Scritto: Sabato, 28 Maggio 2022 19:08 Ultima modifica: Domenica, 29 Maggio 2022 07:06

Virgin Orbit vicina al volo dall'UK


La compagnia privata Virgin Orbit prevede di compiere il primo lancio spaziale dalla Cornovaglia, nel Regno Unito, entro agosto 2022. Sarebbe la prima volta che un volo spaziale orbitale prenderà il via dal Vecchio Continente.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il primo rilascio di un Launcher One inerte dall'aereo Cosmic Girl di Virgin Orbit, nel luglio 2019.
Nella foto il primo rilascio di un Launcher One inerte dall'aereo Cosmic Girl di Virgin Orbit, nel luglio 2019.
Credito: Virgin Orbit

 Con tre lanci di successo al suo attivo, Virgin Orbit sta pianificando due voli quest'estate per dimostrare il suo agile sistema di razzo lanciato dall'aria, incluso il primo lancio di un satellite in assoluto dal Regno Unito.

 Il primo lancio, previsto per il 30 giugno e chiamato 'Straight Up', porterà in orbita sette satelliti. La missione partirà dal largo della costa della California meridionale per la US Space Force e la NASA utilizzando il razzo LauncherOne della compagnia, che sarà rilasciato sull'Oceano Pacifico dal Boeing 747 Cosmic Girl. Il volo decollerà dal Mojave Air and Space Port. Cosmic Girl si sposterà alla fine di agosto quindi di ben otto fusi orari fino all'aeroporto di Newquay, in Cornovaglia, per il primo lancio dal suolo britannico. "In qualsiasi momento, in qualsiasi luogo, in qualsiasi orbita funziona davvero per noi," ha affermato Jim Simpson, Chief Strategy Office di Virgin Orbit, durante un discorso programmatico allo Space Tech Expo tenuto nei giorni scorsi.

 I carichi utili annunciati per il volo dalla Cornovaglia, sono i seguenti: Amber-1 della Satellite Applications Catapult per il controllo del dominio marittimo per il Regno Unito, ForgeStar-01 satellite dimostrativo della Space Forge Tecnology per il Regno Unito, Kernow Sat 1 dell'Università di Exeter per l'osservazione della Terra per il Regno Unito, Prometheus 2A e 2B dimostratori tecnologici del Ministero della Difesa del Regno Unito/Ufficio nazionale di ricognizione degli Stati Uniti e un satellite per l'osservazione della Terra, il cui nome non è ancora stato annunciato, costruito dalla SatRevolution della Polonia per l'Oman. Quest'ultimo si tratterà del primo satellite per il Paese del Medio Oriente.

 Simpson ha affermato che il lancio più recente di gennaio, intitolato "Above the Clouds", ha dimostrato la flessibilità del sistema. Virgin Orbit ha ricevuto un satellite solo due settimane prima del lancio; gli ingegneri sono stati in grado di integrare il veicolo spaziale in appena due ore. Simpson ha aggiunto che il giorno del lancio c'erano nuvole a 9.000 metri che avrebbero fatto annullare un lancio di un razzo da terra. La Cosmic Girl è stata in grado di volare sopra le nuvole fino a 10.600 metri e rilasciare il LauncherOne.

 Il razzo di Virgin Orbit è stato anche in grado di lanciare i satelliti in un'orbita con inclinazione di 45 gradi. Ciò non è possibile per i razzi a terra lanciati dalla base dell'aeronautica di Vandenberg in California perché la traiettoria porterebbe i booster su aree abitate. LauncherOne è in grado di posizionare satelliti del peso di 300 kg in un'orbita solare sincrona alta 500 km. Virgin Orbit sta lavorando a miglioramenti progettati per aumentare la capacità di carico utile del booster a 350 kg.

virginorbit newquay spaceport uk

Nella foto la pista dell'aeroporto di Newquay, in Cornovaglia, che sarà teatro del lancio Virgin Orbit di agosto 2022. Credito: https://www.cornwalllive.com/

 Virgin Orbit sta inoltre lavorando con Exoterra per un veicolo di trasferimento del terzo stadio che consentirebbe il lancio in orbita geosincrona e oltre. Nel 2019, la società ha firmato un accordo con SatRevolution e quasi una dozzina di università polacche per inviare un piccolo satellite in orbita attorno a Marte. Per espandere le operazioni, Virgin Orbit ha recentemente acquistato altri due Boeing 747 usati. Uno sarà modificato per gestire i voli LauncherOne, mentre l'altro è una versione cargo in grado di trasportare due booster e attrezzature di supporto.

 Oltre a Mojave e Cornovaglia, Virgin Orbit prevede di effettuare il decollo dalla Anderson Air Force Base nel territorio statunitense di Guam, dall'Alcantara Launch Center in Brasile e dall'aeroporto di Oita in Giappone. Virgin Orbit ha firmato un memorandum d'intesa con la ANA Holdings per 20 lanci da Oita.

 Simpson ha detto che Virgin Orbit sta parlando con molte altre nazioni interessate al lancio di satelliti. Delle 70 agenzie spaziali in tutto il mondo, solo 10 di loro hanno la capacità di lanciare i propri satelliti. Virgin Galactic vorrebbe conquistare una grande fetta del mercato in forte espansione per i piccoli veicoli spaziali lanciati in orbita bassa terrestre bassa mentre il mondo si allontana dai grandi e costosi satelliti per comunicazioni geosincrone. La compagnia sta anche guardando avanti a un potenziale razzo "LauncherTwo" che, invece di essere trasportato sotto l'ala del Boeing 747, sarebbe invece montato sopra la fusoliera. Quel veicolo, secondo una diapositiva mostrata da Simpson, potrebbe offrire prestazioni fino a tre volte superiori a quelle di LauncherOne.

Letto: 293 volta/e Ultima modifica Domenica, 29 Maggio 2022 07:06

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:6 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora