il 23% della luce solare che colpisce Apophis si riflette, mentre il resto viene assorbita e riscalda l'asteroide stesso

Per gli aggiornamenti sui dati orbitali suggeriamo il seguente link ssd.jpl.nasa.gov.

In chiusura, vi proponiamo il video del passaggio di Apophis catturato dall'astronomo italiano Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del progetto Virtual Telescope:

Letto: 6325 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:15

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2022

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 giugno. ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 21 giugno. Statistiche sul...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora