Scritto: Venerdì, 01 Luglio 2022 01:26 Ultima modifica: Venerdì, 01 Luglio 2022 04:19

Un Falcon 9 quasi nuovo per SES-22


La SpaceX ha piazzato in orbita un satellite per telecomunicazioni della lussemburghese SES utilizzando un razzo Falcon 9 il cui primo stadio era, soltanto, al suo secondo volo.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il decollo del Falcon 9 con il satellite SES-22.
Nella foto il decollo del Falcon 9 con il satellite SES-22.
Credito: Thales Alenia Space.

 Come già anticipato nella Immagine del Giorno da Marco Di Lorenzo, la SpaceX ha chiuso la prima metà del 2022 mercoledì 29 giugno con la sua 27esima missione dell'anno, portando in orbita un satellite commerciale per le trasmissioni televisive per la SES. Il volo ha avuto luogo grazie ad un razzo Falcon 9 mentre la società è pronta a battere il suo record di lanci annuali nelle prossime settimane.

 Il razzo Falcon 9 ha consegnato il satellite SES 22 su un'orbita di trasferimento ellittica, o di forma ovale, che lo porterà nella sua posizione operativa in orbita geostazionaria, dove il veicolo spaziale girerà intorno alla Terra, sopra l'equatore, con la stessa velocità di rotazione del pianeta e rimanendo quindi come immobile visto dal suolo. SES 22, costruito da Thales Alenia Space, è il primo di cinque nuovi satelliti di trasmissione televisiva in banda C che SES prevede di lanciare quest'anno. Tutti decolleranno da Cape Canaveral, tre assegnati a due missioni Falcon 9 di SpaceX – incluso SES 22 lanciato mercoledì – e due satelliti prenotati per volare su un razzo Atlas 5 della United Launch Alliance alla fine di agosto o settembre.

 I satelliti aiuteranno SES a riconfigurare i suoi servizi di trasmissione televisiva in un segmento più ristretto dello spettro radio in banda C dopo che la Federal Communications Commission ha approvato un piano per riutilizzare parte dello spettro precedentemente utilizzato per la programmazione televisiva e radiofonica alle reti cellulari a banda larga 5G terrestri. "Siamo entusiasti del successo del lancio di SES 22, grazie ai nostri partner di Thales Alenia Space e SpaceX," ha affermato Steve Collar, CEO di SES. “Il lancio di SES 22, insieme ad altri imminenti lanci di satelliti in banda C programmati quest'anno, ci consentirà di continuare a fornire i servizi di alta qualità a cui i nostri clienti sono stati abituati negli ultimi decenni, liberando al contempo lo spettro per consentire agli Stati Uniti di sbloccare rapidamente la promessa del 5G".

 La missione è iniziata con un decollo puntuale dal pad 40 della Cape Canaveral Space Force Station alle 17:04 locali (le 21:04 UTC). I nove motori Merlin 1D, che bruciano cherosene ed ossigeno liquido, hanno portato rapidamente il lanciatore alto 70 metri a Est dalla Space Coast della Florida funzionando per due minuti e mezzo. I motori del booster si sono spenti e il primo stadio si è separato dallo stadio superiore del Falcon 9, che ha proseguito verso l'orbita con il veicolo spaziale SES 22.

 Il primo stadio - noto come numero di matricola B1073 nella flotta di razzi riutilizzabili di SpaceX - ha esteso le alette a griglia in titanio ed ha manovrato orientandosi di coda per il rientro. Le accensioni di frenata con i motori Merlin hanno rallentato il razzo per un atterraggio verticale, grazie alle sue gambe estensibili, a bordo della nave drone ASOG (A Shortfall Of Gravitas) posizionata a più di 670 chilometri al largo nell'Oceano Atlantico. L'atterraggio ha completato così il secondo viaggio del booster nello spazio, dopo il volo di debutto a maggio trasportando un lotto di satelliti Internet Starlink di SpaceX.

 Lo stadio superiore del razzo Falcon 9 ha acceso il suo unico motore Merlin mVAC per due accensioni, la prima per raggiungere un'orbita di parcheggio preliminare, la seconda, dopo circa 28 minuti, per inviare il satellite SES 22 a un'altitudine più elevata e in un'orbita più vicina all'equatore. Il razzo Falcon 9 ha rilasciato il suo carico utile in un'orbita compresa tra 310 e 35.627 chilometri, secondo i dati di tracciamento delle forze armate statunitensi pubblicamente disponibili. Il satellite, del peso di circa 3,5 tonnellate al lancio, è stato separato dal razzo circa 33 minuti dopo il decollo su un'orbita inclinata di 16,5 gradi rispetto all'equatore.

spacex f9 ses22 release 29062022

Nell'immagine, tratta dal webcast della missione, il satellite SES-22 appena rilasciato dal secondo stadio del Falcon 9. Credito: SpaceX.

 SES, con sede in Lussemburgo, uno dei più grandi operatori tradizionali di satelliti geostazionari, ha confermato che il nuovo satellite funzionava come progettato e comunicava con i controllori di terra dopo il lancio di mercoledì. SES 22 dispiegherà i suoi pannelli solari e le sue antenne ed eseguirà una serie di accensioni orbitali con il proprio motore a combustibile liquido per circolarizzare la sua orbita a quota geostazionaria sopra l'equatore. L'orbita geostazionaria offre ai satelliti una vista fissa della stessa regione geografica del pianeta e consente alle antenne terrestri di puntare nella stessa posizione nel cielo.

 "SES 22 è un satellite in banda C, quindi fa parte del nostro programma di copertura della banda C negli Stati Uniti," ha affermato Christophe De Hauwer, chief strategy and development officer di SES. “È un satellite solo in banda C. Verrà posizionato a 135 gradi di longitudine ovest, da dove forniremo principalmente servizi TV e radio negli Stati Uniti, ma anche alcuni servizi dati nel paese". Dopo aver completato i test di verifica in orbita, SES 22 dovrebbe entrare in servizio commerciale all'inizio di agosto, secondo De Hauwer. Il satellite è progettato per una missione di 15 anni. La Federal Communications Commission (FCC) ha finalizzato un programma nel 2020 per liberare 300 megahertz di spettro in banda C per il lancio delle reti di connettività mobile 5G. La FCC ha messo all'asta lo spettro della banda C degli Stati Uniti, precedentemente utilizzato per servizi di trasmissione video via satellite a milioni di clienti, agli operatori 5G.

 In compenso alla perdita dello spettro, Intelsat e SES, i due maggiori operatori satellitari in banda C nel mercato statunitense, riceveranno rispettivamente 4,87 e 3,97 miliardi di dollari dagli offerenti 5G, se riusciranno ad accelerare la transizione dei servizi in banda C a una fascia più piccola di spettro entro dicembre 2023, due anni prima della scadenza prescritta dalla FCC. Intelsat e SES, insieme agli operatori con una quota minore del mercato statunitense della banda C, saranno rimborsati per i costi di trasferimento della banda C, comprese le spese di produzione e lancio dei satelliti, dai vincitori dell'asta della banda C della FCC.

 Come parte dell'accordo, gli operatori satellitari sono stati incentivati ad acquistare nuovi satelliti di trasmissione in banda C dai produttori statunitensi per operare nella fascia da 4,0 a 4,2 GHz dello spettro della banda C. La parte inferiore della banda, precedentemente assegnata agli operatori satellitari, da 3,7 a 4,0 GHz, è in fase di transizione ai servizi 5G. De Hauwer ha affermato che SES ha già liberato i 120 MHz inferiori dello spettro della banda C attraverso la ri-allocazione della programmazione sui satelliti esistenti, ma per soddisfare il resto del mandato di cancellazione della banda C è necessario il lancio di nuovi veicoli spaziali. Nel 2020, SES ha ordinato sei nuovi satelliti in banda C, incluso uno di riserva, e Intelsat ha acquistato sette satelliti in banda C. SES afferma che i nuovi satelliti in banda C consentiranno la trasmissione di servizi di TV digitale a quasi 120 milioni di case negli Stati Uniti. "Dobbiamo avere più satelliti nel cielo in modo da distribuire il carico su un numero maggiore di satelliti rispetto a quelli che abbiamo ora," ha detto De Hauwer. “Lanceremo cinque satelliti in banda C. Saranno tutti lanciati quest'anno, questo è sicuramente il piano. Dopo di che saremo tranquilli. Questa è la capacità di cui abbiamo bisogno nel cielo per fare il re-packing (dello spettro della banda C).”

spacex f9 ses22 encapsulated

Nella foto il satellite SES-22 prima di essere racchiuso nelle semi-ogive protettive del razzo. Credito: Thales Alenia Space.

 Il lancio rapido di tutti i nuovi satelliti in banda C sarà una parte fondamentale del programma di liberazione dello spettro. Il lancio dei satelliti in banda C con ULA e SpaceX sono previsti entro la fine dell'anno. "Parte dei nostri criteri principali nella selezione dei diversi fornitori era quale sarebbe stata la sequenza temporale per la consegna del veicolo spaziale," ha affermato De Hauwer. "Il tempismo è tutto in questo programma." Thales Alenia Space ha costruito il satellite SES 22 in 22 mesi, ha detto De Hauwer. Parallelamente alla distribuzione dei satelliti di trasmissione in banda C quest'anno, SES si prepara a lanciare i primi sei satelliti per la rete a banda larga O3b mPower dell'azienda, fornendo connettività dati e servizi Internet in tutto il mondo.

 I primi sei satelliti O3b mPower verranno lanciati con tre razzi Falcon 9, diretti verso posizioni in un'orbita unica a un'altitudine di circa 8.000 chilometri. Questi tre lanci, tutti da Cape Canaveral, sono attualmente sulla buona strada per essere eseguiti, secondo SES, entro la fine del 2022. L'intensa campagna di distribuzione dei satelliti arriva dopo un periodo relativamente tranquillo nei lanci per SES, con un solo nuovo satellite SES lanciato dal 2019. Ma i programmi per due diversi segmenti delle attività di SES si sono allineati formando la cadenza di lancio rapida di quest'anno. Il programma O3b mPower, annunciato per la prima volta nel 2017, si avvicina al traguardo in fase di sviluppo, mentre i nuovi satelliti TV in banda C stanno completando i test per il lancio.

 Con la missione di mercoledì, SpaceX ha lanciato 27 razzi Falcon 9 dal 1° gennaio, di cui 22 dalla Space Coast della Florida e cinque dalla base della Space Force di Vandenberg in California. Il record dell'azienda per i lanci in un anno solare è 31, stabilito lo scorso anno, e SpaceX dovrebbe pareggiare o battere il record addirittura entro la fine di luglio. Il lancio di tre razzi Falcon 9 è previsto nella prima metà di luglio, a cominciare da un lancio da Cape Canaveral il 7 luglio con un altro gruppo di satelliti Internet Starlink. Un'altra missione Starlink da Vandenberg e una missione cargo verso la Stazione Spaziale Internazionale dal Kennedy Space Center dovrebbero essere lanciate da inizio a metà luglio. Ulteriori missioni Falcon 9 con i satelliti Starlink sono previste per la fine del mese.

 Si è trattato del 74esimo lancio orbitale globale del 2022, il 71esimo a concludersi con successo. 

Letto: 164 volta/e Ultima modifica Venerdì, 01 Luglio 2022 04:19

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 8 agosto 2022

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 agosto. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 agosto ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora