Scritto: Giovedì, 13 Settembre 2012 06:12 Ultima modifica: Mercoledì, 13 Agosto 2014 20:55

L'energia oscura esiste con una certezza del 99.996 %


L'energia oscura (dark energy), la misteriosa sostanza che causerebbe l'espansione dell'Universo, esiste davvero. Queste le affermazioni di un team di astronomi dell'Università di Portsmouth e dell'LMU University di Monaco di Baviera.

Dopo due anni di studi condotti da Tommaso Giannantonio e Robert Crittenden, gli scienziati hanno cocluso che la probabilità della sua esistenza si attesta intorno al 99.996 %.

I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Royal Astronomical Society (arxiv.org/abs/1209.2125).

Rate this item
(0 votes)

Energia oscura

credits: Earth: NASA/BlueEarth; Milky Way: ESO/S. Brunier; CMB: NASA/WMAP

L'energia oscura (dark energy), la misteriosa sostanza che causerebbe l'espansione dell'Universo, esiste davvero.
Queste le affermazioni di un team di astronomi dell'Università di Portsmouth e dell'LMU University di Monaco di Baviera.

Dopo due anni di studi condotti da Tommaso Giannantonio e Robert Crittenden, gli scienziati hanno cocluso che la probabilità della sua esistenza si attesta intorno al 99.996 %.

I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Royal Astronomical Society (arxiv.org/abs/1209.2125).

"Con il nostro nuovo lavoro siamo sicuri che questa componente esotica dell'Universo è reale, anche se ancora non sappiamo di cosa sia composta".

Più di un decennio fa gli astronomi osservando osservando la luminosità di supernove distanti si resero conto che l'espansione dell'Universo sembrasse accelerare. Tale accelerazione è stata attribuita alla forza repulsiva associata dell'energia oscura.
I ricercatori di questa scoperta ricevettero il Premio Nobel per la Fisica nel 2011. Tuttavia, intorno all'energia oscura rimane vivo un acceso dibattito.

L'energia oscura è pensata come il 73% della massa dell'Universo.

Una delle sue migliori evidenze è quello che viene chiamato effetto Sachs-Wolfe integrato.
Nel 1967 i due fisici Rainer Sachs and Arthur Wolfe hanno suggerito che la radiazione cosmica di fondo, cioè l'impronta termica lasciata dal Big Bang, tendeva a ventare un po' più blu passando attraverso i campi gravitazionali generati da grandi ammassi di materia (effetto redshift).

Tre decenni più tardi altri ricercatori portarono avanti l'idea proponendo di cercare queste piccole variazioni nell'energia della luce, ossia nei fotoni, confrontando la temperatura della radiazione di fondo con le mappe di galassie vicine. Se l'energia oscura non fosse esistita, non ci sarebbe stata corrispondenza tra queste due mappe .

Nel nuovo studio i ricercatori hanno riesaminato gli argomenti e i dati in merito all'effetto Sachs-Wolfe integrato.
"Questo lavoro ci dice anche che vi sono possibili modifiche alla teoria della relatività di Einstein", ha aggiunto l'autore Tommaso Giannantonio, della Ludwig-Maximilian di Monaco di Baviera, in Germania.

Read 4508 times Ultima modifica Mercoledì, 13 Agosto 2014 20:55
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/8/20 - Sol 607] - Mete...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 11 Agosto [updated on Aug,11].&...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/8/20). Le manovre della sonda am...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 agosto [Last update:...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 9 agosto [Last update:...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista