Scritto: Domenica, 10 Novembre 2013 07:43 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14

ESA GOCE: poche ore al rientro


Il satellite dell'ESA GOCE (Gravity Field and Steady State Ocean Circulation Explorer) è ormai in caduta nella nostra atmosfera: gran parte della massa si disintegrerà al rientro ma circa il 25%, ossia 250 chilogrammi, potrebbe raggiungere la superficie distribuendosi in 40 - 50 frammenti.

Rate this item
(0 votes)

ESA GOCE

Credit: ESA/HPF/DLR

Il satellite dell'ESA GOCE (Gravity Field and Steady State Ocean Circulation Explorer) è ormai in caduta nella nostra atmosfera: gran parte della massa si disintegrerà al rientro ma circa il 25%, ossia 250 chilogrammi, potrebbe raggiungere la superficie distribuendosi in 40 - 50 frammenti.

A metà settembre era stata annunciata la fine della missione quadriennale e il 21 ottobre scorso ha esaurito, come previsto, la riserva di xeno, utilizzato dal sistema di propulsione, iniziando così il rientro in atmosfera.

Le stime si stanno modificando di ora in ora, diventando sempre più precise ma, dato che i due terzi della Terra sono coperti da oceani e da vaste aree scarsamente popolate, le possibilità che possa costituire una minaccia per la vita sono molto basse.

Nonostante GOCE da "Ferrari" dello spazio si sia trasformato in detrito spaziale, sta rientrando in atmosfera con classe: grazie alla sua forma aerodinamica, sta mantenendo l'assetto e la sua posizione sarà stabile fino alla disintegrazione.

La sua altitudine si sta avvicinando ai 150 chilometri e, nelle prossime ore, la velocità con cui perderà quota aumenterà in modo esponenziale.

Christoph Steiger, GOCE Operations Manager, ha dichiarato:
"Recentemente abbiamo notato un notevole aumento della temperatura nelle diverse zone del veicolo spaziale, probabilmente legato al fatto che GOCE sta incontrando un ambiente sempre più denso via via che la sua orbita decade".

Queste le ultime previsioni disponibili del 9 novembre alle 14:59 UTC:
USSTRATCOM (United States Strategic Command): 10 Novembre, 2013 - 23:02 UTC +/-16 ore
Aerospace Corp.: 11 Novembre, 2013 - 8:20 UTC +/-15 ore

Il sito di live tracking www.calsky.com riporta al momento una stima più ristretta, collocando il rientro alle 15:37 UTC di oggi, con un'incertezza di +/- 3,8 ore.

Due tra gli ultimi passaggi potrebbero interessare l'Italia: il più probabile, questa sera tra le 19:49 e le 19:55 e domani mattina tra le 7:51 e le 7:56.

Ecco i grafici delle due traiettorie previste, che potrebbero comunque essere soggette a variazioni, dal sito www.n2yo.com.

ESA GOCE Italia: passaggio 10/11/13

ESA GOCE Italia: passaggio 11/11/13 

Tuttavia, poiché l'area interessata dai detriti sarebbe abbastanza vasta, la Protezione Civile ha identificato delle fasce orarie ed alcune zone di potenziale rischio:
dalle 19.44 alle 20.24 di oggi per Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria e Sardegna e dalle 7.48 alle 8.28 di lunedì (per quest'ultimo orario, meno probabile, non sono state al momento rilasciate ulteriori indicazioni).

Aggiornamento 10 novembre ore 13:30

L'ESA ha pubblicato sul suo blog gli ultimi aggiornamenti.
In base ai nuovi calcoli, la possibilità che GOCE possa colpire l'Italia e L'Europa è quasi nulla.
Il rientro è adesso previsto tra le 18:30 and 24:00 UTC.
Rimane solo una piccola incertezza sul passaggio delle 19:49 - 19:55 che interesserà anche le nostre regioni del nord-ovest.

Ultime stime 10 novembre 8.30 UTC:
ESA: 10 Novembre, 2013 - dalle 18:30 alle 24:00 UTC ore
USSTRATCOM (United States Strategic Command): 10 Novembre, 2013 - 22:51 UTC +/-8 ore

Aggiornamento 10 novembre ore 16:40

L'ESA ha pubblicato sul suo blog gli ultimi aggiornamenti.
I nuovi dati sono stati calcolati a seguito dell'ultimo contatto con il satellite delle 14:37 UTC dalla stazione nelle Svalbard: GOCE è a quota 133 chilometri e il tasso di decadimento è di 1,5 km all'ora.
Le temperature della parte anteriore del veicolo sono in costante aumento: il computer centrale è ora a circa 40° Celsius.

Aggiornamento 10 novembre ore 20:30

GOCE è ancora in volo. La conferma arriva dall'ultimo contatto sopra Kiruna alle 18:56 UTC.
Il satellite si trovava ad una quota di 126 chilometri e la temperatura del computer centrale era appena sopra ai 50° Celsius.

Aggiornamento 10 novembre ore 21:10

Alle 20:50 CET un altro contatto è avvenuto tra GOCE e una stazione in Antartide.
La temperatura del computer è salita a 54° Celsius.
Il rietro è ora stimato tra le 22:30 e le 00:30 CET.

Ultimo aggiornameto

L'ESA ha rilasciato un ultimo aggiornamento: ora, il rientro è previsto tra le 23:30 e l'01:30 CET.

Read 2869 times Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 30 Maggio

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 30 Maggio sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 30/5/20 - Sol 535] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 29/4/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 1 Maggio [updated on May,01]

HOT NEWS