Una navicella spaziale Sojuz che trasportava un cosmonauta russo e due astronauti privati giapponesi è tornata sulla Terra il 20 dicembre, concludendo un anno eccezionale per il volo spaziale umano commerciale. La navicella spaziale Sojuz MS-20 si è sganciata dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) alle 0:50 UTC (le 1:50 italiane del 20 dicembre), più di 11 giorni dopo il suo arrivo lassù ed è atterrata in sicurezza nelle steppe del Kazakistan alle 4:13 UTC (le 5:13 italiane). La Sojuz è rientrata sulla Terra con il cosmonauta Roscosmos Aleksandr Misurkin insieme agli astronauti privati giapponesi Yusaku "MZ" Maezawa e Yozo Hirano. I tre erano stati lanciati verso la stazione su un razzo Sojuz 2.1b l'8 dicembre scorso in un volo mediato dalla compagnia americana di turismo spaziale Space Adventures.

 Maezawa ha pagato la missione tramite Space Adventures, una società con sede negli Stati Uniti che funge da intermediaria per voli turistici spaziali russi. Space Adventures non ha rivelato quanto sia costato il volo a Maezawa, ma la Russia ha addebitato alla NASA fino a 90 milioni di dollari per un posto su un volo Sojuz per la stazione spaziale. Maezawa, il miliardario fondatore dell'azienda di moda Zozo, ha trascorso il suo tempo nello spazio realizzando una serie di video sulla vita a bordo della stazione. Queste attività includevano un annuncio pubblicitario per la società di consegne di cibo Uber Eats in cui Maezawa, vestito come un fattorino, ha consegnato un sacchetto di cibi in scatola a Misurkin. Hirano, l'assistente di Maezawa, ha aiutato a produrre i video.

 In un'intervista con l'Associated Press diversi giorni dopo il suo arrivo, Maezawa ha detto che si stava godendo il suo tempo nello spazio nonostante attacchi di malattia dello spazio e qualche difficoltà a dormire. "Una volta che sei nello spazio, ti rendi conto di quanto ne valga la pena vivendo questa straordinaria esperienza," aveva detto. Durante gli 11 giorni e 19 ore di permanenza dell'equipaggio a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, sono stati effettuati 9 esperimenti nell'ambito del programma scientifico russo. Nella direzione di "Biologia e fisiologia spaziale", sono stati condotti tre esperimenti: Biofilm, Microvir e Reflex, quattro - nell'ambito della direzione "Sviluppo di tecnologie spaziali promettenti": Visir, Scenario, Hurricane ed Econ-M, come così come in una delle direzioni "Esplorazione della Terra dallo spazio" e "Fisica dei raggi cosmici": Terminator e atmosfera UV, rispettivamente.

iss exp66 sojuzms20 crew label

Nell'immagine l'equipaggio della missione privata Sojuz MS-20 alla ISS. Crediti: NASA

 Anche i turisti spaziali hanno preso parte al programma scientifico della stazione. In particolare, nell'esperimento medico "LAZMA" finalizzato allo studio della microcircolazione sanguigna in condizioni di microgravità. I risultati ottenuti nel corso dello studio aiuteranno ulteriormente nello sviluppo di misure preventive. Il miglioramento delle misure preventive esistenti è particolarmente importante per l'attuazione di voli promettenti nello spazio profondo. L'eliminazione dei sintomi spiacevoli associati ai disturbi circolatori consentirà agli astronauti di evitare disagi e mantenere alta l'efficienza della stazione. Grazie ai turisti giapponesi è stato possibile per la prima volta realizzare questo progetto a bordo della ISS. Misurkin, con questo suo terzo volo spaziale, totalizza 346 giorni e 7 ore di permanenza nello spazio.

 Maezawa, fondatore di Zozotown, il più grande rivenditore di moda online del Giappone, aveva annunciato nel 2018 l'intenzione di viaggiare intorno alla Luna in una missione privata, chiamata Dearmoon, a bordo del razzo Starship di prossima generazione di SpaceX. Ma ha invece ha avuto il suo primo assaggio di volo spaziale sulla navicella spaziale russa Sojuz. Il rientro della capsula non è stato trasmesso in diretta ne da Roscosmos che da NASA, probabilmente per motivi di esclusiva per i protagonisti della missione privata.

 "Il completamento del volo spaziale di MZ segna non solo una pietra miliare per lui e Space Adventures, ma per l'industria dei voli spaziali commerciali nel suo insieme e il futuro dell'umanità nello spazio," ha affermato Eric Anderson, amministratore delegato di Space Adventures, in una dichiarazione della società. "La missione di MZ arriva alla fine di un anno che ha visto un incredibile boom del turismo spaziale ed è destinata a inaugurare un'altra ondata di esplorazione".

 Quest'anno quattro organizzazioni hanno effettuato sette voli spaziali commerciali dedicati. Virgin Galactic ha condotto due voli del suo veicolo suborbitale SpaceShipTwo, incluso uno a luglio che ha trasportato Richard Branson a circa 80 chilometri di altitudine che la compagnia e le agenzie governative degli Stati Uniti definiscono come spazio ai fini del riconoscimento degli astronauti. Blue Origin ha effettuato tre voli con equipaggio del suo veicolo suborbitale New Shepard, l'ultimo dell'11 dicembre, portando un totale finora di 14 persone ad altitudini superiori ai 100 chilometri. La Crew Dragon di SpaceX ha effettuato la missione Inspiration4 a settembre, portando quattro persone in un volo orbitale della durata di tre giorni.

iss exp66 sojuzms20 maezawa in space

Nella foto Maezawa a bordo della ISS. Crediti: Yusaku Maezawa

 La missione Sojuz MS-20 è stato il primo volo dedicato ad astronauti privati Soyuz verso la ISS. È stata anche la prima volta che Space Adventures ha portato persone nello spazio dal 2009, quando la compagnia vendeva posti extra nelle missioni di taxi Sojuz da e per la stazione. A ottobre, un altro di quei voli regolari in taxi della Sojuz ha portato un'attrice ed un regista russo alla stazione, dove hanno trascorso più di una settimana lassù per girare le scene di un film. Le società coinvolte nel volo spaziale umano commerciale del 2021 hanno piani molto diversi per il 2022. Blue Origin ha affermato che dopo la sua ultima missione si aspetta di condurre "diversi" lanci di New Shepard nel 2022 trasportando persone o carichi utili, ma non ha offerto una stima più specifica.

iss exp66 after sojuzms20 depart

Nell'illustrazione la situazione dei veicoli spaziali in visita alla ISS dopo la partenza della Sojuz MS-20. Crediti: NASA

 La prossima missione commerciale Crew Dragon di SpaceX sarà il volo Ax-1 per Axiom Space verso la ISS, previsto per febbraio. A ciò seguirà già il prossimo autunno la missione Ax-2 per Axiom. Virgin Galactic, tuttavia, non ha più fatto volare SpaceShipTwo dal volo di Branson a luglio. La compagnia è in un lungo periodo di manutenzione sia per SpaceShipTwo che per il suo aereo da trasporto WhiteKnightTwo e non prevede di riprendere i voli commerciali suborbitali prima della fine del 2022. Space Adventures sta pianificando un'altra missione Sojuz dedicata alla ISS non prima del 2023, un volo che includerà un'opzione, per un cliente, di effettuare una breve passeggiata spaziale fuori dalla stazione. Sarebbe la prima volta che un astronauta non professionista eseguirebbe un'attività extra-veicolare al di fuori di un veicolo spaziale.

 Dopo la partenza della navicella spaziale Soyuz MS-20, l'equipaggio di Spedizione 66, composto dai cosmonauti Roscosmos Anton Škaplerov e Pëtr Dubrov, dagli astronauti della NASA Mark Vande Hai, Thomas Marshburn, Raj Chari, Keila Barron e l'astronauta tedesco dell'ESA Matthias Maurer hanno continuato a lavorare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale,