Scritto: Venerdì, 28 Giugno 2013 05:42 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14

Iniziata con successo la missione IRIS, svelerà i segreti del Sole


L'osservatorio solare IRIS (Interface Region Imaging Spectrograph) è stato lanciato questa notte, alle 4:30 ora italiana, a bordo del razzo vettore Pegasus XL dell'Orbital Science (Orbital), dalla Vandenberg Air Force Base in California.

Rate this item
(0 votes)

Interface Region Imaging Spectrograph (IRIS)

Credit: NASA

L'osservatorio solare IRIS (Interface Region Imaging Spectrograph) è stato lanciato questa notte, alle 4:30 ora italiana, a bordo del razzo vettore Pegasus XL dell'Orbital Science (Orbital), dalla Vandenberg Air Force Base in California.

IRIS è una missione NASA Small Explorer e osserverà il flusso della materia solare, come questa raccoglie energia e riscalda, mentre viaggia attraverso una regione poco conosciuta della nostra stella, la cromosfera, nella bassa atmosfera.

Questa zona di interfaccia collega fotosfera e corona solare ed è importante per capire come viene raccolta l'energia e quali sono i meccanismi che spingono il vento solare.
Per esempio, gli scienziati sperano di scoprire perché l'atmosfera esterna del Sole è 1.000 volte più calda della superficie della stella: la regione di interfaccia è larga solo da 4.800 a 9.600 chilometri, eppure le temperature saltano dalla superficie del Sole a 5.500 gradi Celsius, fino a 1 milione di gradi Celsius (o giù di li) nella corona.

"Che cosa causa questo aumento? Come funziona il trasferimento di energia dalla superficie, la superficie fredda, all'atmosfera estremamente calda?", si chiede Jeffrey Newmark, scienziato del programma IRIS della NASA.

Il lancio di IRIS è avvenuto in volo: l'aereo aereo carrier, circa un'ora dopo la partenza, raggiunta la quota di 12.000 metri, ha rilasciato il razzo Pegasus sopra l'Oceano Pacifico, circa a 160 chilometri a nord-est di Vandenberg. Dopo 5 secondi di caduta libera, Pegasus ha iniziato a spingere in orbita IRIS.

Dopo i primi 60 giorni di missione, IRIS inizierà la sua campagna scientifica.

Mentre gli osservatori solari già in orbita, come il Solar Dynamics Observatory (SDO) e Hinode, e le sonde STEREO (Solar Terrestrial Relations Observatory), offrono una vista completa del disco solare, lo spettrometro IRIS si concentrerà solo sull'un per centro per volta della nostra stella, raggiungendo una risoluzione di 240 chilometri. La sua visuale stretta e dettagliata dovrebbe completare informazioni e dati che già arrivano dalle altre missioni in corso.

"Iris ci mostrerà la cromosfera con una precisione senza precedenti. E' mia opinione che vedremo qualcosa di inaspettato", dice il vice responsabile scientifico della missione Adrian Daw.

Letto: 11493 volta/e Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 20 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista