Scritto: Domenica, 16 Dicembre 2012 08:36 Ultima modifica: Domenica, 16 Dicembre 2012 10:12

L'asteroide 4179 Toutatis ci ha fatto visita: immagini e video del flyby


Il 12 dicembre, l’asteroide 4179 Toutatis ci ha fatto visita passando a 7 milioni di chilometri dalla Terra, ossia a circa 18,2 volte la distanza Terra - Luna. Il massimo avvicinamento si è verificato alle 7:40 ora italiana.

Toutatis è un asteroide già noto agli astronomi che passa nell’orbita terrestre ogni 4 anni: misura 4,5 chilometri di lunghezza, si muove intorno al Sole in un orbita quasi coplanare alla nostra ed è considerato uno degli asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA).

Rate this item
(0 votes)

 Source: http://youtu.be/d7SroliSXuY

Il 12 dicembre, l’asteroide 4179 Toutatis ci ha fatto visita passando a 7 milioni di chilometri dalla Terra, ossia a circa 18,2 volte la distanza Terra - Luna. Il massimo avvicinamento si è verificato alle 7:40 ora italiana.

Toutatis è un asteroide già noto agli astronomi che passa nell’orbita terrestre ogni 4 anni: misura 4,5 chilometri di lunghezza, si muove intorno al Sole in un orbita quasi coplanare alla nostra ed è considerato uno degli asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA) ma i sui passaggi avvengono comunque ad una distanza di sicurezza.
Queste caratteristiche lo rendono però un ottimo obiettivo di studio.

Il radar Deep Space Network Goldstone della NASA, nel Deserto Mojave, ha rilevato e continuerà a tracciare gli echi dell’asteroide dal 4 al 22 dicembre, disegnandone topografia e parametri orbitali.

Le nuove immagini radar, con una risoluzione di 3,75 metri per pixel, indicano dettagli senza precedenti: l’asteroide ha una forma allungata ed irregolare, con rilievi e riflessi luminosi in superficie che potrebbero indicare la presenza di massi.

“Sappiamo che Toutatis non colpirà la Terra per centinaia di anni”, spiega Lance Benner del NASA Near Earth Object Program (NEOP). “Queste nuove osservazioni ci permetteranno di prevedere l’orbita dell’asteroide ancor più lontano nel futuro”.

“Con il nuovo sistema ora possiamo fotografare la superficie dell’asteroide con una risoluzione da 2 a 5 volte più precisa rispetto ai precedenti flyby”, continua Benner.

Una delle particolarità di questo asteroide, è la sua rotazione.
A differenza dei pianeti e della maggior parte degli altri asteroidi, che ruotano in modo ordinato intorno ad un unico asse, Toutatis viaggia nello spazio come una pallone da calcio lanciato male.
La sua rotazione è molto lenta: ruota intorno al proprio asse più lungo ogni 5,4 giorni, cambiandone l'orientamento.
Uno degli obiettivi principali dei rilevamenti radar è studiare questa particolare rotazione e capire come viene influenzata dalle forze di marea della Terra e del Sole.

"Toutatis sembra avere una struttura interna complessa" ha spiegato Michael Busch del National Radio Astronomy Observatory. "Le nostre misurazioni radar indicano un lobo più piccolo più denso del 15% rispetto al lobo più grande, con nuclei dal 20% al 30% più densi all’interno dei due lobi".
Questo lascia ipotizzare che Toutatis in realtà sia un insieme di rocce e detriti provenienti da altre collisioni.
Le nuove osservazioni aiuteranno ad approfondire anche questo aspetto.

Chang'e 2 Toutatis flyby

Anche la sonda cinese Chang'e 2, lanciata il 1º ottobre 2010 dal Cosmodromo di Xichang, ha effettuato un sorvolo ravvicinato su 4179 Toutatis.

Chang'e 2, dopo aver raggiunto il suo obiettivo primario di ricognizione della superficie lunare, è stata diretta verso il punto di Lagrange L2 del sistema Terra - Sole, ad agosto 2011. Dopo un soggiorno di circa sei mesi in L2, è stato fissato un nuovo target: un flyby su Toutatis che, secondo quanto riportato dall'agenzia di Stato cinese Xinhua, il 13 dicembre, si sarebbe avvicinata fino a 3,2 chilometri dalla superficie dell'asteroide, ad una velocità di 10,73 chilometri.
Le immagini rilasciate e pubblicate qui in alto, sono state scattate da Chang'e 2 e riprendono Toutatis da una distanza da 93 a 240 chilometri.

Il suo prossimo incontro ravvicinato con il nostro pianeta avverrà nel mese di novembre 2069, quando la sua orbita lo porterà a circa 3 milioni di chilometri di distanza da noi, ossia a circa 7,7 volte la distanza Terra - Luna.

Letto: 3763 volta/e Ultima modifica Domenica, 16 Dicembre 2012 10:12
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 gennaio [Last updat...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista