Scritto: Sabato, 22 Ottobre 2016 18:52 Ultima modifica: Sabato, 22 Ottobre 2016 21:54

L'equipaggio della ISS finalmente al completo


Tre nuovi membri dell'equipaggio sono a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). I portelli della stazione spaziale e della Soyuz MS-02 si sono aperti alle 8:20 a.m. EDT (le 14:20 ora italiana), segnando l'arrivo al laboratorio orbitante dell'astronauta NASA Shane Kimbrough e dei cosmonanuti Sergey Ryzhikov e Andrey Borisienko dell'agenzia spaziale russa Roscosmos.

Rate this item
(0 votes)
L'equipaggio della ISS finalmente al completo Credit: NASA/TV

La loro Soyuz MS-02 ha attraccato con il modulo Poisk della stazione spaziale alle 5:52 a.m. (le 11:52 ora italiana). Al momento dell'aggancio la stazione spaziale volava a 404 km sopra la Russia meridionale. Il trio raggiunge il Comandante Anatoly Ivanishin della Roscosmos e gli Ingegneri di Volo Kate Rubins della NASA e Takuya Onishi della JAXA (Japan Aerospace eXploration Agency di Spedizione 49 che si trovano a bordo del complesso orbitale fin dallo scorso luglio.

L'equipaggio appena arrivato trascorrerà poco più di quattro mesi a bordo della stazione spaziale, ritornando sulla Terra a fine febbraio. I membri dell'equipaggio contribuiranno con oltre 250 esperimenti da compiere a bordo della stazione spaziale, in diversi campi dalla biologia, la Scienza della Terra, la ricerca umana, la fisica e lo sviluppo tecnologico.
La Soyuz MS-02 era partita lo scorso 19 ottobre dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, grazie ad un razzo vettore Soyuz FG. La missione ha avuto un ritardo di quasi un mese, il lancio era infatti inizialmente previsto per il 23 settembre, a causa di un difficile lavoro di riparazione di un cavo danneggiato scoperto nel modulo di comando della Soyuz MS-02.

iss exp49 crew complete 21102016

Credit: NASA/TV

Nell'immagine in alto i sei membri dell'equipaggio di Spedizione 49 al completo, da sinistra in primo piano i cosmonanuti Ryzhikov, Borisienko e l'astronauta NASA Kimbrough. Dietro di loro l'astronauta NASA Rubins, il Comandante Ivanishin e l'astronauta giapponese Honishi.

L'attracco è stato pilotato dal cosmonauta Ryzhikov, al suo primo volo nello spazio, mentre sia Kimbrough che Borisienko sono già stati nello spazio una volta ciascuno. I loro primi giorni a bordo della ISS saranno impegnativi, infatti, prima di adattarsi all'ambiente di micro-gravità dovranno, fra due giorni, seguire l'arrivo del veicolo cargo Cygnus della Orbital ATK che porta con se quasi 2.300 kg di rifornimenti per la ISS.

Il veicolo è stato lanciato il 17 ottobre ma ha preso una traiettoria più lunga per arrivare alla stazione in modo da evitare conflitti con l'arrivo del nuovo equipaggio. Dopo che Onishi e Rubins avranno catturato il veicolo spaziale con il braccio robotico della stazione, gli astronauti potranno iniziare il processo di scarico dei materiali. Ma ci sarà poco da riposarsi dato che il 29 ottobre Rubins, Onishi ed Ivanishin lasceranno la stazione, a bordo della loro Soyuz MS-01, per tornare sulla Terra e Kimbrough diverrà il nuovo comandante della stazione.

Il 15 novembre l'astronauta veterana della NASA Peggy Whitson, assieme al cosmonauta russo Oleg Novitskiy e l'astronauta francese dell'Agenzia Spaziale Europea Thomas Pesquet verranno lanciati verso la stazione. Questo equipaggio dovrà accogliere sia un veicolo cargo russo Progress che il veicolo giapponese HTV entro la fine dell'anno.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 892 volta/e Ultima modifica Sabato, 22 Ottobre 2016 21:54
Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista