NASA Grail

Credit: NASA/JPL

La prossima settimana, le sonde gemelle della NASA Grail si schianteranno intenzionalmente sulla superficie lunare, portando a termine la loro missione di mappatura del campo gravitazionale del nostro satellite.

Giovedì 13 dicembre alle 19:30 ora italiana è prevista una conferenza stampa sull’evento.

La missione, costata 496 milioni di dollari, è iniziata a settembre 2011: le due sonde si sono inserite nell’orbita lunare rispettivamente, il 31 dicembre 2011, Grail-A, e il 1 gennaio 2012, Grail-B.

La prima fase è durata 90 giorni, da marzo a maggio; successivamente, la missione è stata estesa permettendo la raccolta di altri dati preziosi.

La mappa della gravità lunare presentata la settimana scorsa all’American Geophysical Union (AGU) a San Francisco, ha permesso agli scienziati di conoscere la struttura interna della Luna e la sua composizione con un dettaglio senza precedenti, fornendo indicazioni anche sulla sua formazione e su quella della Terra.

Mentre questa mappa è basata sui risultati della missione scientifica primaria, i ricercatori sperano di poterla aggiornare ulteriormente con i nuovi dati ottenuti dalla missione estesa che, iniziata il 30 agosto, si concluderà proprio lunedì prossimo.
In questi mesi le due sonde si sono avvicinate ulteriormente alla superficie lunare, fino ad un altitudine di 23 chilometri, rispetto ai 34 chilometri della fase precedente.

Ora, le gemelle Grail iniziano ad essere a corto di carburante ma il manager della missione promette per il 17 dicembre, un gran finale!

Stay tuned!