Scritto: Giovedì, 03 Marzo 2022 14:00 Ultima modifica: Giovedì, 03 Marzo 2022 14:40

Samantha Cristoforetti, primo effetto della crisi Russia-resto del Mondo?


L'Agenzia Spaziale Italiana ha comunicato che la prossima missione Crew Dragon diretta alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) sarà accorciata e che, in conseguenza di questo l'astronauta italiana Cristoforetti non sarà più Comandante di Spedizione 68. E non è la sola brutta notizia.

Rate this item
(3 votes)
Nella foto l'equipaggio di Crew-4 durante l'addestramento.
Nella foto l'equipaggio di Crew-4 durante l'addestramento.
Crediti: ESA.

 A maggio 2021 l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) aveva annunciato che l'astronauta ESA Samantha Cristoforetti, specialista di missione dell’equipaggio Dragon Crew-4, sarebbe stata comandante della Spedizione 68. Come parte della normale attività di programmazione il piano di volo dell'ISS è stato recentemente modificato, anticipando la data dell'avvicendamento tra gli equipaggi Crew-4 e Crew-5. Con questa modifica, la missione dell’equipaggio Crew-4 è accorciata e la Spedizione 68 comincerà dopo la partenza di Samantha Cristoforetti dall'ISS. Per tutto il periodo che trascorrerà a bordo, Samantha avrà il ruolo di leader del Segmento orbitale americano (USOS), che comprende i moduli e i componenti americani, europei, giapponesi e canadesi della Stazione spaziale.

 Le opportunità di volo e i ruoli a bordo della Stazione spaziale internazionale vengono assegnati ai membri dell’equipaggio dal Multilateral Crew Operations Panel (MCOP), costituito dai rappresentanti di ESA, NASA, Roscosmos, l'Agenzia giapponese per l'esplorazione aerospaziale (JAXA) e l'Agenzia spaziale canadese (CSA). L'ESA è rappresentata dal Capo del Centro Astronauti Europeo Frank De Winne.

 Secondo Frank De Winne, non è raro che il piano di volo venga modificato dato che il traffico della Stazione spaziale Internazionale deve essere attentamente coordinato in base alle esigenze operative. “Questo significa che Samantha Cristoforetti non sarà più comandante della Stazione spaziale internazionale, ma il Panel la conferma la sua fiducia in lei come leader. Continuerà a essere completamente addestrata per la posizione di comandante ed è inteso che, nel caso in cui il piano di volo dovesse tornare a quello iniziale, Samantha assumerebbe questo ruolo”.

 Samantha Cristoforetti commenta così il cambiamento di piani: “Come membri dell'equipaggio, siamo pronti a dare il nostro contributo come necessario. È un onore per me essere a capo dello USOS, e questo ruolo comprende la maggior parte dei compiti che avrei assunto come comandante. Riconosco tuttavia che molte persone in Europa, in particolare molte donne, hanno tratto ispirazione dalla prospettiva di avere la prima donna europea comandante dell'ISS. Mi rammarico che questo non accadrà durante la mia missione, ma stiamo selezionando una nuova classe di astronauti e astronaute e sono certa che questa comprenderà donne molto preparate e determinate che saranno pronte, in un futuro non così lontano, ad assumere ruoli di leadership”.

 Il Direttore dell'Esplorazione Umana e Robotica dell'ESA David Parker afferma che la nomina di Samantha Cristoforetti a capo dell'USOS è una conferma delle qualità che porta con sé sulla Stazione Spaziale. “Come astronauta al secondo volo e leader competente, la conoscenza, l'atteggiamento sereno e la precedente esperienza di Samantha Cristoforetti in orbita sono una vera risorsa per l'equipaggio. È un'eccellente figura di riferimento per coloro che attualmente partecipano al processo di selezione degli astronauti dell'ESA, in particolare per le nostre candidate, che desiderano rappresentare l'Europa nello spazio”.

iss expedition 66 crew portrait

Il ritratto ufficiale dei sette membri dell'equipaggio della Expedition 66, attualmente a bordo della ISS. Da sinistra ci sono gli astronauti della NASA Raja Chari e Thomas Marshburn; Matthias Maurer, astronauta dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea); i cosmonauti di Roscosmos Anton Shkaplerov e Pëtr Dubrov; e gli astronauti della NASA Kayla Barron e Mark Vande Hei.

 Fin qui il freddo comunicato dell'ASI che non entra nel merito del motivo per il quale la missione Crew-4 viene accorciata, tranne l'ovvia manifestazione di supporto e fiducia nella nostra prima astronauta. Visto la crescente tensione fra occidente e Russia a causa dell'invasione dell'Ucraina e del peggioramento delle relazioni internazionali non si può escludere che questa notizia sia solo un accenno di quello che potrebbe succedere, nei prossimi giorni e settimane, nella collaborazione sulla ISS.

 Un'ulteriore notizia negativa è arrivata nelle ultime ore dall'Agenzia Spaziale Tedesca che ha emesso il seguente comunicato:

 In quanto una delle più grandi organizzazioni di ricerca in Europa, il Centro aerospaziale tedesco (Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt; DLR) si impegna nella cooperazione internazionale a beneficio della società e dell'industria. DLR impiega personale da 96 paesi. Rappresentano la pacifica convivenza di tutte le nazioni e di tutti i popoli. La violenza non dovrebbe mai essere un mezzo per raggiungere obiettivi di alcun tipo. Consideriamo pertanto gli sviluppi in Ucraina con grave preoccupazione e condanniamo le azioni ostili della Russia.

 DLR e l'Agenzia spaziale tedesca presso DLR hanno collaborato con istituzioni russe su numerosi progetti di ricerca, in alcuni casi con la partecipazione di altre organizzazioni di ricerca e università tedesche e partner internazionali.

 Sullo sfondo dell'aggressivo attacco all'Ucraina, il comitato esecutivo della DLR sta adottando le seguenti misure:

 Tutte le attività di collaborazione con le istituzioni russe su progetti in corso o in fase di pianificazione saranno terminate.

 Non ci saranno nuovi progetti o iniziative con istituzioni in Russia.

 Ove necessario, DLR entrerà in coordinamento con altri partner nazionali e internazionali.

iss exp65 vande hei

L'astronauta della NASA Mark Vande Hei, a bordo della ISS, in una posa umoristica.Crediti: NASA

 Uno dei prossimi problemi potrebbe essere quello con l'astronauta NASA Mark Vande Hei, salito sulla ISS assieme ai cosmonauti russi, e che ha quasi trascorso un anno in orbita, ed il cui rientro era previsto, assieme a Pëtr Dubrov con la Sojuz MS-19 il prossimo 28 marzo. Un rientro della Sojuz avviene, come di solito, nelle steppe del Kazakistan. Quel paese è uno stato indipendente dalla Russia ma le operazioni di lancio, dal Cosmodromo di Baikonur, e di rientro sono tutte gestite da personale, per lo più militare, russo. Anche il ritorno di Vande Hei negli Stati Uniti, dopo il rientro, avviene di solito su un aereo inviato dalla NASA a prelevarlo. Nella situazione attuale, con il blocco dei voli fra l'occidente, che ha instaurato le sanzioni economiche sulla Russia, tutto ciò diventa problematico se non impossibile. Inoltre Vande Hei, anche se questa spero sia un'ipotesi inverosimile, potrebbe essere 'trattenuto' in Russia fino al termine della crisi.

 Il prossimo equipaggio diretto alla ISS sarà soltanto composto da cosmonauti russi ed avverrà il prossimo 18 marzo con la Sojuz MS-21.

 Invece la prima data di lancio prevista per la missione Crew-4 di SpaceX dell'agenzia è venerdì 15 aprile dal Launch Complex 39A al Kennedy Space Center della NASA in Florida per mezzo di un razzo Falcon 9.

 Il lancio trasporterà sulla stazione spaziale tre astronauti della NASA - il comandante della missione Kjell Lindgren, il pilota Robert Hines e la specialista di missione Jessica Watkins - e l'astronauta dell'ESA (Agenzia spaziale europea) Samantha Cristoforetti, che fungerà da specialista di missione. Questo è il primo volo spaziale per Hines e Watkins. È la seconda trasferta per Lindgren e Cristoforetti. Dopo un periodo di consegna dell'equipaggio, gli astronauti della missione Crew-3 di SpaceX della NASA dovrebbero tornare sulla Terra ad aprile a bordo della loro Crew Dragon Endurance.

 Di fronte alle immagini che ci arrivano dalle città ucraine parlare dei problemi che riguardano lo spazio può sembrare futile. Non possiamo però che sperare che Vladimir Putin, che ha scatenato questa guerra ingiustificata e criminale, torni indietro prima che sia troppo tardi e le nazioni tornino a parlarsi invece di spararsi. In questa situazione abbiamo solo da perdere tutti, sia dal lato umano che da quello scienfico.

Letto: 641 volta/e Ultima modifica Giovedì, 03 Marzo 2022 14:40

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2022

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 1 dicembre. Statistiche su...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB