Scritto: Lunedì, 22 Aprile 2013 05:43 Ultima modifica: Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14

Missione A-One: lanciato il nuovo razzo vettore Antares dell'Orbital


Ieri, alle 23 ora italiana, la Orbital Sciences Corporation ha lanciato il razzo Antares per il primo volo di test, dalla pattaforma Pad-0A del Mid-Atlantic Regional Spaceport (MARS) del Centro NASA Wallops Flight Facility di Wallops Island, Virginia.

La missione fa parte del programma Commercial Orbital Transportation Services (COTS) della NASA.

Rate this item
(0 votes)

Ieri, alle 23 ora italiana, la Orbital Sciences Corporation ha lanciato il razzo Antares per il primo volo di test, dalla pattaforma Pad-0A del Mid-Atlantic Regional Spaceport (MARS) del Centro NASA Wallops Flight Facility di Wallops Island, Virginia.

La missione fa parte del programma Commercial Orbital Transportation Services (COTS) della NASA, che coinvolge le industrie private nel settore aerospaziale ed aveva visto l'assegnazione di due contratti per i rifornimenti alla Stazione Spaziale Internazionale alle due compagnie private, la Orbital Sciences Corporation (Orbital) e la Space Exploration Technologies (SpaceX).

L'Antares è il razzo vettore in fase di test della Orbital, mentre la capsula Cygnus, è ancora in fase di realizzazione.

Per questo primo volo, il razzo ha portato in orbita una massa equivalente al veicolo spaziale Cygnus, simulando un vero e proprio lancio.

"Il test, avvenuto con successo oggi, segna una pietra miliare significativa nel piano NASA per affidare a compagnie americane i lanci di rifornimento e i voli con equipaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale, riportando quest'importante lavoro negli Stati Uniti, a cui appartiene", ha detto l'amministratore della NASA Charles Bolden.

"Congratulazioni all'Orbital Sciences e al team della NASA che ha lavorato a loro fianco per il lancio perfetto del razzo Antares. Oltre a fornire ulteriori prove che il nostro piano di esplorazione spaziale strategico si muove in avanti, questo test inaugura anche il nuovo spazioporto americano in grado di lanciare verso la Stazione Spaziale, aprendo nuove opportunità per gli utenti commerciali e governativi".

"Il presidente Obama ha presentato un bilancio per il prossimo anno che garantisce agli Stati Uniti di rimanere il leader mondiale nel settore dell'esplorazione spaziale e una parte fondamentale di questo bilancio, è il finanziamento necessario a far progredire l'iniziativa spaziale commerciale della NASA".

Questo primo volo apre la strada all'Orbital per una missione di rifornimento dimostrativa verso la Stazione Spaziale Internazionale entro fine anno.

Il lavoro dell'Orbital si affianca così al successo del 13 ottobre 2012 della SpaceX, che aveva inaugurato il programma COST con la prima missione operativa, SpaceX CRS-1, con il lancio verso la Stazione Spaziale Internazionale della capsula Dragon tramite vettore Falcon 9. Dopo 15 giorni, la missione si concluse con successo e la Dragon rientrò ammarando nell'Oceano Pacifico, segnando una svolta epocale e donando nuovamente agli Stati Uniti la capacità di effettuare voli nella bassa orbita terrestre da quando lo Space Shuttle è andato in pensione.

In base al programma COST, l'Orbital Sciences Corporation effettuerà otto missioni di rifornimento verso la Stazione Spaziale Internazionale a partire dal 2015.

Read 2817 times Ultima modifica Sabato, 27 Dicembre 2014 21:14
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 4 Aprile

Log: Missioni e Detriti

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 4 Aprile sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 4 Aprile [Last update: 04/04/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 3 Aprile [Last update: 04/03/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 2/4/20 - Sol 478] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 25/3/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 21 Marzo [updated on March,21]

HOT NEWS