Scritto: Domenica, 05 Giugno 2022 21:02 Ultima modifica: Lunedì, 06 Giugno 2022 04:58

New Shepard NS-21, sei sconosciuti nello spazio


Con la quinta missione suborbitale abitata la Blue Origin ha inviato nello spazio sei nuovi turisti nello spazio e, questa volta, nessuno era una celebrità. Il volo spaziale umano diventa per tutti anche grazie alle criptovalute e gli NFT.

Rate this item
(2 votes)
Nell'immagine tratta dal webcast il decollo del New Shepard per la quinta missione abitata.
Nell'immagine tratta dal webcast il decollo del New Shepard per la quinta missione abitata.
Credito: Blue Origin.

 Il veicolo suborbitale New Shepard di Blue Origin ha effettuato il suo quinto volo suborbitale con equipaggio il 4 giugno, trasportando sei persone tra cui la prima donna di origine messicana ad andare nello spazio e il primo cliente abituale della compagnia. Il New Shepard è decollato dal sito di lancio uno di Blue Origin nel Texas occidentale alle 9:25 del mattino locali (le 13:25 UTC). La capsula dell'equipaggio, 'RSS First Step' con sei persone a bordo, è atterrata 10 minuti dopo il decollo e dopo aver raggiunto un'altitudine massima di circa 107 chilometri. Il razzo che ha portato la capsula nello spazio, NS4.7, aveva effettuato un atterraggio propulsivo quasi tre minuti prima. 

 Le sei persone a bordo includevano il primo cliente abituale di Blue Origin, Evan Dick, che aveva già volato sulla missione NS-19 nel dicembre 2021. Un'altra, Katya Echazarreta, è un'ex ingegnere del Jet Propulsion Laboratory e la prima donna di origine messicana ad andare così nello spazio. È stata selezionata per il volo da Space for Humanity, un'organizzazione senza scopo di lucro che offre voli nello spazio per coloro che non possono permetterseli da soli. Altri sul volo includono il pilota Hamish Harding; L'ingegnere brasiliano Victor Correa Hespanha, che è solo il secondo brasiliano ad andare nello spazio; l'uomo d'affari e avventuriero Jaison Robinson; e Victor Vescovo, un esploratore che ha scalato alcune delle montagne più alte del mondo e si è tuffato nel punto più profondo dell'oceano, Challenger Deep.

 In un briefing con i media dopo il volo, Dick ha detto che il suo secondo viaggio su New Shepard è stato "forse un po' meno eccitante della prima volta, ma per questo sono stato in grado di concentrarmi un po' di più sulla bellezza," di vedere il Terra dall'alto. "Ho sognato di andare nello spazio per tutta la vita," ha esclamato Echazarreta. "Nessuno può davvero immaginarlo finché non lo sperimenta."

 La missione NS-21 era originariamente prevista per il lancio il 20 maggio. Tuttavia, due giorni prima del volo, la società l'ha posticipata perché un sistema di backup non specificato sul veicolo "non soddisfaceva le nostre aspettative in termini di prestazioni". Blue Origin non ha fornito ulteriori dettagli sul problema o su come lo ha risolto.

blueorigin ns21 crew portrait 04062022

L'equipaggio di New Shepard NS-21. Nella foto da sinistra a destra: Victor Vescovo, Victor Correa Hespanha, Katya Echazarreta, Jaison Robinson, Hamish Harding e Evan Dick. A sinistra lo stemma della missione. Credito Blue Origin.

 Il volo è stato la quinta volta che New Shepard ha trasportato persone e il secondo volo del 2022. A febbraio, Bob Smith, amministratore delegato di Blue Origin, aveva dichiarato che si aspettava che la sua compagnia quest'anno "raddoppiasse facilmente" le 14 persone inviate nello spazio in 2021 su tre voli New Shepard. Ma aveva rifiutato di dire quanti voli New Shepard, inclusi quelli con equipaggio o solo carico utile, la compagnia prevedeva di lanciare quest'anno.

 Uno dei membri dell'equipaggio, Hespanha, ha volato grazie a un'organizzazione chiamata Crypto Space Agency (CSA). Ha venduto oggetti da collezione digitali chiamati gettoni non fungibili (NFT) e ha scelto a caso uno degli acquirenti per un posto sul volo. Uno dei fondatori della CSA, Joshua Skurla, ha dichiarato in un'intervista che lui e il co-fondatore Sam Hutchison hanno fondato l'organizzazione per attingere all'interesse sia per lo spazio che per le tecnologie "Web3" come le criptovalute e la blockchain. "Questo è un momento dirompente e ci sarebbero stati alcuni modi davvero interessanti per trovare una convergenza, o aiutare a guidare una convergenza, tra lo spazio e il Web3," ha affermato.

 Tale convergenza include la partecipazione al volo spaziale umano. "Eravamo entusiasti dell'idea di offrire un volo a qualcuno che non aveva necessariamente i mezzi per poter pagare questo volo da solo, ma era assolutamente affascinato dallo spazio e voleva partecipare," ha detto. Skurla ha detto che la CSA ha acquistato il posto in anticipo, quindi ha venduto gli NFT con un programma "compresso" per il volo. "La disponibilità di posti non è incredibilmente alta, quindi devi aggirare il programma del razzo," ha detto. Mentre l'organizzazione offre fino a 5.555 NFT, ha affermato di averne venduti "meno di 300" quando ha scelto Hespanha per andare su NS-21 e circa 400 a partire dal volo.

 Skurla ha riconosciuto che la vendita degli NFT non ha coperto per intero il costo del biglietto. La CSA vende gli NFT utilizzando la valuta Ethereum, o ETH, con un NFT che costa 0,25 ETH, o circa 450 dollari al valore attuale di Ethereum. Ethereum è stato significativamente più prezioso alla fine di aprile, quando la CSA ha iniziato a vendere NFT, parte di un forte calo generale del valore delle criptovalute. Ciò sembrerebbe compromettere la capacità della CSA di finanziare voli successivi o altri progetti, ma Skurla ha detto di non essere preoccupato. "Siamo di fronte a un mercato leggermente diverso ora rispetto a quando abbiamo messo in vendita gli NFT," ha affermato. "È un ottimo momento per concentrarci sulla costruzione della nostra missione principale".

blueorigin ns21 landing 04062022

Nell'immagine tratta dal webcast l'atterraggio della capsula del New Shepard al termine della quinta missione abitata. Credito: Blue Origin.

 Sebbene sembri una lotteria high-tech, Skurla ha affermato che le vendite della NFT e la selezione di una persona per volare su New Shepard fa parte di uno sforzo per costruire una comunità più ampia. "Stiamo fornendo a tutti una piattaforma per riunirsi attorno ai tre principi del CSA," ha dichiarato, “che includono il volo spaziale umano, nonché il supporto per la difesa planetaria e la ricerca di intelligenza extraterrestre (SETI).” Skurla ha detto che CSA ha identificato opportunità per supportare sia la difesa planetaria che SETI, ma non le ha rivelate. La NASA attualmente spende 150 milioni di dollari all'anno in attività di difesa planetaria, mentre il miliardario Yuri Milner ha promesso 100 milioni di dollari in 10 anni per uno sforzo SETI chiamato Breakthrough Listen.  Skurla ha affermato che anche se CSA cattura solo una piccola parte del mercato globale delle criptovalute, potrebbe comunque raccogliere milioni di dollari da spendere per il volo spaziale, la difesa planetaria e il SETI. "È realistico generare quei tipi di numeri e se aspiriamo a essere un attore significativo in questo spazio, allora sì, aspiriamo ad avere quel tipo di risorse a nostra disposizione".

 CSA non è l'unica organizzazione crittografica che ha intenzione di volare su New Shepard. Blue Origin ha dichiarato in un tweet del 25 aprile che MoonDAO, un'altra organizzazione che vende NFT, "ha acquistato posti su un prossimo volo New Shepard". Né Blue Origin né MoonDAO hanno dichiarato quando avranno luogo quei voli. A dicembre, Blue Origin aveva annunciato che Justin Lin, un imprenditore cinese di criptovalute, aveva fatto l'offerta vincente per un posto sul primo volo New Shepard con equipaggio ma, non potendo andare, pensava invece di acquistare un volo dedicato New Shepard nel quarto trimestre di 2022. Lin ha detto che avrebbe selezionato cinque "guerrieri spaziali" per accompagnarlo nel volo, ma dall'annuncio non ha fornito aggiornamenti importanti sul processo di selezione o altri piani per la missione.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 438 volta/e Ultima modifica Lunedì, 06 Giugno 2022 04:58

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:4 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora