Giovedì 13 Dicembre 2018
Accedi Registrati

Accedi con il tuo account

Username *
Password *
Ricordami

Dei nuovi inquilini raggiungono la ISS ed subito EVA!

Nella foto, da sinistra, gli astronauti Arnold, Artemyev e Fuestel nelle loro tute per il lancio.
Nella foto, da sinistra, gli astronauti Arnold, Artemyev e Fuestel nelle loro tute per il lancio. Crediti: ROSCOSMOS

Arrivati alla Stazione Spaziale Internazionale, i tre nuovi membri dell'equipaggio della spedizione 55 e 56 sono stati subito imegnati in una passeggiata spaziale.

Tre nuovi membri dell'equipaggio delle Spedizioni 55/56, composto dagli astronauti NASA Drew Fuestel e Ricky Arnold e dal cosmonauta ROSCOSMOS Oleg Artemyev, sono decollati a bordo della capsula Soyuz MS-08 il 21 marzo scorso alle 23:44 locali (le 18:44 italiane) dall'Area 1 Pad 5 del Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan. Otto minuti e 45 secondi dopo il decollo, il veicolo spaziale si è separato dal terzo stadio del razzo Soyuz FG, raggiungendo un'orbita bassa inclinata di circa 51,6° sull'equatore. I tre passeggeri hanno così iniziato un volo della durata di due giorni diretto alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che hanno raggiunto regolarmente il 23 marzo alle 3:40 p.m. EDT (le 21:40 italiane) attraccando in automatico la loro Soyuz MS-08 al modulo Poisk, mentre i due veicoli spaziali volavano sopra la Serbia a circa 408 km di altezza. Dopo che i movimenti residuali sono stati smorzati, si sono serrati i bulloni del meccanismo di attracco che hanno bloccato con sicurezza la Soyuz al modulo Poisk. Dopo una serie di verifiche normali sulla tenuta d'aria, sono stati aperti i portelli dei due veicoli spaziali e Artemyev, Feustel ed Arnold sono così entrati nell'avamposto umano nello spazio, accolti con sorrisi e strette di mano dal Comandante di Spedizione 55, il russo Anton Shkaplerov, e dagli Ingegneri di Volo Scott Tingle della NASA e Norishige Kanai, giapponese della JAXA.

iss exp55 soyuzms08 liftoff

La Soyuz MS-08 che decolla da Baikonur a bordo del razzo Soyuz FG.
Crediti: NASA/Joel Kowsky.

Tutti e sei i membri dell'equipaggio si sono poi spostati nel modulo russo Zvezda per la tradizionale video conferenza con i responsabili delle agenzie spaziali ed i familiari in attesa presso il centro controllo missione russo, vicino a Mosca. Artemyev, Feustel ed Arnold sono tutti alla loro seconda visita alla stazione spaziale. Artemyev aveva trascorso 169 giorni a bordo della ISS nel 2014, partecipando a due passeggiate spaziali. Arnold aveva compiuto un'unica missione a bordo della navetta spaziale Discovery nel 2009 ed aveva compiuto con successo due attività extra-veicolari per aiutare nell'installazione di uno dei principali segmenti della stazione ospitanti i pannelli solari. Fuestel aveva invece partecipato a due missioni con la navetta, una nel 2009 per eseguire la manutenzione del Telescopio Spaziale Hubble ed un'altra nel 2011 per aiutare al completamento della costruzione della stazione spaziale. In totale ha compiuto tre passeggiate spaziali sulla ISS ed altre tre lavorando su Hubble.

iss exp55 soyuzms08 docking

Nella foto il veicolo spaziale Soyuz MS-08 in avvicinamento alla ISS.
Credit: NASA TV.

I nuovi arrivati trascorreranno oltre cinque mesi in orbita conducendo circa 250 esperimenti scientifici nei campi più disparati, dalla biologia, alla scienza della Terra, alla ricerca umana, alla fisica ed allo sviluppo tecnologico. Shkaplerov, Tingle e Kanai invece rimarranno sulla stazione fino al 3 giugno 2018, mentre i tre nuovi arrivati ritorneranno sul nostro pianeta il 28 agosto. Anche questo equipaggio prosegue l'incremento a lungo termine nel numero di personale del segmento USA da tre a quattro, permettendo alla NASA di massimizzare il tempo dedicato alla ricerca a bordo della nave spaziale. I punti salienti delle prossime ricerche comprendono una nuova struttura per testare i materiali, rivestimenti e componenti di altri grandi esperimenti nell'ambiente estremo dello spazio; uno studio degli effetti della microgravità sul midollo osseo e sulle cellule sanguigne; un nuovo sistema passivo di rilascio di nutrienti per la serra di piante Veggie. Inoltre Arnold, un ex-insegnante, proseguirà con l'Anno di Educazione sulla Stazione di NASA, un'iniziativa per coinvolgere gli studenti e gli insegnanti nel volo spaziale umano e nelle carriere scientifiche STEM (Science, Technology, Engeneering e Math – Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica). Per oltre 17 anni, esseri umani hanno vissuto e lavorato in modo continuativo a bordo della stazione, facendo avanzare le conoscenze scientifiche e dimostrando nuove tecnologie e facendo ricerche non possibili sulla Terra che permetteranno l'esplorazione umana e robotica di lunga durata nello spazio profondo. Una ricerca globale con oltre 200 persone provenienti da 18 Paesi che hanno visitato questo laboratorio in microgravità, unico nel suo genere, e che ha ospitato oltre 2.100 ricerche scientifiche ideate da scienziati provenienti da oltre 95 Paesi al mondo.

iss exp55 eva1 fuestel

Nella foto i'astronauta Feustel al lavoro all'esterno della ISS, il 29 marzo 2018.
Credit: Oleg Artemyev/Roscosmos. 

Ma i nuovi inquilini non si hanno avuto molti giorni per ambientarsi ed infatti già il 29 marzo Fuestel ed Arnold si sono avventurati all'esterno dell'avamposto spaziale per un'attività extra-veicolare (EVA) della durata di 6 ore e 10 minuti. L'uscita dei due astronauti dal boccaporto del modulo di decompressione Quest è avvenuta con un'ora e venti minuti di ritardo a causa di un problema con la tuta spaziale di Fuestel che non ha superato tre test di tenuta ed ha richiesto tempo per essere risolto. In pratica il suo elmetto, guanti ed il suo contenitore assorbente di biossido sono stati rimossi, le superfici di tenuta sono state ripulite e poi i componenti reinstallati. La tuta spaziale ha superato così un quarto test di tenuta e l'equipaggio ha potuto proseguire senza incidenti. Alle 09:33 a.m. (le 15:33 italiane) Fuestel (EV1), con indosso la tuta spaziale con le righe rosse e telecamera sull'elmetto n.17, ed Arnold (EV2), con la tuta completamente bianca e la telecamera sull'elmetto n.18, hanno attivato le batterie delle tute, dando così inizio ufficiale all'EVA n.209 per la costruzione e manutenzione della ISS. Il primo compito nell'agenda è stata l'installazione di antenne, sul modulo Tranquillity, che permetteranno ai carichi esterni di inviare i dati a Terra e che saranno utilizzate anche per l'avvicinamento dei veicoli commerciali con equipaggi realizzati da Boeing e SpaceX.

iss exp55 after soyuzms08 arrive

Nell'illustrazione artistica, la disposizione dei veicoli attraccati alla ISS dopo l'arrivo della Soyuz MS-08
Credit: NASA. 

Mentre Fuestel lavorava all'installazione delle antenne, Arnold, ancorato alla parte terminale del braccio robotico della stazione, si concentrava nel rimuovere due tubi flessibili del sistema di raffreddamento ad ammoniaca che erano stati indicati come fonte di una piccola perdita. I tubi erano già stati isolati in precedenza, per poi essere rimossi oggi e sostituiti durante un'uscita futura. Una volta che questo lavoro è stato completato i controllori di volo hanno monitorato il sistema di rimozione dell'anidride carbonica, decidendo di accorciare di mezz'ora la passeggiata spaziale. Nonostante un'iniziale cambio di programma i due astronauti sono riusciti comunque a completare anche il secondo compito sostituendo una telecamera ad alta definizione. Addirittura Fuestel aveva il lusso di prendersi del tempo nello svitare alcuni bulloni del modulo di riserva di ammoniaca in modo da rendere più semplice il suo ri-posizionamento in EVA future. Gli astronauti ritornavano nella camera di decompressione ed iniziavano la ri-pressurizzazione alle 3:43 p.m. EDT (le 21:43 italiane) concludendo così la quarta passeggiata spaziale dell'anno, la settima per Fuestel e la terza per Arnold. In totale il tempo di attività extra-veicolari per la ISS arriva al totale di 1.306 ore e nove minuti, pari a 54,4 giorni.

Il giorno precedente all'EVA, il veicolo cargo russo Progress MS-07 (68P) era stato sganciato dal modulo Pirs della stazione spaziale. Dopo la partenza il Progress MS-07 proseguirà il proprio volo orbitale in modalità autonoma, durante la quale verranno condotti gli esperimenti scientifici ed applicativi pianificati. La distruzione controllata del veicolo cargo al rientro nell'atmosfera terrestre è prevista il 26 aprile 2018.

iss exp55 patch

Nell'immagine, lo stemma della missione Spedizione 55
Credit: NASA. 

Intanto il 2 aprile è previsto il lancio del veicolo cargo Dragon CRS-14 della SpaceX destinato a portare oltre 2.600 kg di rifornimenti alla ISS, compresi materiali cruciali per il supporto a studi e ricerche scientifiche che si svolgono a bordo del laboratorio orbitante. Il decollo avverrà dalla rampa 40 (SLC-40) della Cape Canaveral Air Force Station, in Florida, con un razzo Falcon 9 riutilizzato (ha volato per la prima volta nella missione CRS-12 dell'agosto 2017). Anche la capsula Dragon ha già volato, durante la missione CRS-8, nell'aprile 2016. Mercoledì 4 aprile i membri della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), utilizzando il braccio robotico Canadarm2, cattureranno il Dragon e lo agganceranno al laboratorio orbitante. Il Dragon rientrerà sulla Terra, con 1.770 kg di carico dopo circa un mese di permanenza alla stazione. L'ammaraggio avverrà nell'Oceano Pacifico, al largo delle coste di Baja California.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi gli uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino mia moglie al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 ho realizzato e curo il sito Astronautica.us che, spero, possa essere sempre aggiornato e rigoroso nelle informazioni. Sono stato uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention  ‘Astronauticon’, che hanno visto anche la presenza di ospiti illustri del capo astronautico. La scelta del sito web è stata 'obbligata' visto il deserto di notizie in cui versava all’epoca l'astronautica nel Paese, il nostro, fra i primi al mondo in questo settore che considero vitale per l’umanità.

Sito web: www.astronautica.us
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

Ho letto e accetto la Cookie Policy e la Privacy policy

Immagine del giorno

Log: Missioni e Detriti

Dallo spazio attorno alla Terra

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre.

Sole

Attività solare - Crediti NASA/ESA/SOHO

STEREO Ahead - Crediti NASA

SOHO LASCO C2 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO