Scritto: Giovedì, 18 Febbraio 2016 15:12 Ultima modifica: Giovedì, 18 Febbraio 2016 19:59

Analizzata l'atmosfera del pianeta extrasolare 55 Cancri e


Utilizzando i dati raccolti dal telescopio spaziale Hubble e tecniche innovative, gli astronomi sono stati in grado di analizzare l'atmosfera della super-Terra 55 Cancri e. I risultati, che verranno pubblicati sulla rivista Astrophysical Journal, indicano che è costituita in prevalenza di idrogeno ed elio, senza alcuna traccia di vapore acqueo.

Rate this item
(0 votes)
Analizzata l'atmosfera del pianeta extrasolare 55 Cancri e Credit: ESA/Hubble, M. Kornmesser

55 Cancri e ha una massa pari ad 8 volte quella della Terra e si trova nel sistema planetario 55 Cancri, una stella a circa 40 anni luce da noi.
Utilizzando le osservazioni della Wide Field Camera 3 (WFC3) del telescopio spaziale Hubble, un team di astronomi dell'University College London (UCL) sono stati in grado di analizzarne l'atmosfera.

"Questo risultato è davvero molto eccitante perché è la prima volta che siamo stati in grado di trovare le impronte spettrali dei gas presenti nell'atmosfera di una super-Terra", ha spiegato Angelos Tsiaras, che ha sviluppato l'analisi tecnica insieme ai colleghi Ingo Waldmann e Marco Rocchetto. "Le osservazioni di 55 Cancri e suggeriscono che il pianeta è riuscito ad accaparrarsi una notevole quantità di idrogeno e di elio dalla nebulosa in cui si è formato".

Le super-Terre di questo tipo sono ritenute molto comuni nella nostra Galassia e due di esse erano già state sondate sempre con la WFC3 di Hubble che, tuttavia, in quella occasione, non era riuscita a ricavare le firme spettrali.

55 Cacri e orbita molto vicino alla sua stella: le temperature sulla superficie dovrebbero aggirarsi sui 2000 gradi Celsius mentre un anno sul pianeta dura solo 18 ore terrestri. Questa condizione ha favorito l'utilizzo di nuove tecniche di analisi dei transiti che hanno consentito al team di scendere così in dettaglio. In pratica, è stato possibile ricavare lo spettro di 55 Cancri e incorporato in quello della stella ospite.
Curiosamente, i dati contengono anche un accenno di presenza di cianuro di idrogeno, un marcatore per atmosfere ricche di carbonio:
"una tale quantità di cianuro di idrogeno indicherebbe un ambiente con un elevato rapporto di carbonio ossigeno", ha spiegato Olivia Venot, che ha sviluppato il modello di chimica atmosferica per questo esopianeta. "Se la presenza di cianuro di idrogeno ed altre molecole verrà confermata nel giro di pochi anni grazie alla prossima generazione di telescopi a infrarossi, sostenendo che questo pianeta è ricco di carbonio, allora potremo considerarlo un posto davvero esotico. Anche se l'acido cianidrico è altamente velenoso e quindi non è un luogo dove mi piacerebbe vivere", ha concluso Venot.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1592 volta/e Ultima modifica Giovedì, 18 Febbraio 2016 19:59
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 19 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista