Scritto: Venerdì, 14 Gennaio 2022 22:35 Ultima modifica: Sabato, 15 Gennaio 2022 04:47

Sopra le nubi con Virgin Orbit


La missione orbitale di Virgin Orbit si è svolta regolarmente ieri ed ha portato nello spazio sette cubesat per tre clienti. Si è trattato del quarto volo operativo, il terzo consecutivo di successo del sistema aviolanciato LauncherOne.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il momento dell'accensione del primo stadio del razzo LauncherOne dopo il rilascio dall'aereo madre Cosmic Girl. Nella foto il momento dell'accensione del primo stadio del razzo LauncherOne dopo il rilascio dall'aereo madre Cosmic Girl. Crediti: Virgin Orbit.

 Cosmic Girl, questo il nome del Boeing 747 che funge da piattaforma di lancio per LauncherOne, è decollato dal Mojave Air and Space Port, in California, alle 4:39 p.m. Est (le 22:39 italiane) del 13 gennaio 2022. L'aereo madre ha rilasciato il razzo intorno alle 5:52 p.m. Est (le 23:52 italiane). LauncherOne, utilizzando i suoi due stadi a combustibile liquido, ha poi raggiunto l'orbita bassa terrestre a un'altitudine di circa 500 chilometri. Virgin Orbit ha twittato un'ora dopo il rilascio di tutti e sette i satelliti sul razzo era avvenuto regolarmente.

 Il razzo a due stadi, alimentato a cherosene/ossigeno liquido (LOX), è stato rilasciato dal 747 "Cosmic Girl" a un'altitudine di circa 10,7 km. Il motore NewtonThree del primo stadio di LauncherOne si è acceso per circa 2 minuti e 59 secondi, seguito da un'accensione di 5 minuti e 36 secondi del motore NewtonFour del secondo stadio per spingere il veicolo in un'orbita di parcheggio ellittica di 194 x 524 km x 45 gradi. Il secondo stadio si è riacceso al primo apogeo per 4,3 secondi per raggiungere la sua orbita di inserzione finale di 500 km x 45 gradi.

 Virgin Orbit ha spostato il punto di rilascio per questo lancio rispetto ai precedenti, spostandolo a ovest sud-ovest, più al largo nel Pacifico. Ciò ha consentito al razzo di posizionare il satellite in orbita con un'inclinazione di 45 gradi e, secondo la compagnia,si è trattato della prima volta che un lancio da un sito della costa occidentale ha raggiunto tale inclinazione.

virginorbit abovethecloud 747 13012022

Nella foto Cosmic Girl mentre vola sopra le nubi con il razzo LauncherOne ancora sotto l'ala sinistra. Crediti: Virgin Orbit.

 "La nostra capacità di raggiungere un'inclinazione di 45 gradi partendo dalla costa occidentale aumenta significativamente l'utilità di lanciare dalla costa occidentale," ha dichiarato Dan Hart, presidente e amministratore delegato di Virgin Orbit, durante una telefonata dell'11 gennaio con i giornalisti su la missione. "Questo tipo di flessibilità non ha precedenti".

 Il lancio della missione chiamata 'Above the Clouds' (sopra le nubi) ha portato nello spazio sette piccoli satelliti per tre diversi clienti. Quattro dei satelliti sono passati attraverso il programma di test spaziali del Dipartimento della Difesa. Il carico utile di Pathfinder for Autonomous Navigation (PAN) include due cubesat a tre unità per testare un sistema di rendezvous e docking. Technology Education Satellite (TechEdSat) 13 è un cubesat di tre unità sponsorizzato dal NASA Ames Research Center per testare diverse tecnologie avanzate. Il Globalstar Evaluation and Risk-Reduction Satellite (GEARRS) 3 è un cubo di tre unità dell'Air Force Research Laboratory per testare le comunicazioni con la rete satellitare Globalstar utilizzando un'antenna piatta all'esterno del satellite.

virginorbit abovethecloud pan

Nella foto il doppio cubesat PAN della Cornell University ripreso in fase finale di preparazione al lancio. Crediti: Cornell University.

 Due dei satelliti provenivano da SatRevolution, uno sviluppatore di piccoli sat polacchi. STORK-3 fa parte della sua costellazione di satelliti per immagini, mentre SteamSat-2 testerà i propulsori ad acqua sviluppati da una società britannica, la SteamJet Space Systems. Il settimo satellite è di Spire Global, che ha sviluppato assieme a l'Austrian Space Forum e la Findus Venture GmbH per misurare l'ambiente orbitale dei detriti. Virgin Orbit aveva dichiarato a dicembre di aver aggiunto lo Spire cubesat con breve preavviso come dimostrazione delle sue capacità di lancio reattive.

 Virgin Orbit ha rifiutato di rivelare le singole masse dei sette satelliti o anche la massa combinata dei carichi utili. Tutti e sette i satelliti sono cubesat di tre unità; tali satelliti hanno tipicamente masse di circa cinque chilogrammi ciascuno. Above the Clouds prende il nome dalla quinta traccia dell'album Moment of Truth di Gang Starr del 1998, con Inspectah Deck of Wu-Tang Clan. Il disco è stato pubblicato dalla Virgin Records in collaborazione con Noo Trybe Records ed è ampiamente considerato uno dei più grandi album hip hop di tutti i tempi.

 Questa è stata la terza missione operativa in poco meno di un anno, dopo i lanci di gennaio e giugno 2021, entrambi di successo. Una missione dimostrativa nel maggio 2020 non era riuscita a raggiungere l'orbita quando una linea del propellente si era rotta pochi secondi dopo l'accensione del motore del primo stadio, portando al suo spegnimento.

 Il lancio è il primo dei sei che Virgin Orbit ha programmato per il 2022. Due di questi sono previsti dallo Spaceport Cornwall in Inghilterra, mentre il resto volerà da Mojave.

 Il lancio è anche il primo da quando Virgin Orbit ha completato la sua fusione con una società di acquisizione per scopi speciali (SPAC) e ha iniziato a operare alla borsa Nasdaq il 30 dicembre scorso. L'accordo ha raccolto 228 milioni di dollari che l'azienda utilizzerà per finanziare l'espansione dei suoi servizi di lancio e le imprese satellitari, meno della metà dell'importo previsto quando l'accordo è stato annunciato ad agosto a causa dell'alto tasso di riscatti tra gli azionisti della SPAC, che hanno chiesto il rimborso piuttosto che detenere azioni della società risultante dalla fusione.

virginorbit nasdaq confetti 13012022

Nella foto un momento di gioia a Times Square, New York, dove era esposto un simulacro di LauncherOne, per il rito della 'campanella' del Nasdaq. Crediti: Virgin Orbit.

 Le azioni di Virgin Galactic sono diminuite nella prima settimana di negoziazione, ma sono rimbalzate nel periodo in cui la società ha tenuto una cerimonia di "campana di apertura" presso la sede del Nasdaq il 7 gennaio, che includeva l'esposizione di un modello in scala reale del razzo LauncherOne su Times Square. Il titolo ha chiuso, il 13 gennaio poco prima del lancio, a 9,40 dollari, in calo del 5,6%.

 Virgin Orbit (Nasdaq: VORB) gestisce uno dei sistemi di lancio spaziale più flessibili e reattivi mai costruiti. Fondata da Sir Richard Branson nel 2017, la società ha iniziato il servizio commerciale nel 2021 e ha già messo in orbita satelliti commerciali, civili, di sicurezza nazionale e internazionali per un totale di 26 veicoli spaziali. I razzi LauncherOne di Virgin Orbit sono progettati e fabbricati a Long Beach, in California, e vengono lanciati da un aereo madre Boeing 747-400 modificato che consente a Virgin Orbit di operare da località di tutto il mondo per soddisfare al meglio le esigenze di ogni cliente.

 Questo di giovedì è stato il terzo volo orbitale del 2022, tutti eseguiti dagli Stati Uniti e tutti avuto esito positivo.

Letto: 101 volta/e Ultima modifica Sabato, 15 Gennaio 2022 04:47

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri articoli in questa categoria: « Transporter-3 porta 105 satelliti in orbita
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2022.

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 gennaio. Reboost! ...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 16 gennaio. Statistiche su...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 7/1/22 - Sol 1105] - Mete...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora