Scritto: Mercoledì, 06 Ottobre 2021 04:41 Ultima modifica: Mercoledì, 06 Ottobre 2021 05:02

Gli Emirati Arabi invieranno una sonda su un asteroide tra Marte e Giove


Lo hanno annunciato martedì. L'obiettivo dichiarato è raccogliere dati sulle origini dell'universo.

Rate this item
(3 votes)
In questa foto del del 9 febbraio 2021, Sarah Al Amiri, ministro di Stato per le scienze avanzate degli Emirati e vice responsabile del progetto della missione su Marte degli Emirati, parla della sonda Hope. In questa foto del del 9 febbraio 2021, Sarah Al Amiri, ministro di Stato per le scienze avanzate degli Emirati e vice responsabile del progetto della missione su Marte degli Emirati, parla della sonda Hope. Crediti: P Photo/Kamran Jebreili, File

Dopo il successo della piccola Hope che ha raggiunto Marte a febbraio 2021, ora gli Emirati Arabi vogliono entrare nella ristretta élite di paesi, composta da Unione Europea, Giappone e Stati Uniti, che ha completato con successo una missione su una cometa o un asteroide.

Il progetto prevede il lancio nel 2028 con un atterraggio nel 2033, un viaggio di cinque anni in cui il veicolo spaziale percorrerà circa 3,6 miliardi di chilometri. Dopo due gravity assist, uno intorno a Venere e uno intorno alla Terra per acquisire velocità, la navicella sarebbe sulla strada per raggiungere un asteroide a circa 560 milioni di chilometri di distanza dalla Terra. Gli scienziati stanno ancora esaminando quali dati scientifici raccogliere ma la missione sarà una sfida ancora più grande delle precedenti, dato che la sonda viaggerà sia vicino al Sole che lontano da esso, ha affermato Sarah al-Amiri, presidente dell'Agenzia Spaziale degli Emirati Arabi Uniti.
"Se avessimo provato a portare a termine una missione del genere senza avere il background che abbiamo adesso con la missione su Marte, sarebbe stato un obiettivo molto difficile da raggiungere", ha detto al-Amiri.

Gli Emirati collaboreranno con il Laboratory for Atmospheric and Space Physics dell'Università del Colorado per questo progetto.
Al-Amiri ha affermato che sono in corso discussioni su quale payload trasporterà la navicella spaziale e questo, a sua volta, influenzerà la scienza che potrà fare.

Oltre a questa missione, il paese sta anche pianificando di inviare una sonda senza equipaggio sulla Luna nel 2024 e l'insediamento di una colonia umana su Marte entro il 2117.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 179 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 06 Ottobre 2021 05:02

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2021. 

StatisticaMENTE

Tiangong 3 orbit

Tiangong 3 orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 19 ottobre [Last update:&nb...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 19 ottobre [updated on 10/...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 10/10 - Sol 1015] - Meteo...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista