Scritto: Domenica, 22 Maggio 2016 10:53 Ultima modifica: Domenica, 22 Maggio 2016 18:29

Due grandi meteoriti colpirono Marte innescando un paio di mega-tsunami miliardi di anni fa


Secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature, due grandi meteoriti colpirono Marte a milioni di anni di distanza l'uno dall'altro, generando un paio di mega tsunami con onde alte fino a 120 metri che cambiarono per sempre il volto del pianeta.

Rate this item
(0 votes)
Due grandi meteoriti colpirono Marte innescando un paio di mega-tsunami miliardi di anni fa Crediti: NASA

"Circa 3,4 miliardi di anni fa, un grande impatto ha attivato la prima ondata del maremoto con acqua allo stato liquido. La sua potenza ha scavato canali di risacca che hanno portato l'acqua indietro negli oceani", ha dichiarato Alberto Fairén, ricercatore principale presso il il Centro di Astrobiologia, Madrid.
Dopo milioni di anni, un secondo impatto generò un altro tsunami causando cambiamenti climatici estremi con un crollo significativo delle temperature, ha spiegato il team.
"Il livello dell'oceano si ridusse [congelando] e il litorale originale si spostò per formare un litorale secondario, perché il clima era diventato drammaticamente più freddo", ha continuato a spiegare Fairén che ha pubblicato la ricerca insieme all'autore Alexis Rodriguez del Planetary Science Institute e di altri 12 scienziati.

Il secondo maremoto lasciò grandi lobi ghiacciati ed arrotondati: viste le basse temperature l'acqua fuoriuscita dagli oceani si congelò istantaneamente sulla terraferma, mescolandosi con terra e detriti, creando le forme lobate. I loro confini ben definiti suggeriscono che l'antico oceano ghiacciato era salmastro.
"Acque fredde e salate possono offrire un rifugio per la vita in ambienti estremi così come i sali potrebbero aiutare a mantenere l'acqua allo stato liquido... Se la vita esisteva su Marte questi lobi sarebbero buoni candidati per la ricerca della vita".

Tsunami waves extensively resurfaced the shorelines of an early Martian ocean  [abstract]

It has been proposed that ~3.4 billion years ago an ocean fed by enormous catastrophic floods covered most of the Martian northern lowlands. However, a persistent problem with this hypothesis is the lack of definitive paleoshoreline features. Here, based on geomorphic and thermal image mapping in the circum-Chryse and northwestern Arabia Terra regions of the northern plains, in combination with numerical analyses, we show evidence for two enormous tsunami events possibly triggered by bolide impacts, resulting in craters ~30 km in diameter and occurring perhaps a few million years apart. The tsunamis produced widespread littoral landforms, including run-up water-ice-rich and bouldery lobes, which extended tens to hundreds of kilometers over gently sloping plains and boundary cratered highlands, as well as backwash channels where wave retreat occurred on highland-boundary surfaces. The ice-rich lobes formed in association with the younger tsunami, showing that their emplacement took place following a transition into a colder global climatic regime that occurred after the older tsunami event. We conclude that, on early Mars, tsunamis played a major role in generating and resurfacing coastal terrains.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1848 volta/e Ultima modifica Domenica, 22 Maggio 2016 18:29
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 22 gennaio [updated on Jan,22]...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista