Scritto: Giovedì, 12 Marzo 2015 18:07 Ultima modifica: Giovedì, 12 Marzo 2015 20:11

L'oceano nascosto di Ganimede


Le aurore osservate da Hubble confermano che il satellite più grande di Giove ospita un enorme oceano salato sotto la coltre di ghiaccio.

Rate this item
(0 votes)
L'oceano nascosto di Ganimede NASA/ESA/HST

Osservazioni effettuate recentemente dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA hanno fornito la migliore evidenza sull'esistenza di un oceano di acqua salata sotterranea su Ganimede, la luna più grande di Giove. Si pensa che l'oceano possa contenere più acqua di quella presente sulla superficie terrestre.

"Questa scoperta segna una tappa significativa, mostrando ciò che solo Hubble può fare", ha dichiarato John Grunsfeld, amministratore associato della Science Mission Directorate della NASA presso il quartier generale della NASA, Washington. "Nei suoi 25 anni in orbita, Hubble ha fatto molte scoperte scientifiche sul nostro sistema solare. Un oceano in profondità sotto la crosta ghiacciata di Ganimede apre ulteriori possibilità interessanti per la vita oltre la Terra. "

Ganimede è la più grande luna del nostro sistema solare e l'unica luna con il suo campo magnetico. Perché Ganimede è vicino a Giove, è anche immerso nel campo magnetico del pianeta gigante e, quando questo subisce dei cambiamenti, anche le aurore su Ganimede cambiano, "dondoloando" avanti e indietro. Osservando il movimento oscillante delle aurore nei due emisferi, gli scienziati sono stati in grado di determinare che una grande quantità di acqua salata esiste sotto la crosta di Ganimede che colpisce il suo campo magnetico.

15 33i2

Le aurore su Ganimede riprese da Hubble (in blu) e sovrapposte a una immagine ripresa dalla sonda Galileo - Credit: NASA/ESA

 Un team di scienziati guidati da Joachim Saur dell'Università di Colonia, in Germania ha avuto l'idea di utilizzare Hubble per sondare l'interno della Luna: "sono stato sempre intrigato da come si possa usare un telescopio in modi alternativi", ha detto Saur. "C'è un modo di usare un telescopio per guardare all'interno di un corpo planetario? Poi ho pensato, le aurore! Poiché le aurore sono controllate dal campo magnetico, se le si osserva in modo appropriato si impara qualcosa sul campo magnetico e quindi sull'interno della luna."

 In presenza di un oceano di acqua salata (elettricamente conduttiva, ndt), il campo magnetico di Giove creerebbe nell'oceano un campo magnetico indotto che contrasta l'azione del campo gioviano. Questa specie di "attrito magnetico" avrebbe l'effetto di affievolire il rollio delle fasce di aurore a soli 2 gradi, invece dei 6 gradi che si registrerebbero se l'oceano non fosse presente.

 Gli scienziati stimano che l'oceano è profondo 100 chilometri, oltre 10 volte gli oceani della Terra, ed è sepolto sotto una crosta di 150 chilometri composta principalmente da ghiaccio. Sotto l'oceano, poi, ci sarebbe uno spesso mantello di ghiaccio seguito da un mantello roccioso e, infine, un nucleo ricco di ferro da cui si origina il campo magnetico, come mostrato nell'immagine sottostante:

2 interior 0

Modello dell'interno di Ganimede basato sulle osservazioni di Hubble e della sonda Galileo - Credit: NASA, ESA, and A. Feild (STScI)

Gli scienziati cominciarono a sospettare l'esistenza di un oceano su Ganimede già nel 1970, sulla base di modelli matematici. La missione Galileo della NASA misurò poi il campo magnetico di Ganimede nel 2002, fornendo ulteriore sostegno a quei sospetti; urtroppo, l'intervallo temporale abbracciato da quelle misure era troppo breve per mostrare chiaramente il dondolio ciclico del campo magnetico secondario creato dell'oceano.

Le nuove osservazioni sono state fatte in luce ultravioletta e, per questo, potevano essere realizzate solo con un grande telescopio spaziale al di sopra dell'atmosfera terrestre, che blocca quella radiazione (Hubble Space Telescope celebrerà 25 anni di attività il 24 aprile).

Riferimenti:
- http://www.nasa.gov/press/2015/march/nasa-s-hubble-observations-suggest-underground-ocean-on-jupiters-largest-moon/#.VQHGavnF8rU

Read 3230 times Ultima modifica Giovedì, 12 Marzo 2015 20:11
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Latest from Marco Di Lorenzo (DILO)

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 7 Aprile

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 8 Aprile sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 4 Aprile [Last update: 04/04/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 7/4/20 - Sol 484] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS