Martedì 16 Gennaio 2018
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Settimana trafficata sulla ISS

Nella foto l'astronauta italiano Paolo Nespoli mentre viene estratto dalla capsula Soyuz MS-05 al termine della missione VITA.
Nella foto l'astronauta italiano Paolo Nespoli mentre viene estratto dalla capsula Soyuz MS-05 al termine della missione VITA. Crediti: ESA - Stephane Corvaja, 2017

Mentre qui sulla Terra siamo impegnati con le prime attività legate alle festività di questo periodo, nello spazio è stata una settimana davvero impegnativa.

E' iniziata lo scorso 14 dicembre, quando la SoyuzMS-05, con a bordo il cosmonauta Sergey Ryazanskiy e gli Ingegneri di Volo Randy Bresnik, della NASA, e Paolo Nespoli dell'ESA, ha lasciato la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) alle 12:14 a.m. EST (le 18:14 italiane) per iniziare il ritorno verso la Terra.

A bordo della ISS rimanevano i membri di Spedizione 54, il Comandante russo Alexander Misurkin, assieme agli Ingegneri di Volo Mark Vande Hei e Joe Acaba della NASA. I tre rimarranno i soli abitanti del complesso orbitale fino a martedì 19 dicembre. La Soyuz compiva un perfetto rientro, toccando il suolo della steppa innevata della remota località a sud-est della città di Dzhezkazgan, in Kazakhstan, alle 2:37 p.m. Locali (le 9:37 italiane). La temperatura che ha accolto gli astronauti era di -23° Celsius ma questo non ha impedito ai tre di sorridere e salutare mentre le squadre di recupero della Roscosmos li aiutavano ad uscire dall'angusta capsula. I tre hanno trascorso complessivamente 139 giorni nello spazio. Paolo Nespoli, qui al suo terzo volo nello spazio, il secondo di lunga durata, ha raggiunto i 313 giorni di permanenza totale nello spazio, Bresnik è arrivato a 150 corso di due voli mentre Ryazanskiy ha totalizzato 306 giorni, sempre in due voli. Assieme agli altri membri di Spedizione 53, i tre rientrati oggi hanno contribuito a centinaia di esperimenti nei campi più disparati: dalla biologia alla biotecnologia, dalla fisica alla tecnologia.

iss exp53 1513337561 NASA 5

Nell'immagine, l'atterraggio della capsula Soyuz con i tre membri di Spedizione 52/53.
Crediti:
NASA

 ll loro tempo trascorso a bordo ha segnato il primo incremento dell'equipaggio del segmento USA della ISS da tre a quattro membri, permettendo alla NASA di massimizzare i tempi dedicati alla ricerca a bordo della stazione. Durante questo periodo trascorso a bordo del complesso orbitale, Bresnik si è avventurato all'esterno della stazione spaziale per tre passeggiate spaziali. Assieme ai colleghi astronauti NASA Mark Vande Hei e Joe Acaba, Bresnik ha guidato, ad ottobre, un terzetto di attività extra-veicolari per eseguire manutenzione e sostituzioni di parti del braccio robotico della stazione, il Canadarm2. In quelle occasioni Nespoli era stato il “regista” delle attività dall'interno del compresso orbitale. Il cosmonauta Ryazanskiy aveva condotto una passeggiata spaziale con il compagno Fyodor Yurchikhin ad agosto, durante la quale sono stati rilasciati diversi nanosatelliti, raccolti campioni di ricerca ed eseguita manutenzione strutturale. “Bentornato Paolo! Grazie per aver portato a termine con successo la tua missione e per tutto quello che hai fatto per la scienza e per lo spazio in questi cinque mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale,” questo è il messaggio per l’astronauta da parte del presidente dell’Asi Roberto Battiston. “Sei un esempio dell’eccellenza che può esprimere l’Italia quando mette a sistema le sue qualità, i suoi uomini e donne migliori, le sue aziende altamente specializzate. L’Italia che fa ricerca scientifica e sperimenta nuove tecnologie è un investimento sul futuro per tutto il nostro Paese. Io e tutti i colleghi dell’Agenzia Spaziale Italiana non vediamo l’ora di riabbracciarti. Voglio anche ringraziare i colleghi e amici di Esa, Nasa e Roscosmos con i quali da tanti anni raggiungiamo traguardi fondamentali.”

iss exp53 undock

La Soyuz MS-05 mentre si allontana dalla ISS.
Crediti: Roscosmos

 La missione Vita è la terza di lunga durata dell’Asi dopo quelli degli astronauti dell’ESA Luca Parmitano del 2013 (Volare) e di Samantha Cristoforetti del 2014 (Futura), Nespoli a bordo della stazione spaziale ha portato a termine tutti gli 11 esperimenti che gli sono stati assegnati oltre a seguirne altri 200 circa che erano in corso al momento del suo arrivo. Nei 4 mesi e mezzo Paolo Nespoli, ha avuto oltre 60 collegamenti raggiungendo istituzioni e grande pubblico, in particolare studenti. Nespoli, 60 anni compiuti lo scorso 6 aprile, detiene anche il primato di astronauta europeo meno giovane ad essere stato lanciato nello spazio. In una classifica mondiale si posiziona al terzo posto tra i viaggiatori spaziali professionisti dopo gli americani John Glenn e Story Musgrave.

 Ma questo non era che l'inizio del traffico che avrebbe coinvolta la ISS in questi ultimi giorni del 2017. Infatti il giorno successivo, il 15 dicembre, alle ore 10:36 a.m. EST (le 16:36 italiane), dalla rampa 40 di Cape Canaveral, un razzo vettore Falcon 9 (F9-47) della SpaceX decollava per portare una capsula Dragon cargo carica di rifornimenti per la stazione spaziale. Il volo era perfetto e, circa 10 minuti dopo il decollo, la Dragon, già usata in una precedente missione (una prima per la NASA che, finora, aveva richiesto sempre a SpaceX di utilizzare capsule nuove per le proprie missioni cargo) era in rotta verso la ISS, che raggiungerà due giorni dopo. Intanto il primo stadio del razzo, anche questo già utilizzato a giugno, sempre per un volo NASA verso la stazione, rientrava sulla terra con un perfetto atterraggio sulla piazzola di Cape Canaveral. 

iss exp53 crs13 dragon berthed 678x379

La Dragon CRS-13 ormeggiata alla ISS.
Crediti: NASA TV/Spaceflight Now

 Questa missione vedeva anche il ritorno in servizio della rampa 40, danneggiata pesantemente dall'incidente di un Falcon 9 in fase di test pre-volo nel settembre 2016. Il Dragon, dopo un volo tranquillo durato due giorni, è stato poi catturato con il braccio robotico della ISS il 18 dicembre, dall'astronata Mark Vande Hei ed in seguito ormeggiato al boccaporto che guarda verso Terra del modulo Harmony. A bordo del Dragon CRS-13 un carico di 490 kg di materiali per l'equipaggio (compreso cibo, vestiario ed oggetti personali), 711 kg di esperimenti ed attrezzatura di ricerca, 189 kg di strumenti e parti per il veicolo spaziale, 165 kg di apparecchiature per le passeggiate spaziali (compresa una tuta spaziale ed un jetpack) e 5 kg per i computer. Nel vano non pressurizzato del Dragon si trova anche TSIS-1 (Total and Spectral Solar Irradiance Sensor) composto da due strumenti per monitorare l'energia emessa dal Sole, un fattore chiave per il clima terrestre. Il TSIS-1 verrà estratto dal vano di Dragon il primo gennaio ed agganciato sul modulo laboratorio Columbus dell'ESA. La NASA spera di poter iniziare a raccogliere dati solari da aprile, dopo tre mesi di calibrazione degli strumenti.

iss exp54 soyuz ms07 liftoff resize

l razzo Soyuz-FG con a bordo la capsula Soyuz MS-07 in volo verso lo spazio.
Crediti: Energia

 Nel frattempo che il Dragon era in viaggio verso la ISS, ancora dal Kazakhstan, decollava il razzo russo Soyuz FG che trasportava la capsula Soyuz MS-07 con a bordo il nuovo terzetto di astronauti destinati a completare l'equipaggio di Spedizione 54. Il Comandante della Soyuz, Anton Shkaplerov e gli Ingegneri di Volo Scott Tingle, della NASA, e Norishige Kanai, giapponese della JAXA. Il decollo avveniva alle il 17 dicembre alle 7:21 UTC (le 8:21 italiane) dalla rampa 5, Area 1 del Cosmodromo di Baikonur e, poco più di otto minuti dopo, la capsula era in rotta verso la ISS. Il volo è durato due giorni ed il 19 dicembre, alle 3:39 a.m. EST (le 9:39 italiane) la capsula ha attraccato al boccaporto del modulo Rassvet della ISS. Alcuni momenti dopo i sistemi di aggancio hanno serrato con sicurezza i due veicoli spaziali. Per Shkaplerov si tratta del terzo volo sulla stazione spaziale e nei due precedenti ha già accumulato un anno completo in orbita. Tingle, un capitano della US Navy, e Kanai sono al primo volo nello spazio. I tre avrebbero dovuto rientrare originariamente sulla Terra il prossimo 18 aprile, ma il volo è stato prolungato fino al 3 giugno per far si che l'equipaggio abbio maggiore tempo a disposizione per le ricerche scientifiche. Vande Hei, Acaba e Misurkin torneranno sulla Terra nel febbraio del prossimo anno.

iss exp54 visit vehicle 19122917

La situazione dei veicoli spaziali in visita alla ISS alla data del 19 dicembre 2017, dopo l'arrivo del Dragon e della Soyuz MS-07.
Crediti: NASA

 Per concludere questo affollato periodo rimane da segnalare la fine della missione OA-8 del veicolo cargo Cygnus “S. S. Gene Cernan” della Orbital ATK, che aveva lasciato la ISS, dopo aver consegnato circa 3.350 kg di rifornimenti alla stazione, il 6 dicembre scorso. In questi giorni di volo solitario il veicolo cargo ha completato una missione secondaria, il rilascio di 14 CubeSat da un dispensatore NanoRacks. La missione si è conclusa ufficialmente il 18 dicembre alle 7:54 a.m. EST (le 13:54 italiane), quando il Cygnus ha eseguito un rientro distruttivo controllato nell'atmosfera terrestre, sopra l'Oceano Pacifico, ad est della Nuova Zelanda. Il veicolo aveva a bordo circa 2.900 kg di rifiuti e materiali non più utilizzati sulla ISS. La missione era iniziata lo scorso 12 novembre con il lancio, per mezzo di un razzo Antares, sempre della Orbital ATK, dal centro di lancio di Wallops, in Virginia.

 

Fonti:
NASA: https://www.nasa.gov/press-release/nasa-astronaut-bresnik-and-crewmates-return-to-earth-from-space-station
ASI: http://www.asi.it/it/news/paolo-nespoli-coi-piedi-per-terra
Spaceflight Now: https://spaceflightnow.com/2017/12/18/station-astronauts-begin-unpacking-refurbished-spacex-cargo-craft/
https://spaceflightnow.com/2017/12/19/soyuz-with-three-man-crew-docks-with-space-station/
Orbital ATK: https://www.orbitalatk.com/news-room/release.asp?prid=315

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi gli uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino mia moglie al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 ho realizzato e curo il sito Astronautica.us che, spero, possa essere sempre aggiornato e rigoroso nelle informazioni. Sono stato uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention  ‘Astronauticon’, che hanno visto anche la presenza di ospiti illustri del capo astronautico. La scelta del sito web è stata 'obbligata' visto il deserto di notizie in cui versava all’epoca l'astronautica nel Paese, il nostro, fra i primi al mondo in questo settore che considero vitale per l’umanità.

Sito web: www.astronautica.us
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

Immagine del giorno

Log: Missioni e Detriti

Dallo spazio attorno alla Terra

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio.

Sole

Attività solare - Crediti NASA/ESA/SOHO

STEREO Ahead - Crediti NASA

SOHO LASCO C2 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Crediti ESA/NASA SOHO/LASCO

 

 

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.