Scritto: Sabato, 04 Luglio 2020 18:57 Ultima modifica: Domenica, 05 Luglio 2020 08:44

Completata la seconda EVA per Cassidy e Behnken


Gli astronauti NASA Chris Cassidy e Robert Behnken hanno completato l'installazione della terza serie di nuove batterie della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Ultime due EVA previste entro luglio.

Rate this item
(0 votes)
Nella foto Cassidy, bè i suoi piedi, sul traliccio della ISS. A sinistra il veicolo cargo giapponese HTV-9. Nella foto Cassidy, bè i suoi piedi, sul traliccio della ISS. A sinistra il veicolo cargo giapponese HTV-9. Credit: NASA/Chris Cassidy

Chris Cassidy e Robert Behnken hanno completato con successo la seconda attività extra-veicolare in meno di una settimana. Con l'uscita di mercoledì 1° luglio i due astronauti hanno così completato la sostituzione delle batterie del traliccio S6, canale 1B, iniziate con la passeggiata spaziale dello scorso 26 giugno.

Chris Cassidy, Comandante di Spedizione 63, e Robert Behnken, arrivato sulla ISS appena lo scorso 30 maggio a bordo della Crew Dragon 'Endeavour' della SpaceX, assieme al suo collega Douglas Hurley, hanno iniziato l'attività extra-veicolare alle 7:13 a.m. EDT (le 14:13 italiane). Si è trattato della 229esima EVA nella storia della stazione, la quinta quest'anno e l'ottava per entrambi gli astronauti.

Per questa EVA, classificata come USA-66, Cassidy fungeva, come nella precedente, da comandante dell'EVA e quindi designato EV-1 con la tuta bianca a strisce rosse e Behnken (EV-2) con quella tutta bianca.

Dopo essere usciti dal boccaporto del modulo di decompressione Quest, Chris e Bob hanno controllato per prima cosa i cavi di sicurezza e gli attrezzi di lavoro e poi si sono spostati sul lato estremo destro del traliccio della stazione per arrivare al posto di lavoro.

Dato che, con l'EVA di oggi rimaneva soltanto da rimuovere una vecchia batteria al Nickel-Idrogeno (Ni-H2) e sostituirla con una agli Ioni di Litio (Li-Ion) il lavoro è proceduto molto spedito ed i due si sono trovati parecchio in anticipo sulla tabella di lavoro. A questo punto i controllori di volo del Centro Controllo Missione (MCC) di Houston, in Texas, hanno ordinato di eseguire delle operazioni previste nelle prossime passeggiate spaziali.

iss exp63 eva66 hfixture

Nell'immagine, la posizione dell'H-Fixture che oggi ha dato qualche problema a Behnken. Credit: NASA/TV

Uno di questi compiti era quello di rimuovere uno speciale strumento, 'H-Fixture, montato sulla punta del traliccio principale, molto vicino ai pannelli solari. Questo oggetto era stato piazzato lì prima ancora dell'installazione dei pannelli solari ed adesso, non più necessario, era stato deciso di rimuoverlo. Però Behnken ha incontrato problemi nel rimuoverlo e, mentre il collega Cassidy si occupava della riconfigurazione di alcuni cavi elettrici, ha provato anche utilizzando una specie di piede di porco. Dato però che nemmeno questo funzionava Bob è passato ad uno speciale gancio progettato per le EVA da Luca Parmitano su AMS. Dopo vari tentativi, tutti andati a vuoto, da Houston è arrivato l'ordine di lasciare perdere e di lasciare questa attività ad uscite future. Cassidy intanto era tornato indietro fino al boccaporto per recuperare un cavo Ethernet da installare sul traliccio. Le operazioni finali sono state abbastanza monotone, in pratica si è trattato di cablare e fascettare cavi per un nuovo sistema di comunicazioni wireless esterno che permetterà una ricezione, anche in HD, dalle telecamere poste sugli elmetti degli astronauti.

Alle 12:14 p.m. EDT (le 19:14 italiane) i due astronauti hanno completato l'attività extra-veicolare quando, all'interno del modulo di decompressione Quest, hanno nuovamente connesso le loro tute al sistema elettrico della ISS.

iss exp63 eva66

Nella foto Behken e Cassidy al lavoro sul traliccio della ISS. Credit: NASA/TV

 

Una volta aperto il portellone interno, i due astronauti sono stati accolti dai colleghi Douglas Hurley della NASA e Ivan Vagner e Anatolij Ivanišin, della Roscosmos, che li hanno aiutati ad uscire dalle ingombranti tute spaziali.

La durata complessiva della EVA USA-65 è stata quindi di 6 ore ed 1 minuto, portando il totale di quelle eseguite per il montaggio e manutenzione della ISS a 60 giorni e 34 minuti.

Ormai, delle 48 vecchie batterie Ni-H2, ne rimangono da sostituire soltanto sei e l'operazione verrà eseguita nel corso di altre due EVA, sempre compiute da Cassidy e Behnken a partire dal prossimo 16 luglio.

Una volta compiuti questi importanti compiti i due astronauti arrivati a bordo del veicolo Crew Dragon 'Endeavour' della SpaceX, potranno prepararsi per il ritorno sulla Terra, a conclusione di questo ultimo volo di prova della nuova capsula equipaggio degli Stati Uniti.

Intanto al Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakistan, sono in corso i preparativi per il lancio del veicolo cargo Progress MS-15 (76-P), previsto per il prossimo 23 luglio.

 

Fonti:
SpaceflightNow: https://spaceflightnow.com/2020/07/01/iss-eva-66/
NASA: https://blogs.nasa.gov/spacestation/2020/07/01/cassidy-and-behnken-wrap-up-battery-spacewalk/
Spaceref: http://spaceref.com/international-space-station/nasa-space-station-on-orbit-status-1-july-2020---spacewalk-completed.html 

Altre informazioni su questo articolo

Read 173 times Ultima modifica Domenica, 05 Luglio 2020 08:44
Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 15/8/20 - Sol 610] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 13 agosto [Last update...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 13 agosto [Last update...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 11 Agosto [updated on Aug,11].&...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/8/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista