Scritto: Giovedì, 26 Maggio 2022 22:59 Ultima modifica: Venerdì, 27 Maggio 2022 05:03

Starliner, missione compiuta


Il veicolo per equipaggio CST-100 Starliner della Boeing è rientrato felicemente sulla Terra dopo cinque giorni di permanenza alla ISS. Ora la compagnia e la NASA dovranno valutare i risultati e poi potranno dare il via al primo volo con equipaggio, si spera entro l'anno.

Rate this item
(2 votes)
Nell'immagine all'infrarosso la capsula Starliner scende verso il deserto del New Mexico appesa ai suoi tre paracadute principali.
Nell'immagine all'infrarosso la capsula Starliner scende verso il deserto del New Mexico appesa ai suoi tre paracadute principali.
Credito: NASA

 La capsula per equipaggi CST-100 Starliner di Boeing è atterrata in sicurezza nel New Mexico il 26 maggio 2022, concludendo un volo di prova senza equipaggio di sei giorni verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e ponendo le basi per il primo volo della navicella spaziale con persone a bordo.

 Starliner si è staccato dalla ISS alle 18:36 UTC del 25 maggio ed ha manovrato allontanandosi dalla stazione. Dopo un'accensione di un minuto, utilizzando i quattro propulsori Orbital Maneuvering and Attitude Control (OMAC), alle 22:05 UTC, la capsula ha rilasciato il modulo di servizio circa tre minuti dopo ed è rientrata nell'atmosfera sull'Oceano Pacifico. Il momento nel quale la capsula ha toccato gli strati esterni dell'atmosfera è avvenuto alle 22:33 UTC. La capsula ha dispiegato due paracadute di frenata undici minuti dopo seguiti dai tre paracadute principali. E' stata poi la volta del rilascio del suo scudo termico per rivelare gli air bag usati per attutire l'atterraggio, avvenuto alla velocità di circa 28 km/h. Il veicolo spaziale è atterrato alle 22:49 UTC (le 14:49 locali) presso il poligono militare di White Sands Space Harbor nel New Mexico, ad appena 480 metri dal punto stimato. La capsula ha toccato terra a poche decine di metri dalla pista di atterraggio che vide il ritorno dello Space Shuttle Columbia dalla missione STS-3 del 1982. La Starliner è anche la prima capsula spaziale destinata al volo umano utilizzata dagli Stati Uniti ad atterrare sul suolo e non ad ammarare, come le precedenti Mercury, Gemini, Apollo e Crew Dragon.

 L'atterraggio, immediatamente ritenuto riuscito dalla NASA e dalla Boeing, ha concluso la missione Orbital Flight Test (OFT) 2 quasi esattamente sei giorni dopo il suo decollo da Cape Canaveral, in Florida. La navicella aveva attraccato alla stazione poco più di 24 ore dopo il decollo. "È stato un atterraggio da cartolina," ha detto Steve Stich, responsabile del programma dell'equipaggio commerciale della NASA, in un briefing post-atterraggio. "I sistemi hanno funzionato alla grande e, una volta che avremo elaborato tutti i dati, saremo pronti a far volare l'equipaggio su questo veicolo".

boeing starliner oft2 parachute deploy sequence

Nell'illustrazione le varie fasi finali del rientro di Starliner a partire dal dispiegamento dei paracadute guida. Credito: Boeing

 OFT-2 è stata una ripetizione della missione OFT originale del dicembre 2019, che subì problemi subito dopo il lancio che impedirono al veicolo spaziale di raggiungere la ISS. Boeing aveva tentato di lanciare OFT-2 nell'agosto 2021, ma dei problemi con le valvole del propellente nel modulo di servizio del veicolo spaziale avevano costretto a posticipare il lancio.

 Questa missione non è stata priva di problemi. Due propulsori OMAC si sono guastati durante l'accensione per l'inserimento orbitale poco dopo la separazione dallo stadio superiore dal razzo Atlas 5, un problema che Boeing e la NASA continuano a indagare. Anche due propulsori del sistema di controllo a reazione hanno funzionato male, ma sono stati successivamente recuperati. In entrambi i casi, Boeing ha affermato che il veicolo aveva una ridondanza sufficiente per continuare la missione. Il veicolo spaziale ha anche riscontrato problemi con un circuito di controllo termico all'inizio della missione.

 Stich ha dichiarato che i controllori hanno provato ad accendere quei due propulsori dopo che il modulo di servizio era stato sganciato. "Abbiamo visto una firma interessante che assomiglia un po' alle firme che abbiamo visto alla chiusura," ha detto. Ciò potrebbe aiutare a restringere la causa del problema, ha aggiunto. Né Stich né Mark Nappi, il responsabile del programma dell'equipaggio commerciale della Boeing, erano preoccupati per i problemi del propulsore. "Nessuno di questi sembrano seri, tali dai costringere ad una sorta di cambiamento di design," ha detto Nappi. "Sono più ottimista sul fatto che saremo in grado di spiegarli e andare avanti".

 Il prossimo passo nello sviluppo di Starliner è il primo volo con equipaggio del veicolo, la missione Crew Flight Test (CFT) che trasporterà almeno due astronauti della NASA. La navicella Starliner potrebbe essere pronta per la CFT già alla fine di quest'anno, anche se una data di lancio dipenderà dal lavoro che deve essere svolto in risposta ai problemi riscontrati durante OFT-2, nonché dal programma delle attività della ISS. Nappi ha detto che probabilmente ci vorranno "diversi mesi" prima che possano fissare una data per la missione CFT.

 "Non vedo alcun motivo per cui non possiamo procedere al prossimo Crew Flight Test," ha detto Stich. "Abbiamo alcune cose su cui lavorare da ora ad allora, ma questa volta non vedo nessun serio intoppo". Ha aggiunto che le prestazioni di Starliner su OFT-2 erano "molto simili in molti modi" al test di volo senza equipaggio Demo-1 del Crew Dragon di SpaceX nel 2019 in termini di problemi riscontrati. Anche se va segnalato che questa missione è arrivata quasi 3 anni e mezzo dopo quella di SpaceX!

iss exp67 oft2 hatch opening 21052022

Nella foto l'interno della capsula Starliner dopo l'attracco alla ISS e con Bob Hines e Kjell Lindgren che danno il benvenuto a Rosie The Rocketeer. Credito: NASA

 "OFT-2 è stato un volo di prova e ci aspettavamo di imparare da questa cosa, e l'abbiamo fatto," ha detto Nappi. Nonostante le anomalie del propulsore e del sistema di raffreddamento termico, "il team e il veicolo li hanno gestiti molto bene ed è stata un'esperienza di apprendimento davvero positiva". Il problema della valvola che ha ritardato OFT-2 dallo scorso agosto non era un problema su questo volo, ma Stich e Nappi hanno affermato che avrebbero esaminato se eseguire le stesse attenuazioni, come spurgare le valvole con azoto gassoso per rimuovere l'umidità, per CFT o prendere altre misure che potrebbero includere la ri-progettazione delle valvole. “Abbiamo opzioni per CFT. Dobbiamo ancora guardare alla soluzione a lungo termine," ha affermato Nappi. "Sono fiducioso che possiamo mettere in atto un'opzione per l'uso su CFT e cercare soluzioni a lungo termine" per le missioni operative.

 "Su una scala da 1 a 10," ha detto quando gli è stato chiesto di valutare la missione OFT-2, "Penso che gli darei un 15. È stato incredibile". All'inizio dei cinque giorni trascorsi alla ISS l'equipaggio della Spedizione 67, a bordo della stazione, ha aperto i portelli di Starliner ed è entrato nella capsula per la prima volta, ispezionando il veicolo spaziale e verificando l'integrazione con i sistemi di alimentazione della stazione, per la ricarica delle batterie, e di comunicazione per soggiorni più lunghi previsti in futuro. L'equipaggio della stazione ha anche scaricato 226 kg di carico consegnato da Starliner e inviato 272 kg di carico sulla Terra.

boeing starliner oft2 after land 26052022 copy

Nella foto la capsula Starliner dopo l'atterraggio e con le squadre di recupero al lavoro. Incredibile l'aspetto poco 'bruciacchiato' del rivestimento termico. Credito: NASA

 Starliner aveva a bordo anche "passeggero" in questo test di volo: un manichino di prova realistico chiamato Rosie. Durante OFT-1, Rosie era stata dotata di 15 sensori per raccogliere dati su ciò che gli astronauti sperimenteranno durante i voli su Starliner. Per OFT-2, le porte di acquisizione dati del veicolo spaziale precedentemente collegate ai 15 sensori di Rosie sono state utilizzate per raccogliere dati dai sensori posizionati lungo il pallet del sedile, che è l'infrastruttura che tiene in posizione tutti i sedili dell'equipaggio. Tra il carico restituito c'erano tre serbatoi riutilizzabili del sistema di ricarica dell'ossigeno di azoto che forniscono aria respirabile ai membri dell'equipaggio della stazione. I serbatoi saranno ricaricati sulla Terra e rispediti alla stazione su un volo futuro.

 Boeing ha recuperato la navicella spaziale dal deserto e la trasporterà alla Commercial Crew and Cargo Processing Facility dell'azienda presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida per il ripristino per una prossima missione.

Letto: 208 volta/e Ultima modifica Venerdì, 27 Maggio 2022 05:03

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento:6 luglio 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 5 luglio ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 luglio. Statistiche sull...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora