Scritto: Giovedì, 25 Febbraio 2016 06:43 Ultima modifica: Giovedì, 25 Febbraio 2016 15:52

I satelliti Cluster usano la fotocamera dopo 16 anni: ecco la Terra fotografata da Samba


Non è una ripresa mozzafiato ma è un ottimo risultato la sequenza animata della Terra ottenuta dalla fotocamera Visual Monitoring Camera (VMC) del satellite Cluster dell'ESA, Samba, il 18 febbraio 2016.

Rate this item
(1 Vote)
I satelliti Cluster usano la fotocamera dopo 16 anni: ecco la Terra fotografata da Samba Copyright ESA

Samba e Salsa furono i primi due, oltre a Rumba e Tango che compongono la flotta europea Cluster, ad essere lanciati dalla base di Baikonour, in Kazakhstan, il 16 luglio del 2000. Il gruppo è composto da quattro satelliti identici che, in orbita attorno alla Terra con perigeo a 19.000 chilometri ed apogeo a 119.000 chilometri, hanno il compito di studiare l’influenza del Sole sullo spazio in prossimità del nostro pianeta.

La loro fotocamera è uguale a quella montata a bordo della sonda Mars Express, utilizzata per catturare immagini globali di Marte, in questo caso destinata a riprendere eventi critici legati ai veicoli spaziali stesso pur rimanendo di fatto inutilizzata per 16 anni. Per esempio, la VMC di Rumba fotografò Tango poche ore dopo il lancio e non fu più usata in seguito.

Satelliti Cluster: Tango fotografato da Rumba

Credit: ESA / Cluster

Il motivo di questo scarso utilizzo è che i satelliti non hanno abbastanza energia per un uso assiduo della fotocamera e tutti i loro sforzi vengono concentrati sulle attività scientifiche. Ma ci sono dei periodi dell'anno in cui la flotta sperimenta delle eclissi quotidiane. In tal caso, con le batterie fuori uso da tempo, i veicoli spaziali vengono blindati per essere riattivati dopo l'evento. In queste condizioni, la strumentazione scientifica non può lavorare e così quel poco di energia che c'è può essere convogliata alla VMC che, quindi, ha la possibilità di scattare qualche foto ma senza troppi sforzi. In breve, ci si deve accontentare di riprendere solo ciò che passa davanti all'obiettivo in quel momento.

La visuale non è aiutata né dall'orbita seguita dai Cluster, inclinata di circa 131 gradi, né dal campo visivo molto piccolo della fotocamera di 40 gradi e tanto meno dalla distanza media tra loro e la Terra di circa 50/60.000 chilometri. Il meglio che possono sperare è di catturare il nostro pianeta in un angolo della ripresa. Ed è proprio quello che Samba è riuscito a fare il 18 febbraio, praticamente utilizzando VMC per la prima volta!

La Terra vista da Samba il 18 febbraio 2016

L'oggetto che si vede spuntare il alto a sinistra è l'antenna a basso guadagno del satellite, come mostra lo schema twittato da @ESA_Cluster.
Credit: ESA

Come ha spiegato Daniel Scuka nel blog di missione, tutto è nato un po' come una sfida dopo un incontro del team con Simon Wood, uno degli ingegneri che lavorano alla VMC di Mars Express e dalla domanda di Andrea Accomazzo, capo delle operazioni in ESOC che ha chiesto: "se Cluster ha una fotocamera simile, perché non è stata accesa?".

Il team tenterà di riprendere la Terra, o parte di essa, anche in futuro: nuove del 23 febbraio dovrebbero essere pubblicate a breve.

 

Rifermenti:
- http://blogs.esa.int/rocketscience/2016/02/19/earth/
- http://blogs.esa.int/rocketscience/2016/02/18/vmcsouthpole/
- http://www.planetary.org/blogs/emily-lakdawalla/2016/02180846-esa-activates-cluster-vmc.html

Altre informazioni su questo articolo

Read 2164 times Ultima modifica Giovedì, 25 Febbraio 2016 15:52
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio 

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 25 gennaio)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 23 gennaio [Last update: jan,23]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 23 gennaio [Last update: 23/01].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 24/1/20 - Sol 411

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 12/1/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 25 Gennaio [updated on Jan,25]

HOT NEWS