Scritto: Giovedì, 01 Luglio 2021 22:59 Ultima modifica: Venerdì, 02 Luglio 2021 05:17

La rivincita di Wally


Wally Funk, volerà finalmente nello spazio con il primo volo abitato del New Shepard il 20 luglio come ospite d'onore di Jeff Bezos, che sarà assieme al fratello Mark Bezos e al vincitore di un'asta di beneficenza.

Rate this item
(2 votes)
Nell'immagine la pilota Wally Funk negli anni '50. Nell'immagine la pilota Wally Funk negli anni '50. Crediti: Blue Origin

 Il viaggio di Wally verso lo spazio era iniziato negli anni '60, quando era la più giovane laureata del programma Woman in Space, un progetto finanziato da privati per testare se le donne pilota possedessero i requisiti fisici per fare gli astronauti. Più tardi noto come "Mercury 13" - tredici donne americane subirono con successo gli stessi test di screening fisiologico e psicologico degli astronauti selezionati dalla NASA per il Progetto Mercury, ma non volarono mai nello spazio. Wally era la più giovane laureata di questo programma e, come le altre partecipanti al programma, Funk venne sottoposta a rigorosi test fisici e mentali. In uno di questi test, i volontari furono posti in vasche di deprivazione sensoriale. Wally rimase nel serbatoio, senza allucinazioni, per 10 ore e 35 minuti, un record. Superò i suoi test e venne qualificata per andare nello spazio. Ottenne persino un punteggio più alto di John Glenn nei suoi test e fu la terza migliore nel programma Mercury 13. Nonostante ciò, il programma, per motivi politici e di maschilismo dell'epoca, venne cancellato prima che le donne potessero sottoporsi all'ultimo test. Quando, finalmente, negli anni '80 la NASA iniziò a reclutare anche le donne, Wally era già troppo 'anziana' per essere ammessa al programma. Quando Eileen Collins, la prima pilota di Shuttle, decollò con la missione STS-63, nel 1995, Wally e le altre sei sopravvissute del programma 'Mercury 13' vennero invitate dalla NASA ad assistere al lancio. Sulla piattaforma di contenuti digitali Netflix si può vedere il bel documentario 'Mercury 13' che narra le vicende di quel programma con la partecipazione delle protagoniste.

nasa Seven Members of the First Lady Astronaut Trainees in 1995

 Wally Funk è nata nel 1939 a Las Vegas, New Mexico, ed è cresciuta a Taos, New Mexico dove i suoi genitori possedevano un negozio. Fin da bambina, Funk era affascinata dagli aerei. Quando aveva un anno, i suoi genitori la portarono in un aeroporto vicino a dove vivevano e lei si avvicinò a un Douglas DC-3, uno dei primi aerei di linea. "Vado dritta alla ruota e provo a girare il dado", disse. La mamma commentò: “Lei Volerà.” Cominciò ad interessarsi alla meccanica e costruì modellini di aeroplani e navi. All'età di sette anni, costruiva aerei in legno di balsa ed a nove ebbe la sua prima lezione di volo. Dopo aver ottenuto una laurea in Scienze presso l'Università di Stato dell'Oklahoma, acquisì diverse specializzazioni in pilotaggio aeronautico. All'età di 20 anni era aviatore professionista ed il suo primo lavoro fu quello di Istruttore di Volo civile presso Fort Sill, in Oklahoma, una base militare dell'esercito. Funk fu la prima donna istruttore in una base militare e, nell'autunno del 1961, accettò un lavoro come istruttore certificato al volo e capo pilota di una compagnia di aviazione di Hawthorne, California. Dopo essere stata rifiutata da diverse compagnie aeree a causa del suo genere Wally, nel 1971, diventò la prima ispettore donna della FAA (Federal Aviation Administration) e, nel 1974, la prima donna investigatore della sicurezza aerea dell'NTSB (National Trasportation Safety Board). 

 Nel 2012, investì del denaro per essere una delle prime persone a volare nello spazio tramite Virgin Galactic con il suo spazioplano SpaceShipTwo. I soldi per il volo provenivano dai diritti d'autore di libri e film di Funk e dai soldi della famiglia. Ma, passati ormai nove anni sembra che il suo sogno prenderà vita con un altro veicolo suborbitale.

 La pilota, che ora ha 82 anni ma guida ancora il suo aereo, farà infatti parte del primo equipaggio di New Shepard e diventerà la persona più anziana che abbia mai volato nello spazio. Finalmente, dopo così tanti anni, Wally potrà finalmente prendersi la rivincita che merita!

 Nell'immagine qui in basso il momento in cui Jeff Bezos ha chiesto a Wally Funk di unirsi al primo volo abitato della Blue Origin, che si svolgerà il 20 luglio prossimo, come suo ospite d'onore.

bo bezos invite wally to first flight ns

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 172 volta/e Ultima modifica Venerdì, 02 Luglio 2021 05:17

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte e del s...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 3 agosto [updated on 08/03...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 2/8 - Sol 948] - Meteorol...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 31 luglio [Last update:&nbs...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista