Scritto: Sabato, 24 Aprile 2021 05:03 Ultima modifica: Sabato, 24 Aprile 2021 05:32

La Russia vuole costruire una propria Stazione Spaziale


I funzionari russi hanno definito la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) "una catastrofe", nel corso di una dichiarazione trasmessa dalla TV di Stato. E la Russia potrebbe ritirarsi dalla collaborazione nel 2025.

Rate this item
(1 Vote)
La Russia vuole costruire una propria Stazione Spaziale Crediti: NASA

Il vice primo ministro russo, Yury Borisov, ha detto "Non possiamo rischiare la vita [dei nostri cosmonauti]. Le strutture e il metallo [stanno] invecchiando [e] possono portare a conseguenze irreversibili - alla catastrofe". Più tardi avrebbe aggiunto: "è necessaria un'ispezione tecnica, e poi possiamo prendere una decisione e informare i nostri partner".
Borisov ha citato il deterioramento delle condizioni della ISS, che è stata lanciata nel 1998 dalla NASA e dall'agenzia spaziale russa Roscosmos.

Nel frattempo, i funzionari del Roscosmos hanno annunciato che i lavori sono già iniziati per una Stazione Spaziale Nazionale, che farebbe da successore delle stazioni Salyut e Mir, lanciate nell'orbita terrestre bassa negli anni '70 e '80. Dmitry Rogozin, capo di Roscosmos, ha pubblicato un video su Telegram dicendo che "il primo modulo centrale della nuova stazione orbitale russa è in lavorazione" e potrebbe essere completato entro il 2025.

stazione russa in lavorazioneUn fotogramma estratto dal video pubblicato su Telegram, rilasciato dalla BBC.
Crediti: Roscosmos/Rogozin/Telegram

Rogozin ha aggiunto che la Russia non abbandonerà la ISS fino a quando la Stazione Spaziale Nazionale non sarà pronta ma in ogni caso, l'annuncio potrebbe mettere a dura prova la NASA e tutti le Agenzie che si affidano all'avamposto orbitante. I servizi di carico e di equipaggio forniti da SpaceX potrebbero potenzialmente aiutare a colmare il vuoto lasciato dal Roscosmos ma non sarà semplice.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 96 volta/e Ultima modifica Sabato, 24 Aprile 2021 05:32

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 4/5 - Sol 864] - Meteorol...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 4 Maggio [Last update: ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 4 Maggio [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 19 Aprile [updated on 04/1...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

Aggiornato il 8/4/21. Le manovre della sonda ...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista