Scritto: Giovedì, 31 Marzo 2016 15:35 Ultima modifica: Giovedì, 31 Marzo 2016 17:00

La JAXA perde i contatti con ASTRO-H ma spera in un recupero


Mistero sul silenzio del satellite giapponese a raggi X ASTRO-H (Hitomi) che il 25 marzo ha interrotto le comunicazioni proprio quando stava per entrare nel vivo delle operazioni scientifiche.

Rate this item
(0 votes)
La JAXA perde i contatti con ASTRO-H ma spera in un recupero Credit: JAXA/Akihiro Ikeshita

In una breve nota del 27 marzo, la JAXA dichiarava di non essere in grado di determinare lo stato di salute del satellite ma di aver ricevuto un breve segnale su cui lavorare. Tuttavia, ad oggi, ancora non si riesce a far luce sull'accaduto.

Lanciato il 17 febbraio 2016 alle 9:45 ora italiana, dal Tanegashima Space Center nel sud-ovest del Giappone, ASTRO-H è un satellite dedicato alle osservazioni astronomiche, dotato di quattro telescopi in raggi X (due per gli Hard X-ray che opereranno tra i 500 e gli 80.000 elettronvolt e due per i Soft X-ray che operano tra i 300 e i 12.000 elettronvolt) e un rilevatore di raggi gamma (Soft Gamma-ray Detector, fra i 4.000 e i 600.000 elettronvolt). Dopo il lancio è stato ribattezzato Hitomi, che in giapponese significa occhio, pupilla.
Grazie alla sua strumentazione Hitomi dovrebbe osservare una vasta gamma di fenomeni che includono i forti campi magnetici, la materia oscura e l’evoluzione dei buchi neri super-massicci ma qualcosa è andato storto.

Dopo l'anomalia, la JAXA ha dichiarato di aver notato altri due oggetti vicino l'orbita di ASTRO-H, forse responsabili di aver danneggiato il satellite o pezzi del satellite stesso. Il 28 marzo, una conferma analoga sembrava arrivare anche dagli Stati Uniti quando il Joint Space Operations Center (JSpOC) indicava la presenza di cinque oggetti nelle vicinanze ed ipotizzavano la "rottura" della navicella. Oppure i cinque detriti potevano essere un evento non relazionato dato che erano apparsi almeno sei ore prima del blackout nelle comunicazioni. Contemporaneamente, un video ripreso da Terra mostrava ASTRO-H "precipitare", cioè instabile nella traiettoria. Nel filmato il satellite varia notevolmente la sua luminosità percorrendo lo schermo da destra a sinistra, lasciando supporre che fosse fuori controllo ed in rotazione.

D'altra parte, anche il segnale intermittente ricevuto dalla JAXA potrebbe essere coerente con un rapido cambiamento orbitale e dell'assetto.

In un aggiornamento del 29 marzo, Masaki Fujimoto della JAXA ha informato che sono stati ricevuti altri segnali da Hitomi e che il veicolo spaziale è probabilmente ancora intatto (anche se i tecnici non sono stati in grado di determinarne lo stato di salute).

La JAXA è comunque ottimista e nelle ultime dichiarazioni ha fatto sapere che continuerà a lavorare sui dati disponibili e, anche se potrebbero volerci mesi, farà di tutto per recuperare il satellite.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 1383 volta/e Ultima modifica Giovedì, 31 Marzo 2016 17:00
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 22 gennaio [updated on Jan,22]...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Gennaio [Last ...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 gennaio [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/1/21 - Sol 762] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista