Scritto: Martedì, 15 Settembre 2020 05:59 Ultima modifica: Martedì, 15 Settembre 2020 06:43

Missione Janus: alla scoperta degli asteroidi binari In evidenza


La CU Boulder e la Lockheed Martin saranno protagonisti di una nuova missione che avrà l'obiettivo di studiare gli asteroidi binari del nostro Sistema Solare. Il 3 settembre la NASA ha dato ufficialmente il via al progetto.

Rate this item
(0 votes)
Missione Janus: alla scoperta degli asteroidi binari Crediti: Lockheed Martin

La missione si chiamerà Janus, dalla divinità romana Giano (Bifronte), generalmente raffigurata con due volti perché può guardare il futuro e il passato.

Due navicelle identiche saranno lanciate nel 2022 e viaggeranno per milioni di chilometri verso due target distinti.
"Gli asteroidi binari sono una classe di oggetti per i quali non disponiamo di dati scientifici ad alta risoluzione", ha detto Daniel Scheeres, ricercatore principale del team e professore presso il Dipartimento di Ingegneria Aerospaziale presso CU Boulder.

Gli asteroidi binari rappresentano circa il 15% degli asteroidi del Sistema Solare: "Pensiamo che si formino da un singolo asteroide quando, ruotando molto velocemente, si divide in due in una folle danza", ha detto Scheeres. La missione incontrerà 996 FG3 e 1991 VH, entrambi NEO (near-Earth object) ed asteroidi potenzialmente pericolosi.

L'Università del Colorado Boulder si occuperà di ricevere ed analizzare dati ed immagini.

1 newsmallsate

Un rendering dell'orbita dell'asteroide 1999 KW4. Crediti: NASA / JPL.

Il team utilizzerà una suite di telecamere per tenere traccia delle dinamiche orbitali  con dettagli senza precedenti. Scoprire come si muovono gli asteroidi binari, sia l'uno intorno all'altro che attraverso lo spazio sarà uno degli obiettivi principali. "Una volta che li vedremo da vicino, ci saranno molte domande a cui potremmo rispondere, ma queste solleveranno altre domande", ha detto Scheeres."Pensiamo che Janus motiverà altre missioni verso gli asteroidi binari".

La missione, che costerà meno di 55 milioni di dollari nell'ambito del programma SIMPLEx (Small Innovative Missions for Planetary Exploration) della NASA, aiuterà ad inaugurare una nuova era dell'esplorazione spaziale. La nuove sonde, infatti, saranno piccole ed agili, grandi quanto una valigia. "Con i progressi della tecnologia, ora possiamo esplorare il nostro Sistema Solare ed affrontare importanti questioni scientifiche con veicoli spaziali più piccoli", ha detto ha detto Josh Wood della Lockheed Martin, project manager della missione.

Per Scheeres e la Lockheed Martin questo non sarà il primo approccio con un asteroide perché entrambi hanno già svolto ruoli chiave in altre missioni, come OSIRIS-REx della NASA, che è attualmente è in orbita attorno all'asteroide Bennu.

Anche se abbiamo già assistito all'impiego di cubesat in altre missioni, le due gemelle Janus si avventureranno più lontano di qualsiasi altra sonda in miniatura fatta fino ad oggi. Dopo il lancio nel 2022, completeranno prima un'orbita attorno al Sole e, poi, con un gravity assist attorno alla Terra, si lanceranno nello spazio e oltre l'orbita di Marte. È una lunga strada da percorrere per macchine che pesano solo circa 36 chilogrammi!

 

Press release: https://www.colorado.edu/today/janus-binary-asteroids

Altre informazioni su questo articolo

Read 52 times Ultima modifica Martedì, 15 Settembre 2020 06:43
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

HOT! Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione...

StatisticaMENTE

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/9 - Sol 645] - Meteoro...

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda am...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 16 Settembre [Last upd...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 16 Settembre [Last upd...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista