Giovedì 13 Dicembre 2018
Accedi Registrati

Accedi con il tuo account

Username *
Password *
Ricordami

Sulla Stazione Spaziale nuova EVA ed arrivo dei rifornimenti

 L'astronauta Mark Vande Hei al lavoro all'esterno della ISS il 16 febbraio 2018.
L'astronauta Mark Vande Hei al lavoro all'esterno della ISS il 16 febbraio 2018. Crediti: NASA TV.

Sulla ISS nuova EVA ed arrivo del Progress MS-08: eseguita con successo la seconda eva degli astronauti NASA ed arrivati regolarmente i nuovi rifornimenti sull'avamposto spaziale.

L'astronauta Mark Vande Hei e il suo compagno di equipaggio, il giapponese Norishige Kanai, hanno fluttuato venerdì 16 febbraio fuori dalla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), riposizionato due meccanismi di presa del braccio robotico, dopo il lavoro di riparazione svolto lo scorso mese e hanno svolto una serie di compiti anticipati previsti in future attività esterne.

Fluttuando nella camera di equilibrio del modulo Quest, Vande Hei e Kanai hanno attivato le batterie delle proprie tute spaziali alle 12:00 GMT (le 13 italiane), dando ufficialmente il via a una passeggiata spaziale della durata programmata di sei ore e mezza. Dopo aver aperto il portello della camera di equilibrio ed essersi agganciati ai cavi di sicurezza, si sono fatti strada mentre la stazione passava 400 km al di sopra della parte meridionale del Nord America. La passeggiata nello spazio è stata la terza negli ultimi quattro mesi dedicata alla revisione del braccio robotico Canadarm2 della stazione. Ciascuna estremità del braccio è dotata di un complesso meccanismo di presa, noto come 'effettore con chiusura a scatto', o LEE, che utilizza dispositivi di sicurezza motorizzati per bloccare i raccordi di ancoraggio e collegarli a connettori di alimentazione, dati e video.

astronauts eva48b

Gli astronauti Mark Vande Hei e Norishige Kanai al lavoro all'esterno della ISS.
Crediti: NASA TV.

Il braccio può spostarsi da una parte all'altra come un verme, ancorandosi ai raccordi alimentati attorno al segmento della stazione degli Stati Uniti, oppure può salire su un trasportatore mobile che può portare il braccio in diversi luoghi di lavoro lungo il traliccio principale del laboratorio. Il braccio è fondamentale per le operazioni della stazione. Esso viene abitualmente utilizzato per spostare astronauti e componenti spaziali sull'esterno della stazione ed è necessario per catturare le navi spaziali cargo degli Stati Uniti in visita, spostandole poi verso l'ormeggio e successivamente rilasciandole dalla stazione.

Il braccio è stato lanciato sulla stazione a bordo di uno space shuttle nel 2001 e diversi anni fa, gli ingegneri hanno notato segni di usura in entrambi i meccanismi del LEE. Durante due passeggiate nello spazio eseguite nel 2015, gli astronauti avevano lubrificato i meccanismi interni per ridurre l'attrito, prolungando la vita utile di entrambi i raccordi. Ma gli ingegneri sapevano che alla fine le unità avrebbero dovuto essere sostituite. Lo scorso ottobre, Vande Hei e Randy Bresnik hanno sostituito un meccanismo di presa obsoleto - LEE-A - e durante un'uscita dello scorso mese, Vande Hei e Scott Tingle hanno sostituito LEE-B con un ricambio lanciato nel 2009. Il degradato LEE-A è stato temporaneamente stivato su un sistema di ancoraggio motorizzato noto come POA, che si trova sul trasportatore mobile della stazione. Durante la passeggiata spaziale di venerdì, Vande Hei e Kanai hanno staccato il meccanismo e lo hanno riportato nella camera di equilibrio. Alla fine verrà riportato sulla Terra a bordo di una nave cargo Dragon della SpaceX, revisionato e rilanciato. Al momento un altro LEE di riserva è in attesa di essere inviato sulla ISS. 

Il meccanismo LEE-B ancora funzionante, rimosso il mese scorso, è stato temporaneamente montato su una piattaforma di stivaggio esterna. Vande Hei e Kanai l'hanno spostato sul trasportatore mobile dove è stato montato al posto di LEE-A per essere utilizzato in futuro. Ogni LEE pesa circa 200 kg ed ha le dimensioni di un piccolo frigorifero, pesante per un oggetto sottoposto alla gravità terrestre ma quasi niente in ambiente di microgravità.

2018 02 16 165030

L'astronauta Mark Vande Hei mentre lubrifica il LEE.
Crediti: NASA TV.

"Vale la pena notare che questi LEE originali del Canadarm 2 hanno entrambi superato le aspettative di progettazione e sono durati anni più a lungo di quanto pensassimo," ha dichiarato Tim Braithwaite, ufficiale di collegamento dell'Agenzia spaziale canadese presso la NASA. "Quindi siamo davvero felici di questo."

I controllori di volo avevano previsto quattro ore e 45 minuti per completare il lavoro di riposizionamento del LEE, ma Vande Hei e Kanai hanno terminato il lavoro in circa due ore e mezza. Questo ha lasciato molto tempo agli astronauti per svolgere diversi compiti di priorità più bassa. Vande Hei ha applicato la lubrificazione al nuovo meccanismo LEE-B del braccio robotizzato, quello installato il mese scorso, mentre Kanai ha implementato un dispositivo simile a un utensile su un'estensione del braccio robotico noto come Dexterous Manipulator, o DEXTRE. Ha anche fissato delle cinghie di messa a terra elettriche al raccordo LEE-A del braccio, quello installato lo scorso ottobre. Infine, Vande Hei ha riposizionato un montante che supporta un tubo flessibile dell'ammoniaca di raffreddamento della stazione sulla piattaforma di stivaggio esterna. A quel punto, hanno deciso di chiudere la giornata, tornare alla camera di equilibrio e ri-pressurizzare per terminare ufficialmente un'escursione, della durata complessiva di cinque ore di 57 minuti, alle 17:57 GMT (le 18:57 italiane).

La passeggiata nello spazio di venerdì è stata la 208esima edizione dedicata all'assemblaggio e alla manutenzione della stazione dal 1998, la prima di 12 EVA russe ed americane programmate per il 2018, la quarta per Vande Hei e la prima per Kanai, che è il quarto astronauta giapponese a passeggiare nello spazio. Più di 120 astronauti e cosmonauti hanno ora portato il totale a 1.299 ore e 59 minuti di tempo nello spazio - 54,2 giorni - costruendo ed eseguendo manutenzione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

2018 02 13 161759

Nell'immagine il razzo Soyuz 2.1A, con a bordo il veicolo cargo Progress MS-08, al decollo.
Crediti: ROSCOSMOS.

Il giorno prima, 15 febbraio, un veicolo cargo russo, il Progress MS-08 (69P), aveva eseguito un perfetto attracco automatico sulla parte posteriore del modulo di servizio russo Zvezda della ISS. A bordo della capsula vi erano circa 3 tonnellate di rifornimenti, compresi cibo per gli astronauti della Spedizione 54, attrezzature ed esperimenti scientifici per la stazione. L'attracco è avvenuto alle 10:38 GMT (le 11:38 italiane) mentre entrambi i veicoli spaziali volavano 400 km sopra la Terra, su un'area appena ad est delle Filippine. L'agenzia spaziale russa Roscosmos aveva lanciato la nuova nave cargo il 13 febbraio dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, dopo un rinvio di due giorni rispetto alla data inizialmente prevista. Infatti un primo tentativo di lancio, che avrebbe dovuto sperimentare, per la prima volta, un volo diretto verso la ISS di appena tre ore e mezza, era stato bloccato nell'ultimo minuto del conto alla rovescia a causa di un problema non specificato. La Roscosmos, dopo aver risolto il problema con il razzo vettore Soyuz 2.1A, era così stata costretta a ritornare ad un volo normale di rendezvous della durata di due giorni. I veicoli cargo Progress e le capsule con equipaggio Soyuz tradizionalmente impiegano due giorni dopo il lancio per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale (ISS), ma nel 2013 gli ingegneri russi studiarono un piano di volo di appena sei ore per tagliare il viaggio ad un solo giorno. L'ultimo piano di volo di appena tre ore e mezza avrebbe portato la Progress alla ISS dopo appena due orbite dal lancio, in confronto alle quattro che ci impiegano i voli di sei ore. Invece un viaggio della durata classica di due giorni verso la ISS richiede ben 34 orbite attorno alla Terra.

2018 02 15 102738

Nell'immagine il veicolo cargo Progress MS-08 in avvicinamento alla ISS.
Crediti: ROSCOSMOS/NASA TV.

A bordo del Progress vi erano 1.418 kg di parti di ricambio ed altre attrezzature, 880 kg di propellenti, 24 kg di aria e 28 di ossigeno. A bordo della ISS si trovano ora sei astronauti, gli americani Mark Vande Hei, Joe Acaba e Scott Tingle, i cosmonauti russi Alexander Misurkin e Anton Shkaplerov ed il giapponese Norishige Kanai. La nave cargo verrà scaricata e poi riempita con rifiuti ed altre attrezzature non più necessarie nel corso dei prossimi sei mesi. Ad agosto il Progress 69 lascerà la stazione e brucerà nell'atmosfera terrestre.

 

Fonti:
SpaceflightNow https://spaceflightnow.com/2018/02/16/watch-live-astronauts-begin-spacewalk-to-complete-robot-arm-work/
NASA https://blogs.nasa.gov/spacestation/2018/02/16/spacewalkers-wrap-up-robotic-hand-transfers/
Space.com https://www.space.com/39726-space-station-astronauts-breeze-through-spacewalk.html
Nasaspaceflight https://www.nasaspaceflight.com/2018/02/soyuz-2-1a-progress-ms-08-iss-rendezous/
ROSCOSMOS https://www.roscosmos.ru/24712/

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi gli uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino mia moglie al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 ho realizzato e curo il sito Astronautica.us che, spero, possa essere sempre aggiornato e rigoroso nelle informazioni. Sono stato uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention  ‘Astronauticon’, che hanno visto anche la presenza di ospiti illustri del capo astronautico. La scelta del sito web è stata 'obbligata' visto il deserto di notizie in cui versava all’epoca l'astronautica nel Paese, il nostro, fra i primi al mondo in questo settore che considero vitale per l’umanità.

Sito web: www.astronautica.us
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

Ho letto e accetto la Cookie Policy e la Privacy policy

Immagine del giorno

Log: Missioni e Detriti

Dallo spazio attorno alla Terra

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre.

Sole

Attività solare - Crediti NASA/ESA/SOHO

STEREO Ahead - Crediti NASA

SOHO LASCO C2 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO