Scritto: Domenica, 04 Luglio 2021 00:35 Ultima modifica: Domenica, 04 Luglio 2021 05:22

Cinque satelliti su un Lunga Marcia-2D


Nella giornata di sabato la Cina ha lanciato un razzo Lunga Marcia-2D con a bordo cinque satelliti privati per l'osservazione terrestre. Vediamo in dettaglio la più recente missione orbitale cinese.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia-2D con i cinque satelliti cinesi. Nella foto il decollo del razzo Lunga Marcia-2D con i cinque satelliti cinesi. Crediti: Zheng Taotao/Xinhua

 Alle 02:51 UTC, le 10:51 ora di Pechino (le 4:51 italiane) di sabato 3 luglio, la China Aerospace Science and Technology Corporation (CASC) ha lanciato con successo un razzo Chang Zheng 2D dalla rampa LC-9 presso il Centro Lancio Satelliti di Taiyuan, piazzando cinque satelliti nell'orbita sincrona solare. Il lancio è l'inizio di quello che dovrebbe essere un intenso periodo di lancio per il programma spaziale cinese. Il razzo Chang Zheng 2D (CZ-2D), o Lunga Marcia-2D, è stato lanciato grazie alla potenza di quattro motori YF-21C. Questi motori funzionano con dimetilidrazina asimmetrica (UDMH) e tetrossido di diazoto (N2O4), che sono combustibili tossici e ipergolici (cioè si incendiano per contatto).

 Il CZ-2D ha volato su una traiettoria che lo ha portato a sud di Taiyuan sul resto delle province dello Shanxi, dell'Henan occidentale e dello Shaanxi. Il primo stadio è ricaduto in un'area nell'estremo est della provincia dello Shaanxi. Dopo la separazione del primo stadio, il secondo ha ripreso la salita con un solo YF-24C, alimentato anch'esso dagli stessi propellenti. L'YF-24C è composto da un singolo YF-22C e quattro motori per il controllo dell'assetto. Il secondo stadio del CZ-2D è poi proseguito seguendo una traiettoria di lancio polare, sorvolando le province occidentali di Hubei, Hunan e Guangxi. Tutti i lanci cinesi a terra sorvolano le aree interne della Cina e spesso lasciano cadere gli stadi di razzi esauriti sul territorio della Cina, ad eccezione di quelli fuori dal nuovo sito di lancio di Wenchang, che consente invece i più sicuri lanci sull'oceano. Il CZ-2D ha eseguito oggi il suo 53esimo volo, il 376esimo della serie Lunga Marcia. I satelliti immessi oggi in orbita erano cinque. Il Jilin-1 Kuanfu-01B (Largabanda-01B), tre satelliti Jilin-1 Gaofen-03D (Alta Risoluzione-03D) e un satellite di imaging Xingshidai-10 (Nuova Era-10) in Orbita Solare Sincrona.

cina cz2d path 03072021

Nell'immagine la traiettoria di ascesa del razzo Lunga Marcia-2D con i cinque satelliti cinesi. Crediti: Xinhua

 Sia il singolo satellite Kuanfu-01B che i tre satelliti Gaofen-03D faranno parte della costellazione Jilin-1 e sono di proprietà e gestiti dalla Chang Guang Satellite Technology Company. Il satellite Jilin-1 Kuanfu-01B (Wideband-01B) è progettato per l'osservazione della Terra. È dotato di quattro pannelli solari e di un teleobiettivo ad alta risoluzione con un ampio campo visivo. Il primo lancio di questo tipo di satellite, il Jilin-1 Kuanfu-01, venne lanciato il 15 gennaio 2020, sempre su un CZ-2D da Taiyuan. Anche i tre satelliti Jilin-1 Gaofen-03D (High Resolution-03D) sono costruiti per l'osservazione della Terra. Hanno un sistema di imaging a bordo che ha un campo visivo ristretto. Il primo lancio del satellite di tipo Gaofen-03, il Gaofen-03A, venne lanciato il 5 giugno 2019 dalla chiatta Tai Rui nel Mar Giallo su un razzo CZ-11H. A bordo c'era anche il satellite Xingshidai-10 (New Era-10), un satellite per immagini di piccole dimensioni. Il satellite è della piccola compagnia satellitare cinese ADAspace. Quello di oggi è stato il 63esimo lancio orbitale del 2021, il 61esimo a concludersi con successo, il 20esimo della Cina.

Letto: 65 volta/e Ultima modifica Domenica, 04 Luglio 2021 05:22

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 3 agosto [updated on 08/03...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 2/8 - Sol 948] - Meteorol...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 31 luglio [Last update:&nbs...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista