Scritto: Mercoledì, 21 Luglio 2021 00:42 Ultima modifica: Mercoledì, 21 Luglio 2021 05:02

Un grande balzo per Blue Origin


Nel giorno del 52esimo anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna la Blue Origin mette a segno il primo volo suborbitale con passeggeri a bordo, fra i quali il più giovane e la più anziana che siano mai stati nello spazio.

Rate this item
(2 votes)
Nell'immagine la felicità di Wally Funk dopo l'atterraggio e l'abbraccio di Jeff Bezos ai familiari. Nell'immagine la felicità di Wally Funk dopo l'atterraggio e l'abbraccio di Jeff Bezos ai familiari. Crediti: Blue Origin

 Oggi Blue Origin ha completato con successo il primo volo abitato del veicolo spaziale New Shepard con quattro privati cittadini a bordo. L'equipaggio comprendeva Jeff Bezos, Mark Bezos, Wally Funk e Oliver Daemen, che sono diventati tutti ufficialmente astronauti quando hanno superato la linea di Kármán, il confine dello spazio riconosciuto a livello internazionale posto a 100 km di quota. All'atterraggio, gli astronauti sono stati accolti dalle loro famiglie e dal team operativo di terra di Blue Origin per una celebrazione nel deserto del Texas occidentale.

bo ns16 crew 20072021

Nella foto i quattro passeggeri di New Shepard nelle tute di volo: da sinistra Mark Bezos, Jeff Bezos, Oliver Daemen e Wally Funk. Crediti: Blue Origin

 Il New Shepard è decollato dal sito di lancio uno di Blue Origin, nel Texas occidentale, alle 9:12 a.m. EDT (le 15:12 italiane) per la missione NS-16. L'unico motore a razzo, il BE-3, alimentato ad ossigeno ed idrogeno liquidi, ha spinto il razzo verso il cielo terso del Texas. La capsula dell'equipaggio, chiamata RSS First Step, si è separata dal suo booster (numero di matricola 4, al suo terzo volo) dopo lo spegnimento del motore e ha raggiunto un'altitudine massima di 107 chilometri prima di scendere sotto i paracadute per un atterraggio 10 minuti e 10 secondi dopo il decollo. A bordo della capsula, dallo spegnimento del motore del razzo, i quattro passeggeri hanno potuto sperimentare l'assenza di peso per circa tre minuti, prima che la forza di gravità richiamasse il veicolo verso Terra. Il booster ha effettuato un atterraggio propulso quasi sette minuti e mezzo dopo il decollo, sull'apposita piazzola circolare posta a circa un km dalla rampa di lancio.

bo ns16 zerog onboard 20072021

Nella foto i quattro passeggeri di New Shepard si divertono durante l'esperienza a Zero-G nel corso del volo. Crediti: Blue Origin

 Questo volo suborbitale ha fissato diversi record:

Wally Funk, 82 anni, è diventata la persona più anziana a volare nello spazio superando John Glenn che ne aveva 77 quando volo nello spazio per la seconda volta a bordo dello Shuttle STS-65 nel 1998.

Oliver Daemen, 18 anni, è stato il primo astronauta commerciale ad acquistare un biglietto e volare nello spazio su un veicolo spaziale finanziato da privati e autorizzato da un sito di lancio privato. Oliver diventa anche la persona più giovane ad aver volato nello spazio battendo il russo Gherman Titov, che nel 1961 raggiunse lo Spazio un mese prima di compiere 26 anni.

Il New Shepard è diventato il primo veicolo commerciale con una licenza di veicolo di lancio riutilizzabile suborbitale per far volare i clienti paganti, sia carichi utili che astronauti, nello spazio e ritorno.

bo ns16 landing 20072021

Nell'immagine il booster atterrato sulle zue zampe e la capsula con i paracadute. Crediti: Blue Origin

 Jeff e Mark Bezos sono diventati i primi fratelli a volare insieme nello spazio.

 "Oggi è stata una giornata monumentale per Blue Origin e il volo spaziale umano," ha affermato Bob Smith, CEO, Blue Origin. “Sono così incredibilmente orgoglioso del Team Blue, della loro professionalità e competenza nell'eseguire il volo di oggi. Questo è stato un grande passo avanti per noi ed è solo l'inizio". Blue Origin prevede di effettuare altri due voli con equipaggio quest'anno, con molti più voli con equipaggio previsti per il 2022. La capsula del New Shepard può ospitare fino a sei passeggeri ma, per questo volo inaugurale, ne sono volati solo quattro. Il razzo ha raggiunto una velocità di 3 volte quella del suono. Il volo del New Shepard precedente, senza persone a bordo come tutti i precedenti, era avvenuto lo scorso 14 aprile, il NS-15.

bo ns16 launch 20072021

Nell'immagine il New Shepard nelle prime fasi del lancio. Crediti: Blue Origin

 La scorsa settimana, la Virgin Galactic aveva eseguito un volo suborbitale con il proprio spazioplano SpaceShipTwo con un equipaggio di due piloti e quattro passeggeri, dipendenti della compagnia fra i quali il fondatore Richard Branson. In quell'occasione la quota toccata era stata inferiore, ma sufficiente, per i regolamenti USA a dichiarare i passeggeri 'astronauti'.

Letto: 225 volta/e Ultima modifica Mercoledì, 21 Luglio 2021 05:02

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 3 agosto [updated on 08/03...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 2/8 - Sol 948] - Meteorol...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 31 luglio [Last update:&nbs...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista