Scritto: Sabato, 10 Luglio 2021 19:09 Ultima modifica: Domenica, 11 Luglio 2021 04:26

Dragon CRS-22 rientra sulla Terra


Dopo oltre un mese di permanenza alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), il veicolo cargo Dragon di SpaceX è ammarato con successo nel Golfo del Messico, riportando anche campioni di esperimenti.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto il Cargo Dragon CRS-22 mentre si allontana dalla ISS, ripreso dall'astronauta europeo Thomas Pesquet. Nella foto il Cargo Dragon CRS-22 mentre si allontana dalla ISS, ripreso dall'astronauta europeo Thomas Pesquet. Crediti: Thomas Pesquet/ESA/NASA

 Concludendo una missione di 36 giorni alla Stazione Spaziale Internazionale ISS), una capsula Cargo Dragon di SpaceX è ammarata nel Golfo del Messico venerdì sera con a bordo esperimenti biomedici, attrezzature per passeggiate spaziali e altro hardware di ritorno dall'orbita. La navicella spaziale senza pilota ha effettuato un ammaraggio con paracadute nel Golfo del Messico a sud di Tallahassee, in Florida, alle 23:29 EDT di venerdì (le 05:29 italiane di sabato 10 luglio). SpaceX ha confermato l'ammaraggio della capsula in un tweet mentre le squadre di recupero convergevano sulla navicella spaziale Dragon nel Golfo del Messico. La nave di recupero "Go Navigator" di SpaceX era vicino alla zona di ammaraggio per estrarre la capsula dal mare. Una volta che la capsula Dragon è stata issata sul ponte della nave di recupero, le squadre hanno aperto il portello e recuperato campioni di ricerca deperibili che sono stati consegnati, in elicottero ad appena tre ore dal rientro, al Kennedy Space Center in Florida, dove gli scienziati inizieranno ad analizzare gli esperimenti. La nave di recupero riporterà la capsula a Cape Canaveral per la revisione per il riutilizzo in una futura missione cargo. La navicella Cargo Dragon si era sganciata dal boccaporto IDA-3 del modulo Harmony della stazione spaziale alle 10:45 a.m. EDT (le 16:45 italiane) di giovedì, due giorni dopo quanto previsto. I responsabili della NASA hanno ordinato il rinvio per aspettare che la tempesta tropicale Elsa si allontanasse dalla Florida. La nave di rifornimento senza equipaggio ha trascorso 33 giorni attraccata alla stazione spaziale dopo l'arrivo del 5 giugno, due giorni dopo il lancio a bordo di un razzo Falcon 9 di SpaceX dal Kennedy Space Center della NASA in Florida. La missione è stata il 22esimo volo di andata e ritorno di SpaceX, dal 2012, per la consegna di merci alla stazione spaziale. La NASA ha stipulato contratti con SpaceX e Northrop Grumman per effettuare missioni di rifornimento commerciale alla stazione. Durante il viaggio fino alla stazione spaziale, la capsula Dragon ha consegnato più di 3.300 chilogrammi di carico, inclusi esperimenti ed i pannelli solari aggiornati.

iss exp65 crs22 recovery 10072021

Nella foto il Cargo Dragon appena issato a bordo della nave di recupero 'Go Navigator'. Crediti: SpaceX

 Gli astronauti Shane Kimbrough e Thomas Pesquet hanno installato e dispiegato i pannelli solari durante tre passeggiate spaziali eseguite il mese scorso. Dopo aver disimballato la cabina di carico pressurizzata della nave, gli astronauti della stazione hanno caricato circa 2.400 chilogrammi di campioni di ricerca, esperimenti e altre attrezzature per il ritorno sulla Terra. Fra gli esperimenti riportati sulla Terra vi era un'indagine farmaceutica di Eli Lilly and Company che esaminava come la gravità influisce sui materiali liofilizzati. Sulla Terra, i farmaci liofilizzati per la conservazione a lungo termine producono strati con differenze strutturali e gli scienziati vogliono sapere se i campioni liofilizzati in microgravità sulla stazione spaziale hanno una struttura diversa. La capsula Dragon ha anche riportato un esperimento che valuta come la gravità influenza la struttura, la composizione e l'attività dei batteri orali. Secondo la NASA i dati potrebbero aiutare a progettare trattamenti per combattere le malattie orali nelle missioni spaziali a lungo termine sulla Luna e su Marte. Leah Cheshier, un portavoce della NASA, ha affermato che la capsula Dragon è stata anche caricata con attrezzature per passeggiate spaziali, tra cui uno strumento con impugnatura a pistola, una chiave dinamometrica, indumenti di raffreddamento, kit di campionamento dell'acqua e componenti della tuta spaziale, come i guanti. "Voglio ringraziare tutti i team di SpaceX e della NASA e tutti gli scienziati, ingegneri e ricercatori che hanno attrezzature su questo veicolo," ha detto Kimbrough dopo che la navicella spaziale Dragon è partita dalla stazione giovedì. “Era un ottimo veicolo. Ci ha tenuti occupati nell'ultimo mese facendo un sacco di grande scienza". La navicella spaziale Dragon ha sganciato la sua sezione non pressurizzata usa e getta (il 'trunk') alle 22:41 a.m. EDT di venerdì (le 4:41 italiane di sabato). Il trunk non pressurizzato ospita i pannelli solari che generano energia della nave. La capsula ha poi attivato i suoi propulsori Draco quattro minuti dopo per un'accensione di deorbita della durata di nove minuti che le ha permesso di rallentare la velocità del velivolo abbastanza da farlo ricadere nell'atmosfera. Dopo essersi tuffata nell'atmosfera, con lo scudo termico a proteggerla dalle temperature elevate, la capsula Dragon ha dispiegato i suoi paracadute pochi minuti prima dell'ammaraggio nel Golfo del Messico.

iss exp65 crs22 helicopter transport 10072021

Nella foto l'elicottero con gli esperimenti più sensibili appena arrivati dalla nave di recupero 'Go Navigator'. Crediti: Kennedy Space Center/NASA

 Questa missione è stata il secondo volo di rifornimento di SpaceX ad utilizzare la navicella spaziale Cargo Dragon potenziata dell'azienda, che si basa sul design dell'astronave Dragon per uso abitato. La nuova versione della navicella Dragon è progettata per essere riutilizzata almeno cinque volte, rispetto alle tre missioni della configurazione precedente. Inoltre può anche trasportare più carico rispetto alla navicella spaziale Dragon di prima generazione. Non sono state trasmesse, ne da SpaceX ne da NASA, dirette dell'ammaraggio, avvenuto comunque in piena oscurità.

Letto: 93 volta/e Ultima modifica Domenica, 11 Luglio 2021 04:26

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 3 agosto [updated on 08/03...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 2/8 - Sol 948] - Meteorol...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 31 luglio [Last update:&nbs...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista